Apri il menu principale
San Tommaso da Cori
La lévitation de Thomas de Cori (1786), détail.jpg
La levitazione di Tommaso da Cori (1786), dettaglio
 

Sacerdote

 
NascitaCori, 4 giugno 1655
MorteBellegra, 11 gennaio 1729
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione3 settembre 1786 da papa Pio VI
Canonizzazione21 novembre 1999 da papa Giovanni Paolo II
Santuario principaleSacro Ritiro di San Francesco, Bellegra
Ricorrenza11 gennaio
AttributiSaio francescano

San Tommaso da Cori, al secolo Francesco Antonio Placidi (Cori, 4 giugno 1655Bellegra, 11 gennaio 1729), è stato un presbitero italiano, appartenente all'Ordine dei frati minori, venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Indice

BiografiaModifica

 
Statua di San Tommaso da Cori situata nel suo paese d'origine, davanti alla sua casa natale, oggi divenuta chiesa in suo onore

Nato a Cori, piccolo centro del Lazio (oggi in Provincia di Latina), Francesco Antonio restò orfano di entrambi i genitori a soli 14 anni. A 22 anni (7 febbraio 1677 entrò nell'Ordine dei frati minori presso la chiesa della SS.ma Trinità di Orvieto, assumendo il nome di fra' Tommaso.

Nel 1683 ricevette in Velletri la consacrazione a sacerdote e fu trasferito nella diocesi di Subiaco esercitando un'intensa attività di predicatore al punto da meritarsi l'appellativo di "apostolo del Subiacense".

Fu molto attivo anche nella promozione dell'opera dei "Ritiri" dell'Ordine francescano; fu lui infatti a fondare i ritiri di S. Francesco in Civitella (oggi Bellegra) e di San Francesco in Palombara Sabina. Per il ritiro di Bellegra scrisse egli stesso le regole di meditazione e vita monastica ("Costituzioni"), poi estese dal Capitolo Generale di Murcia nel 1756 a tutti i ritiri dell'Ordine Francescano.

Tra i suoi allievi spirituali va ricordato san Teofilo da Corte che fu ospite proprio del ritiro di Bellegra.

Fra' Tommaso morì all'età di 74 anni, l'11 gennaio 1729 nel ritiro di Bellegra che oggi conserva le sue reliquie.

CultoModifica

Il processo di beatificazione fu promosso dalle le diocesi di Subiaco, Velletri e Sabina e si concluse il 3 settembre 1786 con la proclamazione di fra' Tommaso a Beato, da parte di papa Pio VI.

Giovanni Paolo II lo elevò agli onori degli altari il 21 novembre 1999.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN8195391 · ISNI (EN0000 0000 7970 2013 · LCCN (ENn95084254 · GND (DE119330830 · CERL cnp00553131
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie