Apri il menu principale

The Upsetters

gruppo musicale giamaicano
The Upsetters
Lee scratch perry 2009.jpg
Paese d'origineGiamaica Giamaica
GenereEarly reggae[1][2]
Roots reggae[3]
Dub[3]
Rocksteady[3]
Ska[3]
Periodo di attività musicale1968 – 1979[4]
EtichettaUpsetter Records

The Upsetters è stata la house band del produttore reggae giamaicano Lee "Scratch" Perry, ovvero il gruppo musicale residente presso lo studio di registrazione di Perry, il Black Ark Studio. Insieme agli Skatalites, gli Upsetters sono stati uno dei più importanti gruppi della musica giamaicana[4].

La storia del gruppoModifica

Il gruppo nacque nel 1968 quando Lee Perry decise di fondare una propria etichetta discografica, la Upsetter Records, e aveva quindi bisogno di un gruppo di supporto ai cantanti che incidevano per lui[4]. Il gruppo fu chiamato così dal soprannome con cui era noto Perry: Upsetter, a seguito del grandissimo successo ottenuto dalle sue prime canzoni, I Am The Upsetter, registrata nel 1967 per il produttore Joe Gibbs.

Il gruppo era anche conosciuto con diversi altri nomi: Upsyndicates, Upsetter Pilgrims, Third And Fourth Generation, Upsetting Upsetters, Mighty Upsetters, Black Ark Players ed ha suonato come backing band in molti dischi di artisti prodotti da Perry al Black Ark.

FormazioneModifica

Il nome del gruppo ha identificato una gran varietà di musicisti che hanno suonato per Lee Perry nel periodo 1968-1979, con molti cambiamenti nella line-up. The Upsetters in origine erano gli elementi del gruppo del pianista Gladstone Anderson (Gladdy), i Gladdy's All-Stars, autori di successi internazionali quali Live Injection e Return Of Django. Ne facevano parte Gladdy Anderson e Winston Wright (alle tastiere), Jackie Jackson (al basso), Hugh Malcolm e Lloyd Adams (Tin Legs, alla batteria) e Hux Brown (alla chitarra)[4].

Nel 1969, il brano Return Of Django entra nella top ten inglese, e il gruppo viene chiamato a fare un tour di sei settimane in Europa, il primo in assoluto per una band reggae. Tuttavia, i Gladdy's All Stars non possono andare in tour; per questo Perry chiama una giovane band chiamata The Hippy Boys, che all'epoca suonava per un altro produttore, Bunny Lee. La nuova formazione comprendeva Glen Adams all'organo, tastiere e pianoforte, Alva Lewis (Reggie) alla chitarra e alla sezione ritmica i fratelli Aston "Family Man" Barrett (basso elettrico) e Carlton Barrett (batteria).

Altri musicistiModifica

Hanno suonato con gli Upsetters molti musicisti che gravitavano intorno a Lee Perry e al suo studio di registrazione. Oltre a Lee "Scratch" Perry (voce, percussioni e produttore) vanno ricordati:

Gli Upsetters nella cultura di massaModifica

DiscografiaModifica

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ reggae-reviews.com - Recensione "The Upsetter Compact Set", su reggae-reviews.com. URL consultato il 29 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2009).
  2. ^ roots-archives.com - "Return to Django" Archiviato il 20 gennaio 2009 in Internet Archive.
  3. ^ a b c d allmusic.com - The Upsetters
  4. ^ a b c d (EN) The Upsetters, from "Eternal Thunder - The Upsetters Biography" by Mick Sleeper, Scratch Radio. URL consultato il 29-10-2010.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN134479379 · ISNI (EN0000 0001 2181 7421 · LCCN (ENn88606785 · WorldCat Identities (ENn88-606785
  Portale Reggae: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di reggae