Apri il menu principale

Tobias Sammet

cantante, tastierista e bassista tedesco
Tobias Sammet
Tobias Sammet Gods.jpg
Tobias Sammet in concerto con gli Edguy al Gods of Metal 2006.
NazionalitàGermania Germania
GenereHeavy metal
Hard rock
Power metal
Symphonic metal
Periodo di attività musicale1995 – in attività
StrumentoVoce
Tastiere
Basso
Chitarra
Gruppo attualeEdguy
Avantasia
Album pubblicati27
Studio25
Live1
Raccolte1
Sito ufficiale

Tobias Sammet (Fulda, 21 novembre 1977) è un cantante tedesco, polistrumentista e frontman del gruppo power metal tedesco Edguy, nonché ideatore del supergruppo Avantasia.

BiografiaModifica

Tobias coltiva interesse per la musica fin dall'infanzia, quando ricevette un organo, che iniziò a suonare all'età di 6 anni. A 10 anni conobbe Jens Ludwig. Insieme a lui, Dirk Sauer e Dominik Storch, fondò gli Edguy.

La sua impostazione canora deve molto ai cantanti ai quali si ispira: Michael Kiske, Paul Stanley, Bon Scott e Bruce Dickinson sopra agli altri. Tobias infatti non ha mai nascosto il suo amore per band quali AC/DC, Queen e Helloween.

Con gli Edguy Sammet mosse i primi passi in ambito professionale, raggiungendo ben presto la notorietà nell’ambiente metal dopo la pubblicazione di alcuni dischi entrati in classifica in tutto il mondo, seguiti sempre da tour mondiali.

Successivamente fondò il progetto Avantasia, una metal opera corale condivisa con molti cantanti celebri del settore metal, e pubblicò un doppio concept album dal titolo "The Metal Opera".

Inizialmente nato come un progetto in studio insostenibile in veste live, Sammet ha invece rilanciato nuovamente Avantasia nel 2008 con il disco The Scarecrow, e da allora ha prodotto regolarmente dischi e tour come una vera e propria band a tutti gli effetti.

Il vero punto di svolta per il progetto accade quando gli viene offerto lo slot serale sul palco del Wacken Open Air nel 2008, proprio con gli Avantasia. Da allora Sammet ha messo in scena il suo side project come una vera big band metal, e ha regolarmente visitato il Nord e il Sud America, l'Asia e l'Europa.

Compare inoltre come ospite nell'album di Rob Rock Holy Hell, nell'opera metal Aina e nell'album New Era dei Revolution Renaissance, dell’amico e collega Timo Tolkki. [1][2]

CuriositàModifica

Nel 2011, i lettori del Japanese Burrn Magazine lo hanno classificato come miglior autore dopo aver pubblicato in contemporanea il doppio concept album The Wicked Symphony e Angel Of Babylon. A questa pubblicazione collaborano i nomi più in voga del momento: Jorn Lande, Russel Allen, Eric Singer, Jon Oliva, Michael Kiske, Andre Matos, Bob Catley, Tim “Ripper” Owens e molti altri. I due dischi contengono ben 21 canzoni scritte tutte da Tobias. [3]

Durante un concerto con la sua band Edguy al Bang Your Head Festival nel 2012, Sammet è caduto dal palco rompendosi il naso e diverse costole. Nonostante queste ferite, ha cantato l'intera scaletta prevista prima di essere ricoverato in ospedale. [4]

Tobias Sammet ha venduto più di tre milioni di dischi, ha partecipato a 12 tour mondiali in più di 40 paesi, ha ottenuto dei buoni piazzamenti in classifica in tutti gli stati del mondo e ha suonato in tutti i principali festival (inclusi 10 spettacoli al Wacken Open Air).

Attualmente i suoi due progetti, Avantasia e Edguy, sono vivi e vegeti; Tobias alterna sempre le due produzioni sia in veste live che in studio.

É un tifoso del Bayern Monaco.

DiscografiaModifica

EdguyModifica

DemoModifica

Album studioModifica

LiveModifica

RaccolteModifica

EPModifica

SingoliModifica

DVDModifica

AvantasiaModifica

Revolution RenaissanceModifica

AinaModifica

Partecipazioni e collaborazioniModifica

NoteModifica

  1. ^ Cewek Bispak, Interview with Tobias Sammet, in Cewek Bispak Paha Mulus, WordPress.com, 12 maggio 2010. URL consultato il 3 aprile 2014.
  2. ^ Interview: Tobias Sammet from Edguy, in New-Transcendence, 31 marzo 2014. URL consultato il 3 aprile 2014.
  3. ^ Tobias Sammet: Avantasia, su tobiassammet.com. URL consultato l'8 maggio 2017.
  4. ^ (EN) EDGUY Frontman Falls Off Stage At Germany's BANG YOUR HEAD!!! Festival, in BLABBERMOUTH.NET, 15 luglio 2012. URL consultato il 15 maggio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85767744 · ISNI (EN0000 0000 7841 268X · LCCN (ENno2017035441 · GND (DE135246709 · BNF (FRcb14044279b (data) · WorldCat Identities (ENno2017-035441