Apri il menu principale

Tommaso Napoli

allenatore di calcio e calciatore italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tommaso Napoli (disambigua).
Tommaso Napoli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Giovanili
600px Verde e Giallo.svg AMAT Palermo
Squadre di club1
1984-1985 600px Verde e Giallo.svg AMAT Palermo ? (?)
1985-1988 Licata 52 (2)
1988-1989 Catania 12 (0)
1989-1990 Licata 37 (1)
1990-1992 Foggia 40 (2)
1992-1994 Cosenza 67 (2)
1994-1996 Acireale 63 (0)
1996 Carrarese 6 (0)
1996-1997 Catania 7 (0)
1997 Gela J.T. 4 (0)
1997-1998 Marsala 21 (3)
1998-1999 Fano 7 (0)
1999 Nocerina 5 (0)
1999-2000 Marsala 21 (0)
2000-2001 Nardò 20 (1)
2001-2002 Cavese 24 (0)
2002-2003 Isernia 21 (0)
2003-2004 Milazzo 4 (0)
Carriera da allenatore
2004-2005 Bianco e Azzurro.svg Luzzese
2006-2007 Gela vice
2007-2008 Castrovillari
2009 Licata
2010-2011 Licata
2011-2012 Cosenza
2012 Taranto
2014 Martina
2015-2016 Mazara
2018-2019 Pomigliano
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 agosto 2012

Tommaso Napoli (Palermo, 13 novembre 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nell'AMAT Palermo con la quale esordisce tra i dilettanti, viene acquistato dal Licata, dove vince il campionato di C1 nel 1987-1988 ed esordisce così in Serie B. Dopo una fugace esperienza al Catania, torna al Licata per una stagione di B, al termine della quale viene acquistato dal Foggia con il quale vince il campionato di B nel 1990-1991 (allenatore Zeman) e conquista il diritto ad esordire in Serie A la stagione successiva, dove raccoglie 9 presenze. L'esordio nella massima serie avviene il 6 ottobre 1991 nella partita Torino-Foggia (3-1)

Da qui in poi, la carriera di Napoli si ridimensiona riscendendo di categoria dapprima nel 1992 con il Cosenza, dove gioca titolare in B per due stagioni, e poi con l'Acireale con il quale retrocede in C1. Veste poi in sequenza le maglie della Carrarese, della Juveterranova Gela, del Catania, del Marsala (con il quale vince il campionato di C2 nel 1997-1998), del Fano, della Nocerina, del Nardò, della Cavese, per poi concludere con le esperienze all'Isernia e al Milazzo tra i dilettanti.

AllenatoreModifica

Dopo il ritiro, inizia subito la carriera di allenatore dapprima alla Luzzese (squadra locale della provincia di Cosenza) per passare poi al Gela in qualità di vice. Nel 2007 approda al Castrovillari in Serie D, dove però rimedia un esonero durante le prime giornate di campionato. A febbraio del 2009 accetta la panchina della squadra sicula che l'ha visto giocare da giovane, ovvero il Licata, prima che l'esperienza si conclude nel settembre 2009 quando non viene confermato dopo aver perso la finale playoff. Riprende nel marzo 2010, e salva la squadra licatese dalla retrocessione a 4 partite dalla fine. Durante l'anno 2010/2011 affronta una stagione sempre a Licata, che lo vede primo in classifica per tutto il corso del campionato[senza fonte] ottenendo la promozione dall'eccellenza alla serie D. Nel 2011/2012 viene chiamato dal Cosenza a gennaio; l'esordio è negativo, dato che subìsce la sconfitta di 3-0 a Noto; chiude al secondo posto in serie D e vince i playoff nazionali. Dal 18 agosto 2012 allena il Taranto, squadra iscritta al campionato di serie D[1]. Il 2 ottobre viene esonerato a seguito degli scarsi risultati: quattro punti nelle prime 5 giornate (un pari, una vittoria e 3 sconfitte consecutive).

Il 10 dicembre 2012 inizia a frequentare a Coverciano il corso di abilitazione per il master di allenatori professionisti Prima Categoria-Uefa Pro.[2]

Il 4 luglio 2013 discute la tesi e sostiene gli esami nella sessione finale del Master per l'abilitazione ad Allenatori Professionisti di Prima Categoria - Uefa Pro. L'ufficialità del conseguimento del patentino, propedeutico ad esercitare la professione anche nelle massime serie, è comunicata dal Settore Tecnico della Federcalcio il giorno seguente, 5 luglio 2013.[3]

Il 9 gennaio 2014, viene chiamato sulla panchina del Martina Franca al posto dell'esonerato Riccardo Bocchini retrocedendo a fine campionato.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Foggia: 1990-1991
Licata: 1987-1988
Marsala: 1997-1998

AllenatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

Mazara: 2015-2016

NoteModifica

  1. ^ Il Taranto parte per il buen ritiro e arriva il nuovo allenatore: Tommaso Napoli tuttosporttaranto.com
  2. ^ Master Uefa a Coverciano: iscritti anche Stramaccioni e Inzaghi calciomercato.com, 5 dicembre 2012
  3. ^ GLI ABILITATI DEL CORSO MASTER 2012-2013, su settoretecnico.figc.it, 5 luglio 2013. URL consultato il 12 settembre 2013.

Collegamenti esterniModifica