Apri il menu principale
Tirso
TrierStPaulinSt.ThyrsusH1b.jpg
Statua di san Tirso martire nella Basilica di San Paolino a Treviri
 

martire

 
Nascita?
Morteverso il 250
Venerato daChiesa cattolica, Chiesa ortodossa
Ricorrenza14 dicembre

San Tirso, o Thyrsos o Thyrsus (... – Apollonia, 250 circa), è stato un santo turco. Egli subì il martirio a causa della persecuzione dei cristiani sotto l'imperatore Decio, verso il 250.

Indice

NomeModifica

Altri nomi di Tirso sono Thyrsus, Thyrse, in francese, Santiso (oltre a Tirso) in spagnolo.

AgiografiaModifica

Fu testimone dei martirii di san Leucio e san Callinico, contro cui egli si sarebbe opposto, per essere poi lui stesso infine sottoposto al supplizio. I suoi aguzzini non riuscivano a ucciderlo e infine decisero di segarlo in due parti, ma la sega divenne così pesante che i suoi torturatori non riuscirono a proseguire. Questo evento viene ricordato nell'iconografia a lui dedicata, ove compare con una sega in mano.

Secondo la leggenda la salma di Tirso sarebbe stata inumata ad Apollonia. Nel IV secolo essa sarebbe stata traslata a Costantinopoli, dove sotto il pretore Cesario di Nazianzo fu eretta una chiesa in suo onore. Un'altra chiesa fu eretta e a lui dedicata dall'imperatore Giustiniano I.

La sua memoria liturgica cade il 14 dicembre.[1]

PatrociniModifica

Anche nella parte occidentale dell'Impero romano si diffuse il culto del santo. Tirso è il patrono di Sisteron, un comune della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra.

La locale cattedrale di Notre-Dame-des-Pommiers-et-Saint-Thyrse è a lui dedicata. Altre chiese a lui dedicate sono la cappella di San Tirso di Robion, nel comune francese di Castellane e la chiesa di Châteauponsac presso Limoges.

Gli sono poi state dedicate chiese nella città portoghese di Braga e nelle città spagnole di Oviedo, Girona, Toledo e Sahagún.

A Palas de Rei, nella regione spagnola della Galizia, vi è una chiesa a lui dedicata e sulla Plaza de Concello gli è stata eretta una statua.

Nella zona orientale dell'isola di Cipro, sulla penisola di Karpas, vi è una cappella con accanto una chiesa greco-ortodossa dedicata a san Tirso (Agios Thyrsos).

NoteModifica

  1. ^ (DE) Thyrsus, Leucios, Callinicos und Gefährten. In: Stadlers Vollständiges Heiligenlexikon

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica