The Warrens of Virginia (film 1915)

film del 1915 diretto da Cecil B. DeMille

The Warrens of Virginia è un film muto del 1915 prodotto e diretto da Cecil B. DeMille che appare anche come montatore. La sceneggiatura si basa sull'omonimo lavoro teatrale di William C. de Mille andato in scena a New York il 3 dicembre 1907 che aveva come protagonista femminile Mary Pickford al suo debutto a Broadway[1][3]. Ne sarà fatta nel 1924, prodotta dalla Fox Film Corporation, un'ulteriore versione sempre con il titolo The Warrens of Virginia diretta da Elmer Clifton[2].

The Warrens of Virginia
Titolo originaleThe Warrens of Virginia
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1915
Durata50 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generedrammatico, guerra, sentimentale
RegiaCecil B. DeMille
SoggettoWilliam C. de Mille (lavoro teatrale)
ProduttoreCecil B. DeMille
Casa di produzioneJesse L. Lasky Feature Play Company
FotografiaAlvin Wyckoff (non accreditato)
MontaggioCecil B. DeMille (non accreditato)
ScenografiaWilfred Buckland[1][2]
Interpreti e personaggi
 
Pubblicità su quotidiano
(7 marzo 1916)

Alla piantagione del generale Warren si tiene un ballo in onore del generale Griffin. un commilitone con il quale Warren ha combattuto durante la guerra messicana. Nel corso della serata Ned Burton, nipote di Griffin, si dichiara ad Agatha Warren, la figlia del padrone di casa. Prima che la ragazza gli dia la sua risposta, però, arriva la notizia dell'attacco confederato a Fort Sumter, fatto che darà il via alla guerra di secessione americana. La festa finisce e i militari guadagnano i loro rispettivi acquartieramenti: Ned si unisce alle truppe dell'Unione, mentre Warren assume il comando di quelle confederate.
Sono passati quattro anni. La guerra continua a infuriare e i confederati, affamati, aspettano un convoglio di rifornimenti e rinforzi. Il generale Griffin affida al nipote dei dispacci che, se catturato, dovranno mettere fuori pista i confederati, facendo deviare il treno. Ted viene arrestato a casa dei Warren e, accusato di essere una spia, viene condannato alla fucilazione. Agatha cerca di organizzare la sua fuga ma lui, troppo orgoglioso, respinge la sua offerta di aiuto. Nel contempo, giunge l'annuncio della resa di Lee e Ned viene liberato. Pensando di essere stata tradita, Agatha lo rimprovera ma, dopo che Griffin le ha spiegato come sono andate le cose, Agatha ci ripensa e finalmente accetta la proposta di matrimonio dell'innamorato.

Produzione

modifica

Il film fu prodotto dalla Jesse L. Lasky Feature Play Company. Alcune fonti contemporanee accreditano nel ruolo di Betty Warren a Marguerite House, altre a Mildred Harris[1][2].

George Cary Eggleston trasse un romanzo dal lavoro teatrale di William de Mille. La storia si basa su un incidente accaduto a H. C. de Mille, nonno di William e Cecil al tempo della guerra di secessione. Molti arredamenti e oggetti di scena che appaiono nel film appartenevano alla famiglia de Mille e si trovavano nella loro casa in Virginia[1].

Distribuzione

modifica
 
Pubblicità su Variety
(6 febbraio 1915)

Il copyright del film, richiesto dalla Jesse L. Lasky Feature Play Co., Inc., fu registrato il 10 febbraio 1915 con il numero LU4428[1][4]. Distribuito dalla Paramount Pictures e presentato da David Belasco e Jesse L. Lasky, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 15 febbraio 1915.

Copia completa della pellicola si trova conservata negli archivi del George Eastman House di Rochester[2][4].

Bibliografia

modifica
  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema