Tommaso Aversa

poeta e drammaturgo italiano

Tommaso Aversa (Mistretta, 1623Palermo, 1663) è stato un poeta e drammaturgo italiano.

Tommaso Aversa

BiografiaModifica

Discepolo di Ortensio Scammacca, coltivò lo studio dei classici. Discreto traduttore di Virgilio, lo si ricorda soprattutto per alcune commedie in cui mise alla berlina debolezze e difetti della Palermo dell'epoca.

Aversa, che compose anche commedie in italiano e drammi sacri manifestando un'influenza del teatro gesuitico, è noto per essere l'autore della commedia in lingua siciliana La notti di Palermu (1638): l'opera, considerata fra le opere più importanti del teatro regionale secentesco, è il più antico testo conservato del teatro dialettale siciliano. Pochi anni prima di morire, fra il 1654 e il 1660, tradusse anche in siciliano l'Eneide di Virgilio, volgendola in ottave e pubblicandola in tre volumi.

Fece parte dell'Accademia dei Riaccesi col nome di Arido nonché delle due accademie romane degli Umoristi e degli Anfistili col nome di Esaltato. Fu al servizio del viceré Moncada duca di Montalto e di don Diego d'Aragona che seguì a Vienna, Madrid e Roma e negli stessi anni pubblicò la traduzione siciliana dell'Eneide. Dopo la morte della moglie vestì l'abito talare; morì a Palermo nel 1663, stroncato da un colpo apoplettico.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN77117705 · ISNI (EN0000 0001 2018 3527 · LCCN (ENn92087387 · GND (DE119069210 · BNF (FRcb12254862j (data) · BAV (EN495/4191 · CERL cnp01335470 · WorldCat Identities (ENlccn-n92087387