Thunder Alley (film 1967)

film del 1967 diretto da Richard Rush
Thunder Alley
Titolo originaleThunder Alley
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1967
Durata90 min
Rapporto2,35:1
Genereazione, sentimentale
RegiaRichard Rush
SoggettoSy Salkowitz
SceneggiaturaSy Salkowitz
ProduttoreBurt Topper
Produttore esecutivoJames H. Nicholson, Samuel Z. Arkoff
Casa di produzioneAmerican International Pictures
Distribuzione in italianoMetro-Goldwyn-Mayer
FotografiaMonroe P. Askins
MontaggioKenneth G. Crane, Ronald Sinclair
Effetti specialiJoe Zomar
MusicheMike Curb, Davie Allan
ScenografiaDaniel Haller
CostumiRichard Bruno
TruccoJeanne Bodel
Interpreti e personaggi

Thunder Alley è un film del 1967 diretto da Richard Rush.

Nonostante sia considerato uno dei peggiori film di automobili degli anni sessanta,[1] è stato recentemente rivalutato dalla critica internazionale perché riportato alla luce dal regista statunitense Quentin Tarantino, che ha addirittura riutilizzato un pezzo della colonna sonora in A prova di morte, una pellicola omaggio ai film d'exploitation ed ai B-movie.

TramaModifica

Tommy Callahan (Fabian) è un pilota di auto da corsa che soffre di continue amnesie e provoca incidenti - a volte mortali - causati da queste. Dopo l'ennesimo incidente, Tommy viene squalificato e dunque cerca di riscattarsi e tornare nel mondo delle autovetture.

RipreseModifica

Il film venne girato nella popolare spiaggia di Daytona Beach, in Florida.

Slogan promozionaliModifica

  • «Their god is speed...their pleasure is an "anytime" girl!»
    «Il loro dio è la velocità...il loro spasso è una ragazza "ogni momento"!»;
  • «Days of screaming wheels, nights of reckless pleasure!»
    «Giorni di ruote urlanti, notti di piaceri spericolati!».

NoteModifica

  1. ^ Repubblica: Thunder Alley, su repubblica.it. URL consultato il 30 dicembre 2007.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema