Toni Kroos

calciatore tedesco (1990-)

Toni Kroos (Greifswald, 4 gennaio 1990) è un calciatore tedesco, centrocampista del Real Madrid e della nazionale tedesca, con la quale è diventato campione del mondo nel 2014.

Toni Kroos
Kroos con il Real Madrid nel 2018
Nazionalità Bandiera della Germania Germania
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio
Ruolo Centrocampista
Squadra Real Madrid
Carriera
Giovanili
1997-2002Greifswalder
2002-2006Hansa Rostock
2006-2007Bayern Monaco
Squadre di club1
2007-2009Bayern Monaco19 (0)
2009-2010Bayer Leverkusen43 (10)
2010-2014Bayern Monaco111 (13)
2014-Real Madrid305 (22)
Nazionale
2005-2007Bandiera della Germania Germania U-1736 (18)
2009Bandiera della Germania Germania U-195 (3)
2008-2010Bandiera della Germania Germania U-2110 (2)
2010-Bandiera della Germania Germania108 (17)
Palmarès
 Mondiali di calcio
Bronzo Sudafrica 2010
Oro Brasile 2014
 Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
Bronzo Francia 2016
 Mondiali di calcio Under-17
Bronzo Corea del Sud 2007
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 maggio 2024

Generalmente considerato come uno dei migliori giocatori della sua generazione[1][2][3][4][5], nel corso della sua carriera ha vinto tre campionati tedeschi, tre Coppe di Germania, due Supercoppe tedesche,[6] quattro campionati spagnoli, una Coppa del Re, quattro Supercoppe di Spagna, cinque Champions League, cinque Supercoppe UEFA e sei Mondiali per club, quest'ultimo record assoluto.

Con la nazionale tedesca, per la quale ha giocato dal 2010 al 2021, ha partecipato a tre Mondiali (2010, 2014, 2018), vincendo l'edizione del 2014, e a tre Europei (2012, 2016, 2020).

Biografia modifica

Proveniente da una famiglia sportiva (il padre Roland era calciatore e la madre Birgit è stata campionessa DDR nel badminton),[7] Toni Kroos nasce il 4 gennaio 1990 a Greifswald nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore nella Germania Est, 9 mesi prima della riunificazione.[8]

Kroos cresce con i genitori e il fratello più giovane, Felix (ex calciatore),[9] nel quartiere Schönwalde ed entra all'età di sette anni nel Greifwalder SC, dove suo padre allena le giovanili. Nel 2002 si trasferisce con la famiglia a Rostock, dove il padre passa ad allenare le giovanili dell'Hansa Rostock, segnalando subito al suo nuovo club sia Toni che Felix Kroos. Le eccezionali prestazioni di Toni gli consentono di saltare diverse squadre giovanili, finché, nel 2004, il Bayern Monaco esprime il suo interesse per il giocatore, che decide però di rimanere con il club di Rostock.

Caratteristiche tecniche modifica

Considerato uno dei maggiori talenti del calcio tedesco oltreché tra i centrocampisti più forti della sua generazione, è un regista dall'eccellente visione di gioco, abile con entrambi i piedi.[10] È stato paragonato anche a Juan Romàn Riquelme.[11] Kroos può ricoprire diversi ruoli: nasce trequartista ma ha finito per essere impiegato come centrocampista centrale, con risultati eccellenti. Con Pep Guardiola, è stato utilizzato anche come mezzala, sia destra che sinistra. Nel suo bagaglio tecnico rientrano conclusioni dalla distanza, grazie ad un tiro potente ed il tiro a giro, calci di punizione, lanci lunghi, cross e passaggi smarcanti grazie alla sua precisione, potenza e velocità di passaggio.[10][12][13] Grazie alla sua magnifica visione di gioco è anche un ottimo assist-man.[10] Spesso viene incaricato di battere i calci piazzati per via delle sue qualità balistiche.[12] Abile a giocare box-to-box, dispone anche di buona forza fisica.[14] Eccelle anche nel gioco posizionale.[13]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[15]

Carriera modifica

Club modifica

Bayern Monaco e prestito al Bayer Leverkusen modifica

Nel 2006, ormai sedicenne, Toni Kroos viene acquistato dalla squadra della capitale bavarese. Il 26 settembre 2007 debutta in prima squadra a 17 anni, 8 mesi e 2 giorni nella vittoria del Bayern Monaco 5-0 sull'Energie Cottbus, scendendo in campo per 18 minuti, diventando il più giovane calciatore nella storia del club (record battuto successivamente).[13] Il 25 ottobre 2007 marca anche la prima presenza in coppa UEFA in trasferta contro la Stella Rossa Belgrado, segnando un gol.[13]

Il 6 novembre 2008 arriva anche l'esordio in Champions League nella sfida esterna contro la Fiorentina finita 1-1.

Il 1º febbraio 2009, per consentirgli di giocare con maggiore continuità, viene ceduto in prestito al Bayer Leverkusen fino a giugno 2010. Il 28 febbraio 2009 debutta con la sua nuova squadra nella sconfitta in trasferta contro l'Hannover 96. Il 18 aprile 2009 arriva anche il primo gol in Bundesliga contro il Wolfsburg. Al termine della stagione scade il prestito con il Leverkusen e Kroos torna al Bayern Monaco.

Il 29 ottobre 2010 segna il suo primo gol in campionato con la maglia del club bavarese nella gara interna giocata contro il Friburgo vinta per 4-2. Conclude la stagione con 27 presenze e una rete in campionato, con la squadra che si piazza al 3º posto.

 
Kroos in un riscaldamento con il Bayern Monaco nel 2014

La stagione successiva si rivela densa di soddisfazioni a livello di club, anche se a livello personale viene caratterizzata negativamente da uno strappo al polpaccio, avvenuto durante l'andata dei quarti di finale di Champions League contro la Juventus, che lo manterrà bloccato per circa otto settimane. Il 6 aprile 2013 vince infatti la sua seconda Bundesliga (il ventitreesimo titolo dei bavaresi) con sei giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato.[16] Il 25 maggio 2013 vince la sua prima Champions League, grazie alla vittoria dei bavaresi nella finale contro il Borussia Dortmund.[17] Il 1º giugno 2013 vince anche la Coppa di Germania, ottenendo il treble con la compagine bavarese.[18] Tuttavia l'infortunio patito nei quarti di Champions gli farà saltare l'ultima parte di campionato e le due finali di coppa.

La stagione 2013-2014 si apre con la vittoria il 30 agosto 2013 della Supercoppa UEFA, ottenuta sconfiggendo ai rigori in finale la compagine londinese del Chelsea, dopo che i tempi supplementari si erano conclusi sul 2-2.[19] Nel corso dell'annata la squadra bavarese conquista altri tre titoli, la Coppa del mondo per club,[20] la Bundesliga[21] e la Coppa di Germania.[22]

Real Madrid modifica

 
Kroos con la maglia del Real Madrid nel 2015

Il 17 luglio 2014 viene ufficializzato il suo passaggio al Real Madrid per circa 25 milioni di euro. Verrà presentato il giorno stesso al Santiago Bernabéu e firmerà un contratto di 6 anni.[23][24] La stagione si apre con la conquista della Supercoppa europea, vinta il 12 agosto 2014 battendo 2-0 il Siviglia,[25] vincitore dell'Europa League. Il 20 dicembre conquista il Mondiale per club, battendo 2-0 in finale il San Lorenzo.[26][27]

Il 28 maggio 2016 vince la Champions League 2015-2016, la sua seconda in questa competizione, vincendo ai rigori la sfida di San Siro contro l'Atlético Madrid.[28] L'anno successivo si aggiudica sia il campionato,[29] che la Champions League.[30] Inizia la nuova stagione vincendo la Supercoppa UEFA per 2-1 contro il Manchester Utd. Nel corso dell'annata conquista nuovamente la Champions League, sconfiggendo in finale il Liverpool.[31]

La stagione seguente si apre con la sconfitta nella Supercoppa UEFA contro i rivali cittadini dell'Atletico Madrid. Il 22 dicembre 2018 si riconferma campione del mondo per club per la quinta volta (record assoluto) battendo per 4-1 la squadra ospitante dell'Al Ain.

L'8 gennaio 2020 segna direttamente da calcio d'angolo contro il Valencia nella semifinale di Supercoppa di Spagna, sfruttando la distrazione del portiere avversario.

Il 28 maggio 2022 allo Stade de France di Saint-Denis contro gli inglesi del Liverpool gioca e vince la sua quinta finale di Champions League. La finale si sarebbe dovuta disputare allo stadio San Pietroburgo della città omonima, in Russia, che ne ha però perso il diritto a causa dell'invasione russa dell'Ucraina.

Nazionale modifica

Titolare della nazionale tedesca Under-17, con cui colleziona 34 presenze con 17 gol, nel 2007 conquista il terzo posto al Campionato mondiale di calcio Under-17. Alla fine del torneo verrà premiato con il Pallone d'oro e la Scarpa d'Argento della competizione. Il 5 settembre 2008 debutta con la Germania Under-21 nelle qualificazioni del campionato europeo U-21 contro l'Irlanda del Nord segnando il gol del vantaggio dopo soli 11 minuti.

 
Kroos con la nazionale tedesca durante la finale del Mondiale 2014

Il 3 marzo 2010 esordisce con la nazionale maggiore nella gara amichevole persa 1-0 contro l'Argentina. Selezionato per il Mondiale 2010 in Sudafrica dal CT Löw, mette a referto quattro presenze nella rassegna iridata. Il 6 settembre 2011 arriva anche il primo gol in nazionale durante una partita amichevole, terminata 2-2, contro la Polonia,[32] mentre il 12 ottobre 2012 realizza una doppietta contro l'Irlanda partita vinta 6 a 1.[33]

Convocato per il Mondiale 2014 in Brasile, Kroos ha un posto da titolare nella formazione tedesca, con la quale gioca tutte le partite della manifestazione. Nella semifinale contro il Brasile, vinta 7-1 dai tedeschi, mette a segno una doppietta.[34][35] Il 13 luglio 2014 si laurea campione del mondo dopo la vittoria in finale sull'Argentina per 1-0, ottenuta grazie al gol decisivo di Götze durante i tempi supplementari.[36][37] Al termine del torneo viene inserito nella squadra del torneo.[38]

Convocato per l'Europeo del 2016 in Francia,[39] gioca tutte le sei partite della nazionale tedesca, che viene eliminata in semifinale dalla Francia. Viene poi inserito nella lista della squadra del torneo dalla UEFA.

Viene convocato per il Mondiale del 2018 in Russia e partecipa alla disfatta della sua nazionale, eliminata ai gironi.[40] Suo è il gol nel tempo di recupero contro la Svezia, rete che dà l'unica vittoria della Germania nel torneo.[41]

Il 13 ottobre 2020 raggiunge quota 100 presenze in nazionale maggiore nel pareggio per 3-3 contro la Svizzera.[42][43] Un mese dopo entra nei primi dieci tedeschi più presenti in nazionale, scendendo in campo nella partita persa per 6-0 in casa della Spagna.

Convocato per Euro 2020,[44] gioca tutte e 4 le partite della sua squadra che viene eliminata agli ottavi dall'Inghilterra.[45] Il 2 luglio 2021, tre giorni dopo l'eliminazione agli ottavi di finale della Germania dagli Europei, Kroos annuncia il suo addio alla nazionale, chiudendo così la sua carriera con la Mannschaft con 106 presenze e 17 gol.[46]

Il 22 febbraio 2024 annuncia il proprio ritorno in nazionale a pochi mesi di distanza dal campionato d'Europa,[47] scendendo in campo a tre anni di distanza dall'ultima volta il 23 marzo seguente in occasione della partita amichevole disputata a Lione e vinta 2-0 contro la Francia, in cui fornisce a Florian Wirtz l'assist per il gol che apre le marcature dopo soli 7 secondi di gara.[48][49]

Statistiche modifica

Presenze e reti nei club modifica

Statistiche aggiornate al 14 maggio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008   Bayern Monaco II RL 12 3 - - - - - - - - - 12 3
2008-2009 DL 1 1 - - - - - - - - - 1 1
Totale Bayern Monaco II 13 4 - - - - - - 13 4
2007-2008   Bayern Monaco BL 12 0 CG 2 0 CU 6 1 - - - 20 1
2008-gen. 2009 BL 7 0 CG 1 1 UCL 1 0 - - - 9 1
gen.-giu. 2009   Bayer Leverkusen BL 10 1 CG 3 0 - - - - - - 13 1
2009-2010 BL 33 9 CG 2 0 - - - - - - 35 9
Totale Bayer Leverkusen 43 10 5 0 - - - - 48 10
2010-2011   Bayern Monaco BL 27 1 CG 3 1 UCL 7 0 SG 0 0 37 2
2011-2012 BL 31 4 CG 6 1 UCL 14[50] 2 - - - 51 7
2012-2013 BL 24 6 CG 3 0 UCL 9 3 SG 1 0 37 9
2013-2014 BL 29 2 CG 6 1 UCL 12 1 SG+SU+Cmc 1+1+2 0 51 4
Totale Bayern Monaco 130 13 21 4 49 7 5 0 205 24
2014-2015   Real Madrid PD 36 2 CR 2 0 UCL 12 0 SU+SS+Cmc 1+2+2 0 55 2
2015-2016 PD 32 1 CR 0 0 UCL 12 0 - - - 44 1
2016-2017 PD 29 3 CR 5 0 UCL 12 1 SU+Cmc 0+2 0 48 4
2017-2018 PD 27 5 CR 0 0 UCL 12 0 SU+SS+Cmc 1+2+1 0 43 5
2018-2019 PD 28 0 CR 4 0 UCL 8 1 SU+Cmc 1+2 0 43 1
2019-2020 PD 35 4 CR 2 0 UCL 6 1 SS 2 1 45 6
2020-2021 PD 28 3 CR 1 0 UCL 12 0 SS 1 0 42 3
2021-2022 PD 28 1 CR 3 0 UCL 12 2 SS 2 0 45 3
2022-2023 PD 30 2 CR 5 0 UCL 12 0 SS+SU+Cmc 2+1+2 0 52 2
2023-2024 PD 32 1 CR 1 0 UCL 11 0 SS 2 0 46 1
Totale Real Madrid 305 22 23 0 109 5 26 1 463 28
Totale carriera 488 49 49 4 158 12 31 1 727 66

Cronologia presenze e reti in nazionale modifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-3-2010 Monaco di Baviera Germania   0 – 1   Argentina Amichevole -   67’
13-5-2010 Aquisgrana Germania   3 – 0   Malta Amichevole -   57’
29-5-2010 Budapest Ungheria   0 – 3   Germania Amichevole -   62’
3-6-2010 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -   87’
23-6-2010 Johannesburg Ghana   0 – 1   Germania Mondiali 2010 - 1º turno -   81’
3-7-2010 Città del Capo Argentina   0 – 4   Germania Mondiali 2010 - Quarti di finale -   77’
7-7-2010 Durban Germania   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Semifinale -   62’
10-7-2010 Port Elizabeth Uruguay   2 – 3   Germania Mondiali 2010 - Finale 3º posto -   81’
11-8-2010 Copenaghen Danimarca   2 – 2   Germania Amichevole -
3-9-2010 Bruxelles Belgio   0 – 1   Germania Qual. Euro 2012 -   70’
8-10-2010 Berlino Germania   3 – 0   Turchia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Astana Kazakistan   0 – 3   Germania Qual. Euro 2012 -
17-10-2010 Göteborg Svezia   0 – 0   Germania Amichevole -   60’
26-3-2011 Kaiserslautern Germania   4 – 0   Kazakistan Qual. Euro 2012 -   78’
29-3-2011 Mönchengladbach Germania   1 – 2   Australia Amichevole -   64’
29-5-2011 Hoffenheim Germania   2 – 1   Uruguay Amichevole -   79’
3-6-2011 Vienna Austria   1 – 2   Germania Qual. Euro 2012 -
7-6-2011 Baku Azerbaigian   1 – 3   Germania Qual. Euro 2012 -
10-8-2011 Stoccarda Germania   3 – 2   Brasile Amichevole -
2-9-2011 Gelsenkirchen Germania   6 – 2   Austria Qual. Euro 2012 -   85’
6-9-2011 Danzica Polonia   2 – 2   Germania Amichevole 1   84’
11-10-2011 Dortmund Germania   3 – 1   Belgio Qual. Euro 2012 -
11-11-2011 Kiev Ucraina   3 – 3   Germania Amichevole 1   87’
15-11-2011 Amburgo Germania   3 – 0   Paesi Bassi Amichevole -   82’
29-2-2012 Brema Germania   1 – 2   Francia Amichevole -
31-5-2012 Lipsia Germania   2 – 0   Israele Amichevole -   86’
9-6-2012 Leopoli Germania   1 – 0   Portogallo Euro 2012 - 1º turno -   87’
13-6-2012 Charkiv Paesi Bassi   1 – 2   Germania Euro 2012 - 1º turno -   81’
17-6-2012 Leopoli Danimarca   1 – 2   Germania Euro 2012 - 1º turno -   84’
28-6-2012 Varsavia Germania   1 – 2   Italia Euro 2012 - Semifinale -
15-8-2012 Francoforte Germania   1 – 3   Argentina Amichevole -   69’
11-9-2012 Vienna Austria   1 – 2   Germania Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Dublino Irlanda   1 – 6   Germania Qual. Mondiali 2014 2   46’
16-10-2012 Berlino Germania   4 – 4   Svezia Qual. Mondiali 2014 -
6-2-2013 Saint-Denis Francia   1 – 2   Germania Amichevole -   57’
6-9-2013 Monaco di Baviera Germania   3 – 0   Austria Qual. Mondiali 2014 1
10-9-2013 Tórshavn Fær Øer   0 – 3   Germania Qual. Mondiali 2014 -
11-10-2013 Colonia Germania   3 – 0   Irlanda Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Solna Svezia   3 – 5   Germania Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2013 Milano Italia   1 – 1   Germania Amichevole -   82’
19-11-2013 Londra Inghilterra   0 – 1   Germania Amichevole -
5-3-2014 Stoccarda Germania   1 – 0   Cile Amichevole -
1-6-2014 Mönchengladbach Germania   2 – 2   Camerun Amichevole -
6-6-2014 Magonza Germania   6 – 1   Armenia Amichevole -
16-6-2014 Salvador de Bahia Germania   4 – 0   Portogallo Mondiali 2014 - 1º turno -
21-6-2014 Fortaleza Germania   2 – 2   Ghana Mondiali 2014 - 1º turno -
26-6-2014 Recife Stati Uniti   0 – 1   Germania Mondiali 2014 - 1º turno -
30-6-2014 Porto Alegre Germania   2 – 1 dts   Algeria Mondiali 2014 - Ottavi di finale -
4-7-2014 Rio de Janeiro Francia   0 – 1   Germania Mondiali 2014 - Quarti di finale -   90+2’
8-7-2014 Belo Horizonte Brasile   1 – 7   Germania Mondiali 2014 - Semifinale 2
13-7-2014 Rio de Janeiro Germania   1 – 0 dts   Argentina Mondiali 2014 - Finale -
3-9-2014 Düsseldorf Germania   2 – 4   Argentina Amichevole -   71’
7-9-2014 Dortmund Germania   2 – 1   Scozia Qual. Euro 2016 -
11-10-2014 Varsavia Polonia   2 – 0   Germania Qual. Euro 2016 -
14-10-2014 Gelsenkirchen Germania   1 – 1   Irlanda Qual. Euro 2016 1
14-11-2014 Norimberga Germania   4 – 0   Gibilterra Qual. Euro 2016 -   80’
18-11-2014 Vigo Spagna   0 – 1   Germania Amichevole 1
29-3-2015 Tbilisi Georgia   0 – 2   Germania Qual. Euro 2016 -
4-9-2015 Francoforte Germania   3 – 1   Polonia Qual. Euro 2016 -   61’
7-9-2015 Glasgow Scozia   2 – 3   Germania Qual. Euro 2016 -
8-10-2015 Dublino Irlanda   1 – 0   Germania Qual. Euro 2016 -
11-10-2015 Lipsia Germania   2 – 1   Georgia Qual. Euro 2016 -
26-3-2016 Berlino Germania   2 – 3   Inghilterra Amichevole 1
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania   4 – 1   Italia Amichevole 1
4-6-2016 Gelsenkirchen Germania   2 – 0   Ungheria Amichevole -   36’   68’
12-6-2016 Villeneuve-d'Ascq Germania   2 – 0   Ucraina Euro 2016 - 1º turno -
16-6-2016 Parigi Germania   0 – 0   Polonia Euro 2016 - 1º turno -
21-6-2016 Parigi Irlanda del Nord   0 – 1   Germania Euro 2016 - 1º turno -
26-6-2016 Villeneuve-d'Ascq Germania   3 – 0   Slovacchia Euro 2016 - Ottavi di finale -
2-7-2016 Bordeaux Germania   1 – 1 dts
(6 – 5 dtr)
  Italia Euro 2016 - Quarti di finale -
7-7-2016 Marsiglia Germania   0 – 2   Francia Euro 2016 - Semifinale -
4-9-2016 Oslo Norvegia   0 – 3   Germania Qual. Mondiali 2018 -
8-10-2016 Amburgo Germania   3 – 0   Rep. Ceca Qual. Mondiali 2018 1   76’
11-9-2016 Hannover Germania   2 – 0   Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2018 -
22-3-2017 Dortmund Germania   1 – 0   Inghilterra Amichevole -
26-3-2017 Baku Azerbaigian   1 – 4   Germania Qual. Mondiali 2018 -   89’
1-9-2017 Praga Rep. Ceca   1 – 2   Germania Qual. Mondiali 2018 -
4-9-2017 Stoccarda Germania   6 – 0   Norvegia Qual. Mondiali 2018 -
5-10-2017 Belfast Irlanda del Nord   1 – 3   Germania Qual. Mondiali 2018 -
14-11-2017 Colonia Germania   2 – 2   Francia Amichevole -
23-3-2018 Düsseldorf Germania   1 – 1   Spagna Amichevole -
27-3-2018 Berlino Germania   0 – 1   Brasile Amichevole -
8-6-2018 Leverkusen Germania   2 – 1   Arabia Saudita Amichevole -
17-6-2018 Mosca Germania   0 – 1   Messico Mondiali 2018 - 1º turno -
23-6-2018 Soči Germania   2 – 1   Svezia Mondiali 2018 - 1º turno 1
27-6-2018 Kazan' Corea del Sud   2 – 0   Germania Mondiali 2018 - 1º turno -
6-9-2018 Monaco di Baviera Germania   0 – 0   Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
9-9-2018 Sinsheim Germania   2 – 1   Perù Amichevole - cap.
13-10-2018 Amsterdam Paesi Bassi   3 – 0   Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
16-10-2018 Saint-Denis Francia   2 – 1   Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1
19-11-2018 Gelsenkirchen Germania   2 – 2   Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -   52’
24-3-2019 Amsterdam Paesi Bassi   2 – 3   Germania Qual. Euro 2020 -
6-9-2019 Amburgo Germania   2 – 4   Paesi Bassi Qual. Euro 2020 1
9-9-2019 Belfast Irlanda del Nord   0 – 2   Germania Qual. Euro 2020 -
16-11-2019 Mönchengladbach Germania   4 – 0   Bielorussia Qual. Euro 2020 2
19-11-2019 Francoforte sul Meno Germania   6 – 1   Irlanda del Nord Qual. Euro 2020 - cap.
3-9-2020 Stoccarda Germania   1 – 1   Spagna UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
6-9-2020 Basilea Svizzera   1 – 1   Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - cap.
10-10-2020 Kiev Ucraina   1 – 2   Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -   53’
13-10-2020 Colonia Germania   3 – 3   Svizzera UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -   65’[51]
17-11-2020 Siviglia Spagna   6 – 0   Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
7-6-2021 Düsseldorf Germania   7 – 1   Lettonia Amichevole -
15-6-2021 Monaco di Baviera Francia   1 – 0   Germania Euro 2020 - 1º turno -
19-6-2021 Monaco di Baviera Portogallo   2 – 4   Germania Euro 2020 - 1º turno -
23-6-2021 Monaco di Baviera Germania   2 – 2   Ungheria Euro 2020 - 1º turno -
29-6-2021 Londra Inghilterra   2 – 0   Germania Euro 2020 - Ottavi di finale -
23-3-2024 Lione Francia   0 – 2   Germania Amichevole -   90’
26-3-2024 Francoforte sul Meno Germania   2 – 1   Paesi Bassi Amichevole -   66’
Totale Presenze (8º posto) 108 Reti 17

Palmarès modifica

Club modifica

Competizioni nazionali modifica

Bayern Monaco: 2007-2008, 2012-2013, 2013-2014
Bayern Monaco: 2007-2008, 2012-2013, 2013-2014
Bayern Monaco: 2010, 2012
Real Madrid: 2016-2017, 2019-2020, 2021-2022, 2023-2024
Real Madrid: 2017, 2019, 2022, 2024
Real Madrid: 2022-2023

Competizioni internazionali modifica

Bayern Monaco: 2012-2013
Real Madrid: 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2021-2022
Bayern Monaco: 2013
Real Madrid: 2014, 2016, 2017, 2022
Bayern Monaco: 2013
Real Madrid: 2014, 2016, 2017, 2018, 2022

Nazionale modifica

Brasile 2014

Individuale modifica

2007 (3 gol)
2007
Brasile 2014
2014, 2016, 2017
2014, 2016, 2017
2014
2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018
Francia 2016
2017
2018
2020

Note modifica

  1. ^ The 20 best footballers of the decade, su 90min.com.
  2. ^ Top 10 Greatest Football Players of This Decade, su sportskeeda.com.
  3. ^ Toni Kroos: Real Madrid’s Midfield Metronome, su breakingthelines.com.
  4. ^ What Legends Say About Toni Kroos: The Report, su soccerhint.com.
  5. ^ Best Players of the 2010s, su footbalium.com.
  6. ^ (DE) Servus, Toni! Mach´s guad!, su fcbayern.com, 17 luglio 2014. URL consultato il 30 giugno 2021.
  7. ^ Die Welt.
  8. ^ (EN) Real Madrid sign Bayern's Kroos, in BBC Sport, 17 luglio 2014. URL consultato il 30 giugno 2021.
  9. ^ (DE) "Querpasstoni!" Bruder Felix scherzt nach Kroos-Gala über Toni, su sport.sky.de. URL consultato il 30 giugno 2021.
  10. ^ a b c (EN) Xavi sees Kroos at core of Real's success, su espn.com, 26 maggio 2017. URL consultato il 30 giugno 2021.
  11. ^ Kroos, il Riquelme a sorpresa, su tuttomercatoweb.com, 25 febbraio 2008. URL consultato il 9 luglio 2014.
  12. ^ a b (ES) Kroos, el maestro del balón parado, su realmadrid.com. URL consultato il 30 giugno 2021.
  13. ^ a b c d La geometria di Toni Kroos, su rivistaundici.com, 21 marzo 2017. URL consultato il 30 giugno 2021.
  14. ^ (EN) Cox: The changing role of deep-lying midfielder, su espn.com, 12 maggio 2015. URL consultato il 30 giugno 2021.
  15. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, su thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 9 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  16. ^ Bayern campione di Germania con 6 turni d'anticipo: è il trionfo numero 23, su gazzetta.it, 6 aprile 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  17. ^ Borussia-Bayern 1-2: festa con Robben sul filo di lana, su gazzetta.it, 25 maggio 2013. URL consultato l'11 giugno 2014.
  18. ^ Bayern nella storia: tripletta. Vince anche la Coppa di Germania, su gazzetta.it, 1º giugno 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  19. ^ Bayern vince la Supercoppa, Chelsea ko, su gazzetta.it, 30 agosto 2013. URL consultato il 21 giugno 2014.
  20. ^ Mondiale per club: trionfa il Bayern. Raja Casablanca battuto 2-0, su gazzetta.it, 21 dicembre 2013. URL consultato il 28 giugno 2014.
  21. ^ Festa Bayern Monaco: 24º titolo con 7 giornate d'anticipo, su gazzetta.it, 25 marzo 2014. URL consultato il 21 giugno 2014.
  22. ^ Bayern Monaco vince Coppa di Germania, su gazzetta.it, 17 maggio 2014. URL consultato il 21 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2014).
  23. ^ (ES) Comunicado oficial Toni Kroos, su realmadrid.com, 17 luglio 2014. URL consultato il 19 luglio 2014.
  24. ^ (DE) Transfer perfekt: Toni Kroos zu Real Madrid, su fcbayern.com, 17 luglio 2014. URL consultato il 19 luglio 2014.
  25. ^ Supercoppa Europea, Real Madrid-Siviglia 2-0: doppietta di Ronaldo, su gazzetta.it, 12 agosto 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  26. ^ Real Madrid-San Lorenzo 2-0: Ramos e Bale portano i Blancos sul tetto del Mondo, su goal.com, 20 dicembre 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  27. ^ Il Real Madrid è campione del mondo, su ilpost.it, 21 dicembre 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  28. ^ Champions League, Real Madrid-Atletico 6-4 (1-1 dts): è l'undicesima volta delle merengues, su corrieredellosport.it. URL consultato il 30 maggio 2016.
  29. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, su gazzetta.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  30. ^ Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1, su gazzetta.it, 3 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  31. ^ Champions, Real Madrid campione: Bale doppietta, Karius da incubo, 3-1 al Liverpool, su gazzetta.it, 26 maggio 2018. URL consultato il 1º luglio 2018.
  32. ^ (DE) Keine Gala in Danzig, su tagesspiegel.de, 6 settembre 2011. URL consultato il 9 luglio 2014.
  33. ^ Mondiali, Irlanda-Germania 1-6, su corrieredellosport.it, 12 ottobre 2012. URL consultato il 9 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  34. ^ Mondiali, Brasile-Germania 1-7: umiliazione storica, tedeschi in finale, su gazzetta.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014.
  35. ^ Brasile umiliato, la Germania vince 7-1, Scolari: “Chiedo scusa a tutto il popolo”, su lastampa.it, 8 luglio 2014. URL consultato il 9 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2014).
  36. ^ Mondiali, Germania campione! Argentina battuta 1-0: Götze al 113', su gazzetta.it, 14 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014.
  37. ^ Germania campione del mondo, su ilpost.it, 13 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014.
  38. ^ Mondiali, top 11 Fifa con 5 tedeschi: Kroos il migliore. E Messi non c'è, su gazzetta.it, 16 luglio 2014. URL consultato il 19 luglio 2014.
  39. ^ (DE) LÖW STREICHT BELLARABI, BRANDT, REUS UND RUDY, su dfb.de, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  40. ^ Sud Corea-Germania 2-0, clamorosa eliminazione dei campioni del mondo uscenti, su gazzetta.it, 27 giugno 2018.
  41. ^ Mondiali, Germania-Svezia 2-1: Kroos al 95' ribalta tutto e regala il primo successo, su gazzetta.it, 23 giugno 2018. URL consultato il 23 giugno 2018.
  42. ^ (EN) Centurion Kroos the anchor for club and country, su fifa.com. URL consultato il 13 ottobre 2020.
  43. ^ (ES) Kroos, 100 partidos con Alemania, su realmadrid.com. URL consultato il 13 ottobre 2020.
  44. ^ (EN) Germany’s full 26-man Euro 2020 squad, su theathletic.com. URL consultato il 2 luglio 2021.
  45. ^ Europei, Inghilterra-Germania 2-0: Sterling e Kane infrangono il tabù tedesco, su repubblica.it, 29 giugno 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  46. ^ (DE) Toni Kroos verkündet Rücktritt aus der Nationalmannschaft, su transfermarkt.de, 2 luglio 2021. URL consultato il 2 luglio 2021.
  47. ^ Kroos torna in nazionale: 'Sono ancora in forma', su sport.sky.it, 22 febbraio 2024. URL consultato il 28 febbraio 2024.
  48. ^ Gianluca Di Marzio, Wirtz nella storia della Germania: il motivo, su Gianluca Di Marzio. URL consultato il 24 marzo 2024.
  49. ^ L’importanza di avere un Kroos, la Germania è tornata a splendere, su la Repubblica, 24 marzo 2024. URL consultato il 24 marzo 2024.
  50. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  51. ^ 100ª presenza

Bibliografia modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310508150 · GND (DE1052565255 · WorldCat Identities (ENviaf-310508150