Thomas Cook Airlines

ex compagnia aerea britannica
Thomas Cook Airlines
Logo
G-VYGK Airbus A330-243 Thomas Cook Airlines UK MAN 02MAY15.jpg
StatoRegno Unito Regno Unito
Fondazione2008 a Manchester
Chiusura2019 (per bancarotta)
Sede principaleManchester
GruppoThomas Cook Group
ControllateCondor Flugdienst
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Slogan«Let's Go!»
Sito webwww.thomascookairlines.com
Compagnia aerea leisure
Codice IATAMT
Codice ICAOTCX
Indicativo di chiamataTHOMAS COOK
COA549
Primo volo30 marzo 2008
Ultimo volo25 settembre 2019
Flotta34 (nel 2019)
Destinazioni95
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Thomas Cook Airlines era una compagnia aerea leisure britannica con sede a Manchester, in Inghilterra del Thomas Cook Group. Serviva le principali località di vacanza in tutto il mondo, dalle sue basi principali presso l'Aeroporto di Manchester e l'Aeroporto di Londra-Gatwick. Operava anche voli da altre otto basi in tutto il Regno Unito: Belfast-Aldergrove, Birmingham, Bristol, Cardiff, Nottingham-Midlands Orientali, Glasgow, Londra-Stansted e Newcastle upon Tyne.

Nel 2018 trasportò 8 092 208 passeggeri, gestendo una flotta di 35 Airbus durante l'alta stagione.

Thomas Cook Airlines Limited deteneva una licenza particolare dalla Civil Aviation Authority britannica che le permetteva di trasportare sia passeggeri, sia posta e sia merci sugli aerei con più di 20 posti a sedere, dunque in tutti gli aerei della flotta.

Thomas Cook Airlines ha interrotto tutte le operazioni di volo la notte 23 settembre 2019 dopo un mancato accordo coi creditori che ha imposto alla società madre l'ingresso in amministrazione straordinaria.[1]

StoriaModifica

L'attuale Thomas Cook Airlines è stata fondata nel 2008, ma tutto iniziò nel 1999, quando venne fondata l'iniziale Thomas Cook Airlines. Questa compagnia restò attiva fino all'inverno 2007, quando acquistò la compagnia MyTravel Airways.

DestinazioniModifica

La Thomas Cook Airlines raggiungeva quasi tutti i continenti, anche se i voli sono principalmente concentrati tra Europa, soprattutto in Regno Unito, Spagna e Grecia, e Nord America, specialmente in Canada. Thomas Cook Airlines raggiungeva anche Africa e Asia.

Flotta e livreaModifica

 
Un Airbus A321-200 della Thomas Cook Airlines.
 
Un Boeing 757-300 della Thomas Cook Airlines.

FlottaModifica

La flotta di Thomas Cook Airlines, nel 2019, era composta dai seguenti aeromobili:[2]

Flotta di Thomas Cook Airlines
Aereo In Servizio Ordini Passeggeri Note
P Y Totale
Airbus A321-200 27 220 220
Airbus A330-200 7 49 261 310
Totale 34

LivreeModifica

La tipica livrea Thomas Cook Airlines è bianca con la scritta Thomas Cook in blu-oceano nella fusoliera, mentre nell'ala verticale in coda al velivolo c'è lo sfondo blu-oceano con l'immagine di un mondo, in cui il cerchio che lo delimita si vede bene, mentre all'interno di esso i "continenti" sono offuscati. All'interno del mondo c'è la scritta bianca Thomas Cook. La parte esterna intorno ai motori è blu-oceano in tinta col resto dell'aereo.

È presente anche una livrea speciale, applicata su un Airbus A330: simile all'altra, non ha il blu-oceano sui motori e sull'ala verticale, che sono bianche. Sull'ala verticale, infatti, rimane solo il mondo offuscato con all'interno la scritta bianca Thomas Cook. Sulla fusoliera rimane la scritta Thomas Cook colore blu-oceano come nell'altra livrea.

NoteModifica

  1. ^ Manca accordo, Thomas Cook in bancarotta, su ANSA, 23 settembre 2019. URL consultato il 23 settembre 2019.
  2. ^ (EN) Thomas Cook Airlines Fleet Details and History, su www.planespotters.net. URL consultato il 9 febbraio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica