Thomas Müller (calciatore)

calciatore tedesco
Thomas Müller
Thomas Mueller Training 2019-04-10 FC Bayern Muenchen-2.jpg
Müller con il Bayern Monaco nel 2019
Nazionalità Germania Germania
Altezza 185 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Bayern Monaco
Carriera
Giovanili
1994-2000non conosciuta TSV Pähl
2000-2008Bayern Monaco
Squadre di club1
2008-2009Bayern Monaco II35 (16)
2008-Bayern Monaco416 (137)
Nazionale
2004-2005Germania Germania U-166 (4)
2007Germania Germania U-191 (0)
2008Germania Germania U-201 (1)
2009-2010Germania Germania U-216 (1)
2010-Germania Germania116 (44)
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Sudafrica 2010
Oro Brasile 2014
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
Bronzo Francia 2016
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 agosto 2022

Thomas Müller (pronuncia tedesca '[ˈtʰoː.mas ˈmʏ.lɐ]'; Weilheim in Oberbayern, 13 settembre 1989) è un calciatore tedesco, centrocampista o attaccante del Bayern Monaco[1] e della nazionale tedesca, con cui si è laureato campione del mondo nel 2014.

Prodotto del vivaio del Bayern Monaco, si è segnalato sin da giovane come uno dei migliori talenti del calcio mondiale, imponendosi nella stagione 2009-2010, in cui centrò con i compagni il double campionato-Coppa di Germania e giocò la finale della UEFA Champions League. Nella stagione 2012-2013 realizzò 23 gol e chiuse l'annata con uno storico treble, vincendo campionato, coppa nazionale e UEFA Champions League. Vincitore nel 2013 anche della Coppa del mondo per club, ha arricchito il proprio palmarès conquistando negli anni a venire altri trofei, come nel 2020, quando con il Bayern ha conseguito il sextuple, aggiudicandosi campionato, coppa nazionale, UEFA Champions League, Supercoppa UEFA, Supercoppa di Germania e Coppa del mondo per club.

A livello internazionale ha esordito con la nazionale maggiore tedesca nel 2010, anno in cui ha ottenuto il terzo posto al campionato mondiale sudafricano, segnando 5 gol in 6 partite e vincendo la Scarpa d'oro del mondiale come migliore marcatore e venendo eletto migliore giovane del torneo. Al campionato mondiale del 2014 ha segnato nuovamente 5 gol, aggiudicandosi la Scarpa d'argento del mondiale come secondo migliore marcatore del torneo, oltre al Pallone d'argento, e con la Germania si è aggiudicato la Coppa del mondo, venendo anche inserito nell'All-Star Team della competizione.

Con 32 trofei vinti tra nazionale maggiore e squadre di club, è il calciatore tedesco più titolato nonché il calciatore che ha vinto più volte il campionato tedesco (11)[2][3] e la Supercoppa di Germania (8).

BiografiaModifica

Figlio di un ingegnere della BMW, non ha mai giocato a calcio in strada e ha dichiarato di non avere idoli sportivi, sebbene si ispiri a Juan Román Riquelme.[4]

È stato ribattezzato radio Müller per la sua loquacità.[5][6][7]

Caratteristiche tecnicheModifica

«Ho giocato in così tante posizioni che non riesco a isolarne una. Sono un laterale, un trequartista, una punta pura? No, sono uno che fa tutto nel settore offensivo.»

(Thomas Müller[4])

Molto duttile tatticamente,[8] è considerato un jolly offensivo, potendo essere schierato indistintamente come trequartista, centravanti o esterno.[4][9]

Paragonato all'omonimo Gerd Müller (suo ex allenatore)[9] per la capacità di risolvere improvvisamente le partite,[10] è dotato di buon senso della posizione, che gli consente di capire con largo anticipo come si svilupperà l'azione e dove finirà il pallone. Queste doti lo rendono un pericoloso incursore.[9] Lo stesso Müller si è attribuito il soprannome di "Raumdeuter", traducibile come «colui che interpreta gli spazi».[10][11] Più che nella tecnica pura, comunque di buon livello, ha il proprio punto di forza nella completezza del repertorio:[10] veloce e resistente,[4][9][12] ottimo finalizzatore e grande assist-man,[8][9] è bravo di testa,[13] abile con entrambi i piedi[8] e sa proteggere il pallone, pur non essendo particolarmente robusto.[10]

Spesso definito in termini esaltanti dalla stampa specializzata,[8][12][13][14] è un giocatore dotato di notevole freddezza,[9] qualità che gli ha consentito di non soffrire l'impatto col calcio professionistico.[9][14][15]

CarrieraModifica

ClubModifica

2008-2016Modifica

Müller iniziò a giocare a calcio nel settore giovanile del TSV Pähl[4] e passò nel 2000 a quello del Bayern Monaco, dove venne inserito nella rosa della formazione D-Jugend.[4] Nel 2007, con la A-Jugend diventò vicecampione tedesco, realizzando 18 reti in 26 partite.

Nella stagione 2007-2008 fece le prime apparizioni nel Bayern Monaco II, seconda squadra del club bavarese, disputando 4 gare e perfino realizzando un gol in Regionalliga. Debuttò da professionista in 3. Liga il 27 luglio 2008, alla prima giornata di campionato, nella vittoria interna per 2-1 contro l'Union Berlino, segnando anche il suo primo gol ufficiale.[16]

 
Müller in un'azione di gioco nel 2013 con la maglia del Bayern Monaco

Due settimane dopo, il 15 agosto 2008, esordì anche in Bundesliga, sostituendo Miroslav Klose all'80º minuto della prima partita di campionato contro l'Amburgo.[17] Durante la stagione ebbe modo di registrare una presenza anche in UEFA Champions League, il 10 marzo 2009, entrando in campo al 72º minuto dell'ottavo di finale contro lo Sporting Lisbona e realizzando il gol del definitivo 7-1 per i bavaresi al novantesimo minuto.[18] Concluse la stagione con 4 presenze da subentrante nella massima serie tedesca e una nella massima competizione europea.

Nel febbraio 2009 firmò un contratto professionistico con validità a partire dall'inizio della stagione 2009-2010 e con scadenza nel 2011.[19] Riuscì ad ottenere un posto stabile in prima squadra in seguito agli infortuni di Luca Toni, Miroslav Klose e Franck Ribéry.[8]

Il 12 settembre 2009, durante la quinta giornata di Bundesliga, realizzò la sua prima doppietta nella massima divisione tedesca, nella vittoria esterna per 5-1 contro il Borussia Dortmund.[20] Tre giorni dopo debuttò da titolare in UEFA Champions League, contro gli israeliani del Maccabi Haifa, realizzando anche in quel caso due reti.[21] Alla fine del 2009 il suo contratto fu prolungato fino al 2013.[22] Il 1º maggio 2010, alla penultima giornata di campionato, segnò la sua prima tripletta in campionato, nella vittoria per 3-1 sul Bochum,[23] che fece da preludio al titolo nazionale vinto nella giornata seguente. Insieme alla Meisterschale, il Bayern si aggiudicò anche la Coppa di Germania e raggiunse la finale di UEFA Champions League, dove fu sconfitto dall'Inter. Müller risultò uno dei protagonisti in tutte queste competizioni, chiudendo la stagione con 52 presenze totali e 19 reti.

Il 6 agosto 2010, a seguito delle buone prestazioni della stagione precedente, firmò il rinnovo contrattuale con il club bavarese fino al 2015.[24] Il 7 agosto si aggiudicò la Supercoppa di Germania, realizzando anche un gol contro lo Schalke 04 (2-0).[25] Alla prima giornata di campionato realizzò il suo primo gol stagionale, nella sfida vinta per 2-1 contro il Wolfsburg.[26] Nella partita contro il Francoforte del 27 novembre andò a segno nella partita vinta per 4-1.[27] Il 26 gennaio nella sfida di Coppa di Germania realizza una doppietta, sfida vinta per 4-0 contro Alemannia Aachen.[28] Il 12 marzo contro l'Amburgo contribuisce alla vittoria del 6-0 con un gol.[29] Negli ottavi di finale contro l'Inter segna il gol del 2-1, partita però che finirà con la vittoria dei nerazzurri per 3-2, che si qualificano ai quarti di finale.[30] La stagione termina con i bavaresi al terzo posto e con l'esonero di Louis van Gaal; Muller realizza 12 gol in 34 partite di campionato e 3 gol in 8 partite di Champions League.

Nella prima partita ufficiale della stagione, in Coppa di Germania, realizza la sua prima rete stagionale, nella fattispecie quella del 3-0 contro l'Eintracht Braunschweig giocata il primo agosto.[31] La sua prima rete in campionato arriva nella vittoria esterna per 2-0 sullo Schalke, il 18 settembre,[32] e sette giorni dopo realizza il secondo, nella partita interna vinta per 3-0 sul Bayer Leverkusen.[33] Il 13 marzo mette a segno il suo primo gol stagionale in Champions League, nella partita di ritorno degli ottavi di finale vinta per 7-0 contro il Basilea.[34] Il 31 marzo, gioca la sua centesima partita in Bundesliga, nella fattispecie contro il Norimberga in esterna; il Bayern si è imposto per 1-0.[35] Il 19 maggio segna di testa il gol del provvisorio 1 a 0 nella finale della Champions League persa contro il Chelsea per 4-3 ai calci di rigore.[36] Muller conclude la stagione con 53 presenze ed 11 gol totali.

 
Müller durante la sfida di UEFA Champions League 2014-2015 tra CSKA e Bayern Monaco

La stagione successiva è trionfale per Müller e per il club bavarese. Il 6 aprile 2013 Müller vince la sua seconda Bundesliga (il ventitreesimo titolo dei bavaresi) con sei giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato.[37] Il 25 maggio 2013 vince per la prima volta la Champions League, grazie alla vittoria per 2-1 nella finale contro il Borussia Dortmund.[38] Il 1º giugno 2013 vince per la seconda volta la Coppa di Germania, andando anche in goal nella finale e ottenendo il treble con la compagine bavarese.

All'inizio della stagione 2013-2014 vince con i compagni la Supercoppa UEFA, sconfiggendo ai rigori il Chelsea, dopo che i tempi supplementari si erano conclusi sul 2-2.[39] Nel corso dell'annata la squadra bavarese si aggiudica altri tre titoli, la Coppa del mondo per club,[40] la Bundesliga[41] e la Coppa di Germania.[42]

Il 21 aprile 2015, andando in gol nella vittoria per 6-1 contro il Porto all'Allianz Arena, diviene il calciatore tedesco con più gol segnati in UEFA Champions League. Il 26 aprile seguente vince il terzo campionato di fila con il Bayern, il quarto della sua carriera.[43] I successi in ambito nazionale proseguono nelle annate a venire. Nella stagione 2015-2016 Müller diviene il più giovane calciatore a ottenere 50 vittorie in UEFA Champions League e segna ben 32 reti in tutte le competizioni.

2016-Modifica

Nella stagione 2016-2017 soffre la concorrenza di Thiago Alcántara, spesso preferito al tedesco dal tecnico Carlo Ancelotti. Nella stagione 2017-2018 segna in totale 15 reti, arricchendo ulteriormente il proprio palmarès, mentre nel 2018-2019 raggiunge Philipp Lahm al primo posto della classifica dei calciatori del Bayern Monaco con più presenze (105) in UEFA Champions League e tocca quota 300 presenze con il Bayern Monaco in Bundesliga.

Il 2 novembre 2019 scende in campo per la cinquecentesima volta con il Bayern, diventando il decimo calciatore della squadra a raggiungere questo numero di presenze dalla promozione del club in Bundesliga, nel 1965. Nel 2019-2020 conclude la stagione con il numero record di 21 assist in Bundesliga e ottiene con i compagni di squadra il secondo treble, vincendo UEFA Champions League, campionato e Coppa di Germania.[44]

Nel 2020-2021, aggiudicandosi nuovamente la Supercoppa UEFA e la Supercoppa di Germania, diventa, con 27 trofei ufficiali vinti, il calciatore tedesco più decorato della storia, staccando Bastian Schweinsteiger, fermo a quota 26. Positivo al COVID-19, è costretto a saltare, nel febbraio 2021, la finale della Coppa del mondo per club FIFA 2020, vinta dal Bayern Monaco contro il Tigres UANL. La stagione si chiude con l'ennesimo successo in campionato, il decimo per il giocatore e il nono consecutivo per la squadra bavarese.

Il 19 novembre 2021, scendendo in campo contro l'Augusta nella partita persa per 2-1 fuori casa, tocca quota 600 presenze con il Bayern Monaco, collocandosi al quarto posto nella classifica di tutti i tempi, dietro a Sepp Maier, Gerd Müller e Oliver Kahn.[45] L'8 dicembre, nella vittoria casalinga per 3-0 contro il Barcellona, sigla il suo cinquantesimo gol in UEFA Champions League,[46] mentre il 17 dicembre gioca il suo quattrocentesimo match di Bundesliga.[47] La stagione 2021-2022 vede il Bayern Monaco trionfare per la decima volta consecutiva in campionato, con Müller che vince per l'undicesima volta la Bundesliga, stabilendo un record individuale.[3]

NazionaleModifica

 
Il gol di Müller al campionato del mondo 2010, nella partita vinta per 4-0 ai quarti di finale contro l'Argentina

Müller ha collezionato 14 presenze e 6 reti tra le diverse selezioni giovanili della nazionale tedesca: il suo debutto nella Under-21 avvenne l'11 agosto 2009 nella gara persa per 3-1 contro la Turchia.[48] Realizzò il suo primo (ed unico) gol in questa selezione il 17 novembre successivo, nella larga vittoria per 11-0 contro i pari età di San Marino.[49]

Nel 2010 compì il salto nella nazionale A, debuttando il 3 marzo nella partita amichevole di Monaco di Baviera contro l'Argentina[50] persa per 0-1.

Venne convocato per l campionato mondiale del 2010, dove fu un titolare fisso e nel quale si rivelò il migliore marcatore della Germania, segnando 5 gol: una all'Australia nel primo turno,[51] due all'Inghilterra negli ottavi,[52] una all'Argentina nei quarti[53] ed una all'Uruguay nella finale per il terzo posto,[54] dopo aver saltato per squalifica la semifinale.[55] Si classificò primo tra i marcatori con Diego Forlán, David Villa e Wesley Sneijder, ma la FIFA lo decretò il solo capocanonniere in quanto autore del maggior numero di assist (3).[56] In questo mondiale è stato inoltre premiato anche come miglior giovane.[57][58][59]

Il 26 marzo 2011, contro il Kazakistan, siglò una doppietta nella partita vinta 4-0 dalla Germania. Successivamente andò a segno anche nelle qualificazioni al campionato europeo del 2012 contro la Turchia e in amichevole contro l'Ucraina e i Paesi Bassi.

Venne selezionato per giocare il campionato europeo del 2012 in Ucraina e Polonia, dove esordì il 9 giugno contro il Portogallo, nella gara finita 1-0 per la Germania grazie al gol di Mario Gómez. Concluse il campionato d'Europa con 4 presenze e nessun gol, mentre la Germania finì la propria corsa in semifinale, a seguito della sconfitta per 1-2 contro l'Italia.[60]

 
Marcos Rojo e Müller durante la finale del campionato mondiale del 2014 tra Germania e Argentina

Convocato per il campionato mondiale del 2014, il 16 giugno del 2014 segnò una tripletta nella gara di esordio, vinta per 4-0 dai tedeschi contro il Portogallo.[61] Rimasto a secco nella partita successiva, pareggiata 2-2 contro la nazionale del Ghana,[62] Müller andò nuovamente a segno nella vittoria per 1-0 contro gli Stati Uniti.[63] Nella semifinale contro il Brasile si ripete, realizzando il primo gol della storica partita, poi vinta 7-1 dalla nazionale tedesca.[64][65] Il 13 luglio 2014 si laureò campione del mondo dopo la vittoria in finale sull'Argentina per 1-0, ottenuta grazie al gol decisivo di Mario Götze durante i tempi supplementari.[66][67] Al termine del torneo fu inserito nella top 11 FIFA della competizione[68] e ricevette il Pallone d'argento del campionato del mondo.

Venne convocato per il campionato d'Europa del 2016 in Francia,[69] rassegna in cui ancora non segnò nessun gol.[70] Inoltre, nel quarto di finale contro l'Italia si fece parare il tiro da Gianluigi Buffon, ma la Germania superò egualmente il turno[71] per poi essere eliminata in semifinale dalla Francia.[72]

Fu convocato anche per il campionato mondiale del 2018, dove la Germania si piazzò ultima nel girone F e lo stesso Müller, protagonista nel 2010 e nel 2014 con 5 reti segnate in ciascuna edizione del mondiale,[73] non riuscì a scrivere il proprio nome nella classifica dei marcatori.

Il 19 novembre 2018, in occasione della sfida di UEFA Nations League pareggiata per 2-2 contro l'Olanda,[74] collezionò la centesima presenza in nazionale maggiore.[75][76]

Il 5 marzo 2019 il CT tedesco Joachim Löw annunciò che Müller non avrebbe fatto parte dei piani futuri della nazionale.[77] Nonostante il giocatore fosse contrario alla decisione,[78][79] il 20 marzo 2019, insieme ai compagni di nazionale e di club Jerome Boateng e Mats Hummels, si congedò dai tifosi tedeschi prima dell'amichevole contro la Serbia[80] con una coreografia dedicata.

Il 19 maggio 2021, contrariamente a quanto annunciato due anni prima, il commissario tecnico Löw convocò Müller per l'imminente campionato europeo.[81] Il giocatore tornò in campo con la Mannschaft il 2 giugno 2021, in amichevole contro la Danimarca.[82] e giocò il campionato d'Europa, dove non riuscì, tuttavia, a incidere,[83] segnalandosi in negativo nell'ottavo di finale contro l'Inghilterra, partita nella quale sciupò una grande occasione da gol a tu per tu col portiere avversario Jordan Pickford nel finale di gara, sul risultato di 1-0 per gli inglesi (che nel finale raddoppiarono).[84]

Il 4 giugno 2022 raggiunge quota 113 presenze con la Germania, agganciando Philipp Lahm al quinto posto come giocatore più presente nella storia della selezione tedesca,[85] per poi superarlo tre giorni dopo.[86]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 5 agosto 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009   Bayern Monaco II 3.BL 32 15 - - - - - - - - - 32 15
2008-2009   Bayern Monaco BL 4 0 CG 0 0 UCL 1 1 - - - 5 1
2009-2010 BL 34 13 CG 6 4 UCL 12 2 - - - 52 19
2010-2011 BL 34 12 CG 5 3 UCL 8 3 SG 1 1 48 19
2011-2012 BL 34 7 CG 5 2 UCL 14 2 - - - 53 11
2012-2013 BL 28 13 CG 5 1 UCL 13 8 SG 1 1 47 23
2013-2014 BL 31 13 CG 5 8 UCL 12 5 SG+SU+Cmc 1+1+1 0 51 26
2014-2015 BL 32 13 CG 5 1 UCL 10 7 SG 1 0 48 21
2015-2016 BL 31 20 CG 5 4 UCL 12 8 SG 1 0 49 32
2016-2017 BL 29 5 CG 3 0 UCL 9 3 SG 1 1 42 9
2017-2018 BL 29 8 CG 5 4 UCL 10 3 SG 1 0 45 15
2018-2019 BL 32 6 CG 6 3 UCL 6 0 SG 1 0 45 9
2019-2020 BL 33 8 CG 6 2 UCL 10 4 SG 1 0 50 14
2020-2021 BL 32 11 CG 2 1 UCL 9 2 SG+SU+Cmc 1+1+1 1+0+0 46 15
2021-2022 BL 32 8 CG 2 0 UCL 10 4 SG 1 1 45 13
2022-2023 BL 1 0 CG 0 0 UCL 0 0 SG 1 0 2 0
Totale Bayern Monaco 416 137 60 33 136 52 16 5 628 227
Totale carriera 448 152 60 33 136 52 16 5 660 242

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-3-2010 Monaco di Baviera Germania   0 – 1   Argentina Amichevole -   67’
3-6-2010 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -   46’
13-6-2010 Durban Germania   4 – 0   Australia Mondiali 2010 - 1º turno 1
18-6-2010 Port Elizabeth Germania   0 – 1   Serbia Mondiali 2010 - 1º turno -   70’
23-6-2010 Johannesburg Ghana   0 – 1   Germania Mondiali 2010 - 1º turno -   43’,   68’
27-6-2010 Bloemfontein Germania   4 – 1   Inghilterra Mondiali 2010 - Ottavi di finale 2   72’
3-7-2010 Città del Capo Argentina   0 – 4   Germania Mondiali 2010 - Quarti di finale 1   35’,   84’
10-7-2010 Port Elizabeth Uruguay   2 – 3   Germania Mondiali 2010 - Finale 3º posto 1
3-9-2010 Bruxelles Belgio   0 – 1   Germania Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Colonia Germania   6 – 1   Azerbaigian Qual. Euro 2012 -   62’
8-10-2010 Berlino Germania   3 – 0   Turchia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Astana Kazakistan   0 – 3   Germania Qual. Euro 2012 -   71’
9-2-2011 Dortmund Germania   1 – 1   Italia Amichevole -   46’
26-3-2011 Kaiserslautern Germania   4 – 0   Kazakistan Qual. Euro 2012 2   78’
29-3-2011 Mönchengladbach Germania   1 – 2   Australia Amichevole -   65’
29-5-2011 Sinsheim Germania   2 – 1   Uruguay Amichevole -   79’
3-6-2011 Vienna Austria   1 – 2   Germania Qual. Euro 2012 -
7-6-2011 Baku Azerbaigian   1 – 3   Germania Qual. Euro 2012 -   88’
10-8-2011 Stoccarda Germania   3 – 2   Brasile Amichevole -
2-9-2011 Gelsenkirchen Germania   6 – 2   Austria Qual. Euro 2012 -
6-9-2011 Danzica Polonia   2 – 2   Germania Amichevole -   61’
7-10-2011 Istanbul Turchia   1 – 3   Germania Qual. Euro 2012 1
11-10-2011 Dortmund Germania   3 – 1   Belgio Qual. Euro 2012 -   71’
11-11-2011 Kiev Ucraina   3 – 3   Germania Amichevole 1   65’
15-11-2011 Amburgo Germania   3 – 0   Paesi Bassi Amichevole 1
29-2-2012 Brema Germania   1 – 2   Francia Amichevole -   45’
31-5-2012 Lipsia Germania   2 – 0   Israele Amichevole -   82’
9-6-2012 Leopoli Germania   1 – 0   Portogallo Euro 2012 - 1º turno -   90+4’
13-6-2012 Charkiv Paesi Bassi   1 – 2   Germania Euro 2012 - 1º turno -   90+2’
17-6-2012 Leopoli Danimarca   1 – 2   Germania Euro 2012 - 1º turno -   84’
22-6-2012 Danzica Germania   4 – 2   Grecia Euro 2012 - Quarti di finale -   67’
28-6-2012 Varsavia Germania   1 – 2   Italia Euro 2012 - Semifinale -   71’
15-8-2012 Francoforte sul Meno Germania   1 – 3   Argentina Amichevole -   32’
7-9-2012 Hannover Germania   3 – 0   Fær Øer Qual. Mondiali 2014 -   68’
11-9-2012 Vienna Austria   1 – 2   Germania Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Dublino Irlanda   1 – 6   Germania Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Berlino Germania   4 – 4   Svezia Qual. Mondiali 2014 -   67’
14-11-2012 Amsterdam Paesi Bassi   0 – 0   Germania Amichevole -   84’
6-2-2013 Saint-Denis Francia   1 – 2   Germania Amichevole 1   89’
22-3-2013 Astana Kazakistan   0 – 3   Germania Qual. Mondiali 2014 2   82’
26-3-2013 Norimberga Germania   4 – 1   Kazakistan Qual. Mondiali 2014 -
14-8-2013 Kaiserslautern Germania   3 – 3   Paraguay Amichevole 1   81’
6-9-2013 Monaco di Baviera Germania   3 – 0   Austria Qual. Mondiali 2014 1
10-9-2013 Tórshavn Fær Øer   0 – 3   Germania Qual. Mondiali 2014 1   84’
11-10-2013 Colonia Germania   3 – 0   Irlanda Qual. Mondiali 2014 -   88’
15-10-2013 Solna Svezia   3 – 5   Germania Qual. Mondiali 2014 -   46’
15-11-2013 Milano Italia   1 – 1   Germania Amichevole -   87’
1-6-2014 Mönchengladbach Germania   2 – 2   Camerun Amichevole 1
6-6-2014 Magonza Germania   6 – 1   Armenia Amichevole -   67’
16-6-2014 Salvador Germania   4 – 0   Portogallo Mondiali 2014 - 1º turno 3   82’
21-6-2014 Fortaleza Germania   2 – 2   Ghana Mondiali 2014 - 1º turno -
26-6-2014 Recife Stati Uniti   0 – 1   Germania Mondiali 2014 - 1º turno 1
30-6-2014 Porto Alegre Germania   2 – 1 dts   Algeria Mondiali 2014 - Ottavi di finale -
4-7-2014 Rio de Janeiro Francia   0 – 1   Germania Mondiali 2014 - Quarti di finale -
8-7-2014 Belo Horizonte Brasile   1 – 7   Germania Mondiali 2014 - Semifinale 1
13-7-2014 Rio de Janeiro Germania   1 – 0 dts   Argentina Mondiali 2014 - Finale -
3-9-2014 Düsseldorf Germania   2 – 4   Argentina Amichevole -   57’
7-9-2014 Dortmund Germania   2 – 1   Scozia Qual. Euro 2016 2   90+5’
11-10-2014 Varsavia Polonia   2 – 0   Germania Qual. Euro 2016 -
14-10-2014 Gelsenkirchen Germania   1 – 1   Irlanda Qual. Euro 2016 -
14-11-2014 Norimberga Germania   4 – 0   Gibilterra Qual. Euro 2016 2
18-11-2014 Vigo Spagna   0 – 1   Germania Amichevole -   22’
29-3-2015 Tbilisi Georgia   0 – 2   Germania Qual. Euro 2016 1
4-9-2015 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Polonia Qual. Euro 2016 1
7-9-2015 Glasgow Scozia   2 – 3   Germania Qual. Euro 2016 2
8-10-2015 Dublino Irlanda   1 – 0   Germania Qual. Euro 2016 -
11-10-2015 Lipsia Germania   2 – 1   Georgia Qual. Euro 2016 1
13-11-2015 Parigi Francia   2 – 0   Germania Amichevole -
26-3-2016 Berlino Germania   2 – 3   Inghilterra Amichevole -   75’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania   4 – 1   Italia Amichevole - cap.   68’
4-6-2016 Gelsenkirchen Germania   2 – 0   Ungheria Amichevole 1   73’
12-6-2016 Lilla Germania   2 – 0   Ucraina Euro 2016 - 1º turno -
16-6-2016 Saint-Denis Germania   0 – 0   Polonia Euro 2016 - 1º turno -
21-6-2016 Parigi Irlanda del Nord   0 – 1   Germania Euro 2016 - 1º turno -
26-6-2016 Lilla Germania   3 – 0   Slovacchia Euro 2016 - Ottavi di finale -
2-7-2016 Bordeaux Germania   1 – 1 dts
(6 – 5 dtr)
  Italia Euro 2016 - Quarti di finale -
7-7-2016 Marsiglia Germania   0 – 2   Francia Euro 2016 - Semifinale -
31-8-2016 Mönchengladbach Germania   2 – 0   Finlandia Amichevole -   78’
4-9-2016 Oslo Norvegia   0 – 3   Germania Qual. Mondiali 2018 2
8-10-2016 Amburgo Germania   3 – 0   Rep. Ceca Qual. Mondiali 2018 2
11-10-2016 Hannover Germania   2 – 0   Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2018 -
11-11-2016 San Marino San Marino   0 – 8   Germania Qual. Mondiali 2018 - cap.
15-11-2016 Milano Italia   0 – 0   Germania Amichevole - cap.   60’
22-3-2017 Dortmund Germania   1 – 0   Inghilterra Amichevole -
26-3-2017 Baku Azerbaigian   1 – 4   Germania Qual. Mondiali 2018 1
1-9-2017 Praga Rep. Ceca   1 – 2   Germania Qual. Mondiali 2018 - cap.
4-9-2017 Stoccarda Germania   6 – 0   Norvegia Qual. Mondiali 2018 - cap.   46’
5-10-2017 Belfast Irlanda del Nord   1 – 3   Germania Qual. Mondiali 2018 - cap.   83’
8-10-2017 Kaiserslautern Germania   5 – 1   Azerbaigian Qual. Mondiali 2018 - cap.   70’
23-3-2018 Düsseldorf Germania   1 – 1   Spagna Amichevole 1   53’
8-6-2018 Leverkusen Germania   2 – 1   Arabia Saudita Amichevole -   74’
17-6-2018 Mosca Germania   0 – 1   Messico Mondiali 2018 - 1º turno -   83’
23-6-2018 Soči Germania   2 – 1   Svezia Mondiali 2018 - 1º turno -
27-6-2018 Kazan' Corea del Sud   2 – 0   Germania Mondiali 2018 - 1º turno -   63’
6-9-2018 Monaco di Baviera Germania   0 – 0   Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
9-9-2018 Sinsheim Germania   2 – 1   Perù Amichevole -   84’
13-10-2018 Amsterdam Paesi Bassi   3 – 0   Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   57’
16-10-2018 Saint-Denis Francia   2 – 1   Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   88’
15-11-2018 Lipsia Germania   3 – 0   Russia Amichevole -   73’
19-11-2018 Gelsenkirchen Germania   2 – 2   Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   67’
2-6-2021 Innsbruck Germania   1 – 1   Danimarca Amichevole -
7-6-2021 Düsseldorf Germania   7 – 1   Lettonia Amichevole 1   76’
15-6-2021 Monaco di Baviera Francia   1 – 0   Germania Euro 2020 - 1º turno -
19-6-2021 Monaco di Baviera Portogallo   2 – 4   Germania Euro 2020 - 1º turno -
23-6-2021 Monaco di Baviera Germania   2 – 2   Ungheria Euro 2020 - 1º turno -   68’
29-6-2021 Londra Inghilterra   2 – 0   Germania Euro 2020 - Ottavi di finale -   90+2’
8-10-2021 Amburgo Germania   2 – 1   Romania Qual. Mondiali 2022 1   67’
11-10-2021 Skopje Macedonia del Nord   0 – 4   Germania Qual. Mondiali 2022 -   80’
11-11-2021 Wolfsburg Germania   9 – 0   Liechtenstein Qual. Mondiali 2022 2
14-11-2021 Erevan Armenia   1 – 4   Germania Qual. Mondiali 2022 - cap.   60’
26-3-2022 Sinsheim Germania   2 – 0   Israele Amichevole -   46’
29-3-2022 Amsterdam Paesi Bassi   1 – 1   Germania Amichevole 1
4-6-2022 Bologna Italia   1 – 1   Germania UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -   65’
7-6-2022 Monaco di Baviera Germania   1 – 1   Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -   75’
11-6-2022 Budapest Ungheria   1 – 1   Germania UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -   78’
15-6-2022 Mönchengladbach Germania   5 – 2   Italia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 1   75’
Totale Presenze (5º posto) 116 Reti (7º posto) 44

RecordModifica

  • Calciatore che ha fornito il maggior numero di assist in una singola stagione di Bundesliga (21, a pari merito con Kevin De Bruyne)
  • Calciatore che ha fornito il maggior numero di assist nella storia della Bundesliga
  • Calciatore che ha vinto il maggior numero di campionati tedeschi consecutivi (10, a pari merito con Manuel Neuer)
  • Calciatore tedesco con il maggior numero di reti in UEFA Champions League (52)
  • Calciatore che ha fornito il maggior numero di assist con la nazionale tedesca (40, a pari merito con Mesut Özil)
  • Calciatore tedesco con il maggior numero di assist forniti al campionato mondiale di calcio (6)
  • Calciatore in attività con il maggior numero di reti segnate al campionato mondiale di calcio (10)
  • Calciatore che ha vinto il maggior numero di partite in Bundesliga giocando sempre nello stesso club
  • Calciatore tedesco con il maggior numero di assist forniti in UEFA Champions League
  • Calciatore tedesco con il maggior numero di assist forniti nella storia del calcio
  • Calciatore che ha fornito il maggior numero di assist al campionato mondiale di calcio 2010 (3, a pari merito con Bastian Schweinsteiger, Mesut Özil e Dirk Kuijt)
  • Calciatore con il maggior numero di campionati tedeschi vinti (11)
  • Calciatore tedesco con il maggior numero di trofei vinti (32)
  • Calciatore con il maggior numero di supercoppe tedesche vinte (8)

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Thomas Müller, su it.eurosport.yahoo.com. URL consultato il 16 giugno 2014.
  2. ^ (EN) Thomas Müller: Germany's most decorated footballer, 2 ottobre 2020.
  3. ^ a b Bundesliga, Bayern Monaco-Borussia Dortmund 3-1: bavaresi campioni di Germania per il decimo anno consecutivo, Eurosport, 23 aprile 2022.
  4. ^ a b c d e f Pierfrancesco Archetti, Müller Ecco l'anti-eroe. «In televisione mi vedo buffo», su archiviostorico.gazzetta.it, 6 luglio 2010. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  5. ^ Paolo Tomaselli, Muller, incubo juventino (col sorriso) per la Champions, in Il Corriere della Sera, 6 luglio 2010.
  6. ^ Thomas Muller, su ansa.it, 29 maggio 2016.
  7. ^ Philip Röber, Le stelle di UEFA EURO 2016: Thomas Müller, su it.uefa.com, 5 febbraio 2016.
  8. ^ a b c d e Next Generation: Mueller La rivelazione del Bayern, su gazzetta.it, 9 gennaio 2015. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  9. ^ a b c d e f g Ora tutti festeggiano l'ex dilettante Müller, su archiviostorico.gazzetta.it, gazzetta.it, 28 giugno 2010. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  10. ^ a b c d Giovanni Battistuzzi, Thomas Müller e la libera "ignoranza" al potere, in Il Foglio, 20 febbraio 2018. URL consultato il 20 febbraio 2018.
  11. ^ Si tratta di un neologismo nato da una storpiatura di Traumdeuter ("Interprete dei sogni"). Fonte: (EN) Raumdeuter Meaning, su theraumdeuter.com. URL consultato il 9 luglio 2016.
  12. ^ a b Bundesliga, Borussia ko con lo Schalke 04. Il Bayern passa a Colonia, su gazzetta.it, 27 settembre 2014. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  13. ^ a b Borussia-Bayern 1-2, festa con Robben sul filo di lana, su gazzetta.it, 25 maggio 2013. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  14. ^ a b Maradona show: «Non mi siedo di fianco a un debuttante», su corriere.it, 5 marzo 2010. URL consultato l'11 febbraio 2015.
  15. ^ (EN) Don Balon's list of the 100 best young players in the world, su thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  16. ^ (DE) Spielstatistik FC Bayern München II - 1. FC Union Berlin 2:1 (0:0), su fussballdaten.de, 27 luglio 2008. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  17. ^ (DE) Spielbericht FC Bayern München - Hamburger SV 2:2 (2:1), su fussballdaten.de, 15 agosto 2008. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  18. ^ (DE) Spielbericht FC Bayern München - Sporting Lissabon 7:1 (4:1), su fussballdaten.de, 10 marzo 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  19. ^ (DE) Badstuber und Müller unterschreiben, su fcbayern.t-home.de, 16 febbraio 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2009).
  20. ^ (DE) Spielbericht Borussia Dortmund - FC Bayern München 1:5 (1:1), su fussballdaten.de, 12 settembre 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  21. ^ Ofer Ronen-Abels, Bayern corsaro a Tel Aviv, su it.uefa.com, 15 settembre 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  22. ^ (DE) FCB verlängert Verträge mit drei Spielern, su fcbayern.t-home.de, 16 febbraio 2009. URL consultato il 24 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2010).
  23. ^ (DE) Spielbericht FC Bayern München - VfL Bochum 3:1 (2:0), su fussballdaten.de, 1º maggio 2010. URL consultato il 24 ottobre 2010.
  24. ^ Claudio Colla, Ufficiale: Bayern Monaco, Muller fino al 2015, su tuttomercatoweb.com, 6 agosto 2010. URL consultato il 6 agosto 2010.
  25. ^ Bayern Monaco 2-0 Schalke 04, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  26. ^ Bayern Monaco 2-1 Wolfsburg, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  27. ^ Bayern Monaco 4-1 Eintracht Frankfurt, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  28. ^ Alemannia Aachen 0-4 Bayern Monaco, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  29. ^ Bayern Monaco 6-0 HSV, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  30. ^ Bayern Monaco 2-3 Inter, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  31. ^ Coppa di Germania - Compitino Bayern: due rigori e 3-0, su it.eurosport.yahoo.com, 1º agosto 2011. URL consultato il 17 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2014).
  32. ^ Schalke 04 0-2 Bayern Monaco, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  33. ^ Bayern Monaco 3-0 Bayer Leverkusen, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  34. ^ Bayern Monaco 7-0 Basilea, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  35. ^ Norimberga 0-1 Bayern Monaco, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  36. ^ Bayern Monaco 1-1 Chelsea, su it.soccerway.com. URL consultato il 30 giugno 2012.
  37. ^ Bayern campione di Germania con 6 turni d'anticipo: è il trionfo numero 23, su gazzetta.it, 6 aprile 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  38. ^ Borussia-Bayern 1-2, festa con Robben sul filo di lana, su gazzetta.it, 25 maggio 2013. URL consultato il 26 giugno 2014.
  39. ^ Supercoppa, Bayern-Chelsea 7-6 ai rigori, Guardiola batte Mou, su gazzetta.it, 30 agosto 2013. URL consultato il 7 marzo 2015.
  40. ^ Mondiale per club: trionfa il Bayern. Raja Casablanca battuto 2-0, su gazzetta.it, 21 dicembre 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  41. ^ Festa Bayern Monaco: 24º titolo con 7 giornate d'anticipo, su gazzetta.it, 25 marzo 2014. URL consultato il 21 giugno 2014.
  42. ^ Bayern Monaco vince Coppa di Germania, su gazzetta.it, 17 maggio 2014. URL consultato il 21 giugno 2014.
  43. ^ Bundesliga, Wolfsburg battuto 1-0: il Bayern è campione di Germania, su gazzetta.it, 26 aprile 2015. URL consultato il 10 maggio 2015.
  44. ^ (EN) Bayern quintet repeat glorious treble triumph, su fcbayern.com, 25 agosto 2020. URL consultato il 14 luglio 2021.
  45. ^ FC Augsburg 2–1 Bayern Munich: Bundesliga leaders beaten, su BBC Sport, 19 novembre 2021.
  46. ^ Bayern Munich 3-0 Barcelona, su BBC Sport, 8 dicembre 2021.
  47. ^ FC Bayern Munich 4-0 Wolfsburg, su BBC Sport, 17 dicembre 2021.
  48. ^ (DE) Deutschland 1-3 Türkei, su dfb.de, 11 agosto 2009. URL consultato il 23 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2009).
  49. ^ (DE) San Marino 0-11 Deutschland, su dfb.de, 17 novembre 2009. URL consultato il 23 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2014).
  50. ^ (DE) Deutschland 0-1 Argentinien, su dfb.de, 3 marzo 2010. URL consultato il 23 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2014).
  51. ^ (EN) German lessons for stunned Socceroos, su fifa.com, 13 giugno 2010. URL consultato il 24 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2010).
  52. ^ (EN) Impressive Germany power past England, su fifa.com, 27 giugno 2010. URL consultato il 24 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2010).
  53. ^ (EN) Rampant Germany oust Argentina, su fifa.com, 3 luglio 2010. URL consultato il 24 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2019).
  54. ^ (EN) Germany pip Uruguay to third place, su fifa.com, 10 luglio 2010. URL consultato il 24 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2019).
  55. ^ (EN) Puyol sends Spain into the Final, su fifa.com, 7 luglio 2010. URL consultato il 28 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2014).
  56. ^ (EN) Muller: Award win is incredible, su fifa.com, 11 luglio 2010. URL consultato il 28 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2014).
  57. ^ (EN) Hyundai Best Young Player - Thomas Mueller, su fifa.com, 11 luglio 2010. URL consultato il 28 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2014).
  58. ^ (EN) Muller claims two coveted crowns, su fifa.com, 11 luglio 2010. URL consultato il 28 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2014).
  59. ^ (EN) World Cup 2010: Germany's Thomas Mueller wins young player award, beating Mexico's Giovani dos Santos and Ghana's Andre Ayew, su goal.com, 11 luglio 2010. URL consultato il 29 giugno 2014.
  60. ^ Luca Gelmini, Doppio Balotelli, l'Italia stende la Germania. Azzurri in finale: sfida per il titolo con la Spagna, su corriere.it, 28 giugno 2012. URL consultato il 17 agosto 2014.
  61. ^ Pierfrancesco Archetti, Mondiale, Germania-Portogallo 4-0: tris di Müller, gol di Hummels, espulso Pepe, su gazzetta.it, 16 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  62. ^ Ivan Palumbo, Mondiali, Germania-Ghana 2-2, Klose record. In gol anche Götze, Ayew e Gyan, su gazzetta.it, 21 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  63. ^ Mondiali 2014, Usa-Germania 0-1, Müller gol: Löw e Klinsmann agli ottavi, su gazzetta.it, 26 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  64. ^ Mondiali, Brasile-Germania 1-7: umiliazione storica, tedeschi in finale, su gazzetta.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.
  65. ^ Brasile umiliato, la Germania vince 7-1, Scolari: “Chiedo scusa a tutto il popolo”, su lastampa.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2014).
  66. ^ Mondiali, Germania campione! Argentina battuta 1-0: Götze al 113', su gazzetta.it, 14 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014.
  67. ^ Germania campione del mondo, su ilpost.it, 13 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014.
  68. ^ Mondiali, top 11 Fifa con 5 tedeschi: Kroos il migliore. E Messi non c'è, su gazzetta.it, 16 luglio 2014. URL consultato il 19 luglio 2014.
  69. ^ (DE) LÖW STREICHT BELLARABI, BRANDT, REUS UND RUDY, su dfb.de, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  70. ^ Euro 2016 flop per Muller: 0 goal e un rigore sbagliato, su goal.com. URL consultato il 14 luglio 2021.
  71. ^ Italia-Germania 1-1: azzurri eliminati al nono calcio di rigore. Tedeschi in semifinale, su ilfattoquotidiano.it, 2 luglio 2016. URL consultato il 14 luglio 2021.
  72. ^ Germania-Italia 7-6 ai rigori: azzurri a casa, tedeschi in semifinale, su gazzetta.it. URL consultato il 30 giugno 2020.
  73. ^ I numeri del Mondiale: in Russia 59 'italiani', 11 dalla Juventus. Dal City 16 stelle. E Muller insegue Muller, su repubblica.it, 10 giugno 2018. URL consultato il 30 giugno 2020.
  74. ^ (EN) Virgil van Dijk strikes late as Netherlands draw with Germany to reach Nations League finals, su espn.com, 19 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  75. ^ (FR) Allemagne : le cap des 100 sélections pour Thomas Müller contre les Pays-Bas ?, su France Football. URL consultato il 19 novembre 2018.
  76. ^ (EN) Germany vs. the Netherlands full time: the Dutch come back 2-2!, in Bavarian Football Works. URL consultato il 19 novembre 2018.
  77. ^ Germania, Löw annuncia: "Boateng, Hummels e Muller fuori dalla nazionale", su gazzetta.it. URL consultato il 14 giugno 2019.
  78. ^ (EN) Michael Butler, Thomas Müller 'angry' after Joachim Löw says he has no Germany future, in The Guardian, 6 marzo 2019. URL consultato il 14 giugno 2019.
  79. ^ Thomas Müller non l'ha presa bene, su rsi.ch, 6 marzo 2019. URL consultato il 14 giugno 2019.
  80. ^ Germania-Serbia 1-1: a Jovic risponde Goretzka, su sport.sky.it, 20 marzo 2019. URL consultato il 14 giugno 2019.
  81. ^ Germania, due grandi ritorni per gli europei, su sport.sky.it. URL consultato il 20 maggio 2021.
  82. ^ (DE) DFB elf mit Remis bei Müller-Comeback, Frankreich bezwingt Wales, su fcbayern.com, 2 giugno 2021. URL consultato il 3 giugno 2021.
  83. ^ Le delusioni di Euro 2020, su ultimouomo.com, 14 luglio 2021. URL consultato il 14 luglio 2021.
  84. ^ Le pagelle di Inghilterra-Germania 2-0: Sterling e Grealish super, male Mueller e Kimmich, su eurosport.it, 29 giugno 2021. URL consultato il 14 luglio 2021.
  85. ^ Italia - Germania 1-1: Pellegrini porta in vantaggio gli Azzurri ma Kimmich risponde, su it.uefa.com, 4 giugno 2022. URL consultato il 5 giugno 2022.
  86. ^ (EN) Germany 1-1 England: Late Kane penalty pegs back hosts, su uefa.com, 7 giugno 2022. URL consultato l'8 giugno 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310508151 · GND (DE1052565301 · WorldCat Identities (ENviaf-310508151