Apri il menu principale

The Serenity of Suffering

album dei Korn del 2016
The Serenity of Suffering
ArtistaKorn
Tipo albumStudio
Pubblicazione21 ottobre 2016
Durata40:36
Dischi1
Tracce11
GenereAlternative metal
Nu metal
EtichettaRoadrunner
ProduttoreNick Raskulinecz
RegistrazioneRock Falcon Studio, Nashville (Tennessee)
Buck Owens Studio, Bakersfield (California)
Steakhouse Studio, Los Angeles (California)
FormatiCD, LP, download digitale
Korn - cronologia
Album precedente
(2013)
Album successivo
(2019)
Singoli
  1. Rotting in Vain
    Pubblicato: 22 luglio 2016
  2. Take Me
    Pubblicato: 1º novembre 2016
  3. Black Is the Soul
    Pubblicato: 7 giugno 2017

The Serenity of Suffering è il dodicesimo album in studio del gruppo musicale statunitense Korn, pubblicato il 21 ottobre 2016 dalla Roadrunner Records.[1]

DescrizioneModifica

Prima pubblicazione del gruppo dopo il ritorno con la Roadunner Records, etichetta con la quale avevano pubblicato Korn III: Remember Who You Are (2010) e The Path of Totality (2011),[2] l'album è stato prodotto da Nick Raskulinecz e si compone di 11 brani, tra cui uno registrato in collaborazione con Corey Taylor, frontman degli Slipknot e degli Stone Sour.[3]

Per promuovere l'uscita dell'album i Korn hanno pubblicato quattro brani prima della sua pubblicazione. Il primo di essi, Rotting in Vain, è stato reso disponibile a partire dal 22 luglio, data in cui è stato presentato anche il videoclip,[1] mentre il 22 agosto è stato pubblicato in anteprima su Loudwire il videoclip per il brano d'apertura Insane, diretto da Ryan Valdez.[4] Il 29 settembre è stato pubblicato attraverso il canale YouTube dei Korn l'audio di A Different World,[5] seguito da un videoclip animato il 5 ottobre.[6] Il quarto ed ultimo brano, Take Me, è stato reso disponibile per l'ascolto dal gruppo a partire dall'11 ottobre.[7] Il 26 dello stesso mese è stato presentato il relativo videoclip sul sito Blabbermouth.net,[8] mentre il 1º novembre è stato pubblicato come secondo singolo dall'album.[9]

Il 7 giugno 2017 il gruppo ha pubblicato il videoclip del terzo singolo Black Is the Soul attraverso il proprio canale YouTube.[10]

TracceModifica

Testi e musiche di Korn.

  1. Insane – 3:50
  2. Rotting in Vain – 3:33
  3. Black Is the Soul – 4:01
  4. The Hating – 4:22
  5. A Different World (feat. Corey Taylor) – 3:20
  6. Take Me – 3:00
  7. Everything Falls Apart – 4:17
  8. Die Yet Another Night – 4:28
  9. When You're Not There – 3:24
  10. Next in Line – 3:28
  11. Please Come for Me – 2:53
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. Baby – 4:55
  2. Calling Me Too Soon – 3:23
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Out of You – 3:19

FormazioneModifica

Gruppo
Altri musicisti
  • Jules Venturini, Nick "Sluggo" Suddarth – programmazione
  • Rick Norris – programmazione aggiuntiva
  • Justin Warfield – arrangiamenti vocali aggiuntivi
  • Corey Taylor – voce aggiuntiva (traccia 5)
  • C-Minus – giradischi aggiuntivo (tracce 1, 5 e 10)
  • Zac Baird – tastiera (traccia 6)
Produzione

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Graham Hartmann, Korn Announce New Album 'The Serenity of Suffering', Unleash Video For 'Rotting in Vain', Loudwire, 22 luglio 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  2. ^ (EN) KORN To Release 'The Serenity Of Suffering' Album In October; 'Rotting In Vain' Video Premiere, Blabbermouth.net, 22 luglio 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  3. ^ (EN) Martin Kielty, Korn reveal The Serenity Of Suffering album, release 1st video, Team Rock, 22 luglio 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  4. ^ (EN) Chad Childers, Korn, 'Insane' – Exclusive Video Premiere, Loudwire, 22 agosto 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  5. ^ (EN) Chris Payne, Hear Korn's New Song 'A Different World' Featuring Slipknot Singer Corey Taylor, Billboard, 29 settembre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  6. ^ (EN) WATCH: Korn & Corey Taylor unleash freaky 'A Different World' animated video, Kerrang!, 6 ottobre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  7. ^ KORN: ascolta la nuova "Take Me", Metalitalia.com, 11 ottobre 2016. URL consultato il 16 ottobre 2016.
  8. ^ (EN) Video Premiere: KORN's 'Take Me', Blabbermouth.net, 26 ottobre 2016. URL consultato il 26 ottobre 2016.
  9. ^ (EN) Korn - Take Me, Daily Play MPE. URL consultato il 12 giugno 2017.
  10. ^   Korn, - Black Is The Soul (OFFICIAL VIDEO) The Serenity of Suffering, su YouTube, 7 giugno 2017. URL consultato il 12 giugno 2017.
  11. ^ a b c d e f g h i j k l m n (NL) Korn - The Serenity Of Suffering, Ultratop. URL consultato il 20 novembre 2016.
  12. ^ (EN) Korn - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.
  13. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 28 October 2016 - 03 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 20 novembre 2016.
  14. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100: 28 October 2016 - 03 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 20 novembre 2016.
  15. ^ (EN) Official Physical Albums Chart Top 100: 28 October 2016 - 03 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 20 novembre 2016.
  16. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 28 October 2016 - 03 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 20 novembre 2016.
  17. ^ (EN) Official Vinyl Albums Chart Top 40: 28 October 2016 - 03 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 20 novembre 2016.
  18. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 28 October 2016 - 03 November 2016, Official Charts Company. URL consultato il 20 novembre 2016.
  19. ^ (EN) Korn - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.
  20. ^ (EN) Korn - Chart history (Alternative Albums), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.
  21. ^ (EN) Korn - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.
  22. ^ (EN) Korn - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.
  23. ^ (EN) Korn - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.
  24. ^ (EN) Korn - Chart history (Tastemaker Albums), Billboard. URL consultato il 20 novembre 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal