Apri il menu principale

Theta1 Orionis C

stella multipla nella costellazione di Orione
θ¹ Orionis C
Theta1 Orionis C
Orion IAU.svg
Classe spettraleO6pe
Distanza dal Sole1.500 anni luce
CostellazioneOrione
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta05h 35m 16,46375s
Declinazione-05° 23′ 22,8486″
Dati fisici
Massa
40 M
Velocità di rotazione~112 km/s
Temperatura
superficiale
40,000 K (media)
Luminosità
251,000 [1] L
Età stimata1.200.000 anni
Dati osservativi
Magnitudine app.5.13
Magnitudine ass.−3.2
Parallasse−1.85 ± 2.12 mas
Moto proprioAR: −0.92 mas/anno
Dec: 0.13 mas/anno
Velocità radiale+28 km/s
Nomenclature alternative
θ1 Ori C, 41 Ori C, V1016 Ori (θ1 Ori A), HR 1895, HD 37022, SAO 132314.

Coordinate: Carta celeste 05h 35m 16.46375s, -05° 23′ 22.8486″

θ1 Orionis C1 Ori C / Theta1 Ori C) è il membro più luminoso dell'ammasso stellare del Trapezio, nella costellazione di Orione.

Indice

OsservazioneModifica

 
θ1 Orionis C e le sue compagne del Trapezio

.

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste australe, ma molto in prossimità dell'equatore celeste; ciò comporta che possa essere osservata da tutte le regioni abitate della Terra senza alcuna difficoltà e che sia invisibile soltanto molto oltre il circolo polare artico. Nell'emisfero sud invece appare circumpolare solo nelle aree più interne del continente antartico. La sua magnitudine pari a 5,13 fa sì che possa essere scorta solo con un cielo sufficientemente libero dagli effetti dell'inquinamento luminoso.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine ottobre e aprile; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

CaratteristicheModifica

Theta Orionis C possiede la più alta temperatura superficiale tra le stelle visibili ad occhio nudo ed è anche, in termini assoluti, una delle stelle più luminose conosciute. La sua magnitudine assoluta è di -3,2, che a una distanza di 1500 anni luce appare di magnitudine apparente 5,1. Questa stella è anche responsabile della forte radiazione ultravioletta che ionizza lentamente la Nebulosa di Orione; questi raggi UV sono anche la causa principale dell'illuminazione della Nebulosa di Orione. Il suo vento solare è centinaia di volte più potente di quello del Sole e viaggia alla velocità di 1000 km/s.

Osservazioni all'infrarosso di questa stella hanno mostrato che si tratta pure di un sistema binario multiplo; è anche una sorgente di raggi X. Probabilmente in pochi milioni di anni potrebbe esplodere come supernova.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni