Apri il menu principale

Theta1 Microscopii

stella nella costellazione del Microscopio
θ1 Microscopii
Theta1 Microscopii
Microscopium IAU.svg
Classificazionestella bianca di sequenza principale
Classe spettraleA2 Vp
Tipo di variabilevariabile Alfa2 Canum Venaticorum
Periodo di variabilità2,12 giorni[2]
Distanza dal Sole187 anni luce
CostellazioneMicroscopio
Redshift0,000008[1]
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta21h 20m 45,6423s[1]
Declinazione-40° 48′ 34,076″[1]
Lat. galattica001,1868°[1]
Long. galattica−44,9508°[1]
Dati fisici
Raggio medio2,8[3] R
Massa
Velocità di rotazione48 km/s[2]
Temperatura
superficiale
9750 K[3] (media)
Luminosità
Età stimata275 milioni di anni[3]
Dati osservativi
Magnitudine app.+4,78
Magnitudine ass.+1,13
Parallasse17,49 mas[1]
Moto proprioAR: 76,18 [1] mas/anno
Dec: 17,66[1] mas/anno
Velocità radiale+2,3 km/s[1]
Nomenclature alternative
V* tet01 Mic, TYC 7983-1200-1, CD-41 14475, UBV 18405, HD 203006, HIP 105382, SAO 230644, FK5 802, HR 8151[1]

Coordinate: Carta celeste 21h 20m 45.6423s, -40° 48′ 34.076″

Theta1 Microscopii (θ1 Mic / θ1 Microscopii) è una stella della costellazione del Microscopio. Nell'ordine delle stelle più luminose della costellazione è la terza per magnitudine; dista 186 anni luce dalla Terra.

θ1 Microscopii è una stella bianca di sequenza principale di tipo spettrale A2 Vp; la "p" indica che si tratta di una stella peculiare, caratterizzata da campo magnetico intenso e spettri con linee di emissione fortemente marcate per alcuni elementi chimici, in particolare cromo, europio, stronzio e magnesio. Catalogata come variabile Alfa2 Canum Venaticorum, la sua luminosità varia di 0,12 magnitudini in un periodo di 2,12 giorni.[2]

La temperatura effettiva di θ1 Microscopii è di 9750 kelvin. Con una luminosità 33 volte quella solare e un raggio di 2,8 raggi solari,[3] possiede una massa pari a 2,3 volte quella solare.[3] La sua età stimata è di 275 milioni di anni.[3]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j V* tet01 Mic -- Variable Star, SIMBAD. URL consultato il 7 settembre 2009.
  2. ^ a b c θ1 Microscopii, Alcyone.de. URL consultato il 7 settembre 2009.
  3. ^ a b c d e f g h (EN) O. Kochukhov, S. Bagnulo, Evolutionary state of magnetic chemically peculiar stars, in Astronomy and Astrophysics, vol. 450, nº 2, 2006, pp. 763-775. URL consultato il 7 settembre 2009.

Voci correlateModifica

  Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni