Tito Quinzio Atta

commediografo romano

Tito Quinzio Atta (in latino: Titus Quinctius Atta; ... – 77 a.C.[1]) è stato un poeta romano.

BiografiaModifica

Pressoché nulla si sa della sua vita. L'unico dato conosciuto è la data della sua morte che secondo San Girolamo avvenne nel 77 a.C. a Roma. Apparteneva all'illustre gens Quinctia. Il soprannome di Atta (cioè "colui che cammina sulle piante dei piedi") gli deriva dall'aver recitato nel ruolo di planipes (attore di mimo che indossava calzature non rialzate) o da un difetto fisico alle gambe.

La produzione letteraria di Atta, benché comprendesse anche degli epigrammi, trova la sua massima espressione nelle sue comoediae togatae, per le quali Atta ricevette elogi già nell'antichità da Varrone e da Frontone che ne loda la caratterizzazione dei personaggi femminili. Di tutta la sua produzione restano a noi soltanto 18 frammenti e 12 titoli (Aedilicia, Aquae caldae, Conciliatrix, Gratulatio, Lucubratio, Materterae, Megalensia, Nurus, Satura, Socrus, Supplicatio, Tiro proficiscens).

La lingua di Atta presenta tratti di arcaismo. Dello stile, a causa dell'esiguo numero dei frammenti, non ci si può fare un'idea precisa, ma i frammenti offrono numerosi esempi di allitterazioni.

NoteModifica

  1. ^ Pontiggia; Grandi, Letteratura latina, p. 89.

BibliografiaModifica

  • Comoedia togata. Fragments, ed. A. Daviault, Collection Budé, Paris, Les Belles Lettres, 1981.
  • Fabularum togatarum fragmenta, ed. A. Lopez Lopez, Salamanca, Universidad, 1983.
  • Fabula togata. I frammenti, I, Titinio e Atta, Milano, Jaca Book, 1985.
  • A. Pociña, A. Lopez, Pour une vision globale de la comédie «togata», «Cahiers du GITA», 14, 2001, 177-199.
  • G. Pontiggia, M.C. Grandi, Letteratura latina. Storia e testi, Milano, Principato, 1996.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN196932421 · ISNI (EN0000 0003 7479 1194 · SBN IT\ICCU\TO0V\037817 · LCCN (ENn85297967 · GND (DE1089714300 · BNF (FRcb12586590k (data) · BAV (EN495/186471 · WorldCat Identities (ENlccn-n85297967