Apri il menu principale

Tijana Bošković

pallavolista serba

CarrieraModifica

ClubModifica

La carriera di Tijana Bošković, sorella minore della pallavolista Dajana Bošković[1], inizia nel 2010 nel club del Hercegovac: nella stagione 2011-12 fa il suo esordio nella pallavolo professionistica nella Superliga serba ingaggiata dal Vizura.

Nel campionato 2013-14, in seguito alla fusione del suo club con il Partizan, difende i colori di quest'ultimo, aggiudicandosi la Supercoppa serba e lo scudetto, ma già nel campionato seguente, conclusi gli effetti dell'accordo tra i due club, torna a vestire la maglia del Vizura, conquistando la Supercoppa serba, la Coppa di Serbia e lo scudetto.

Nella stagione 2015-16 si trasferisce in Turchia vestendo la maglia dell'Eczacıbaşı, con quale vince il campionato mondiale per club 2016, la Coppa CEV 2017-18 venendo premiata in entrambi i casi come miglior giocatrice, due Supercoppe turche (vincendo anche il premio individuale come miglior giocatrice nell'edizione 2019) e la Coppa di Turchia 2018-19, insignita nuovamente del premio di MVP.

NazionaleModifica

Oltre a far parte delle nazionali giovanili serbe, con cui vince la medaglia d'oro al campionato europeo Under-19, venendo premiata anche come MVP, dal 2013 ottiene le prime convocazioni nella nazionale maggiore, con la quale vince la medaglia d'argento alla Coppa del Mondo 2015 e quella di bronzo al campionato europeo 2015.

Durante i Giochi della XXXI Olimpiade di Rio de Janeiro, conquista la medaglia d'argento. Nel 2017 vince la medaglia di bronzo al World Grand Prix e d'oro al campionato europeo, nel 2018 l'oro al campionato mondiale e nel 2019 l'oro al campionato europeo, venendo premiata nelle ultime tre competizioni come miglior giocatrice.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ POL W: Bošković moves to Polish league, su worldofvolley.com. URL consultato il 17 giugno 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica