Tommy Hill

pilota motociclistico britannico
Tommy Hill
Hill Champ.jpg
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Superbike
Esordio 2006
Stagioni 2006 e 2009
Miglior risultato finale 23º
Gare disputate 16
Punti ottenuti 19
Pole position 1
Carriera in Supersport
Esordio 2007
Stagioni 2007 e 2008
Miglior risultato finale 22º
Gare disputate 5
Punti ottenuti 33
 

Tommy Hill (Beckenham, 9 febbraio 1985) è un pilota motociclistico britannico.

CarrieraModifica

Inizia a correre nei campionati nazionali britannici nel 2001, prendendo parte alla sua prima stagione nel campionato britannico Superbike del 2004 con il team Virgin Mobile, squadra con la quale resta legato fino al 2006, realizzando il suo primo successo in gara in ambito nazionale nel 2005 e l'esordio nelle competizioni internazionali nel campionato mondiale Superbike del 2006, in occasione della gara di Silverstone dove, come wildcard, riesce ad ottenere la pole position ma termina al 12º posto entrambe le gare domenicali. Con questi risultati, abbinati all'11º posto ottenuto nell'altro gran premio britannico, quello di Brands Hatch, risultò al 23º posto della classifica generale.

Nel 2007 è per il sesto anno legato al team Virgin sempre nel campionato britannico Superbike, ma viene chiamato a prender parte alle ultime quattro gare del campionato mondiale Supersport dal team Yamaha World SSP Racing, per sostituire in sella alla Yamaha YZF-R6 l'infortunato Kevin Curtain. In questo esordio nel mondiale Supersport riesce a totalizzare 33 punti che gli consentono di classificarsi ventiduesimo nella generale.

Nel 2008 riesce a trovare un posto come pilota titolare nel mondiale Supersport con la Honda CBR600RR del team Hannspree Honda Althea, ma due infortuni, il primo durante i test pre-campionato ed il secondo durante la prova tedesca al Nürburgring, non gli hanno consentito di partecipare al campionato.[1][2]

Nel 2009 viene confermato dal team HANNspree Honda Althea e spostato nel mondiale Superbike con una Honda CBR 1000RR, ma dopo la prima parte di stagione viene sostituito da Matthieu Lagrive,[3] conclude la stagione rientrando nel British Superbike andando a prendere il posto dell'infortunato Sylvain Guintoli nel team Crescent Suzuki.[4]

Rientra definitivamente in ambito nazionale nel 2010, terminando al terzo posto in sella alla Suzuki del team Crescent e nel 2011, ritornato alla guida di moto Yamaha, si laurea campione del British Superbike Championship[5].

Risultati in garaModifica

Campionato mondiale SuperbikeModifica

2006 Moto                         Punti Pos.
Yamaha 12 12 11 Rit 13 23º
2009 Moto                             Punti Pos.
Honda 14 14 15 Rit 15 22 Rit Rit 20 16 19 17 NP 6 33º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Campionato mondiale SupersportModifica

2007 Moto                           Punti Pos.
Yamaha 5 5 Rit 5 33 22º
2008 Moto                           Punti Pos.
Honda NP 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica