Tony Arbolino

pilota motociclistico italiano

Tony Arbolino (Garbagnate Milanese, 3 agosto 2000) è un pilota motociclistico italiano.

Tony Arbolino
NazionalitàBandiera dell'Italia Italia
Motociclismo
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio2017 in Moto3
Miglior risultato finale
Gare disputate134
Gare vinte9
Podi25
Punti ottenuti926
Pole position6
Giri veloci4
 

Carriera

modifica

Gli inizi

modifica

Si avvicina alle minimoto all'età di 4 anni quando il padre gliene regala una, prendendo parte a numerosi campionati. All'età di 9 anni Arbolino partecipa al campionato italiano vincendo 15 gare su 18 e aggiudicandosi il titolo italiano, il titolo regionale e si classifica al 3º posto nel campionato europeo in Germania. Nel 2011 cambia categoria e gareggia nel campionato MiniGP 50 dove si classifica al 3º posto mentre l'anno successivo vince il campionato europeo Mini GP 50 in Spagna.

Nel 2013, all'età di soli 12 anni, la Federazione Italiana gli concede una deroga speciale che gli consente di partecipare al campionato Pre GP 125 2T e di gareggiare sui circuiti mondiali del Mugello, di Imola, di Misano e di Vallelunga, vincendo subito il titolo italiano in sella alla RMU. Nel 2014 entra a far parte del team SIC58 Squadra Corse vincendo il campionato PreMoto3 125 2T e salendo 9 volte sul podio. Nel 2016 disputa quattro gare nel CIV Moto3 conquistando due vittorie ad Imola.

Motomondiale

modifica

Nel 2017 debutta nella classe Moto3 del motomondiale con il team SIC58 Squadra Corse che affida a lui e al suo compagno di squadra, il giapponese Tatsuki Suzuki, una Honda NSF250R. Conclude la stagione al 34º posto grazie ai 2 punti conquistati con il quattordicesimo posto in Argentina.

Nel 2018 corre con la Honda del team Marinelli Snipers. In occasione del Gran Premio d'Argentina ottiene la pole position.[1] Ottiene la pole position anche in Comunità Valenciana.[2] Conclude la stagione al 18º posto con 57 punti e con un sesto posto in Giappone come miglior risultato in gara.

Nel 2019 rimane nello stesso team, con compagno di squadra Romano Fenati. Ottiene un terzo posto in Argentina e vince la sua prima gara nel Gran Premio d'Italia, al Mugello dopo essere partito dalla pole position. Vince anche in Olanda. In Repubblica Ceca giunge terzo dopo essere partito dalla pole position. Conclude secondo in Austria ed in Gran Bretagna e terzo nel Gran Premio di San Marino. Chiude la stagione al 4º posto con 175 punti.

Nel 2020 rimane con lo Snipers Team, il compagno di squadra è Filip Salač.[3] Ottiene una vittoria in Comunità Valenciana, tre secondi posti (Stiria, Catalogna e Francia), un terzo posto in Spagna e una pole position in Catalogna. Non prende parte alla gara ad Aragon a causa di un passeggero che, sull'aereo di ritorno dalla gara prima, risultò positivo al Covid19, e anche se lui risultò negativo, dovette fare comunque la quarantena.[4] Ciononostante, Arbolino arrivò comunque all'ultimo appuntamento stagionale ancora in lotta per il titolo: in gara partí 27º riuscendo a terminare al 5º posto ma non fu sufficiente a garantire il titolo al pilota milanese che concluse così il mondiale al secondo posto con 170 punti, a soli 4 punti dal campione del mondo Albert Arenas.

Nel 2021 passa in Moto2, alla guida della Kalex del team Liqui Moly Intact GP; il compagno di squadra è Marcel Schrötter. Ottiene come miglior risultato un quarto posto in Francia e termina la stagione al quattordicesimo posto con 51 punti.[5] Nel 2022 passa nel team Marc VDS Racing, con compagno di squadra Sam Lowes e nel GP delle Americhe ottiene la sua prima vittoria in Moto2.[6] Ottiene altre due vittorie[7] nel finale di stagione e chiude al quarto posto in classifica.[7] Nella stagione 2023 rimane nello stesso team, sempre con Sam Lowes come compagno di squadra. Parte molto bene, ottenendo diverse vittorie nelle prime gare e lottando con Pedro Acosta. Tuttavia, una serie di risultati altalenanti nel corso della stagione lo allontanano gradualmente dalla lotta per il titolo, che viene vinto dallo spagnolo a tre Gran Premi dalla fine mentre Arbolino, che porta a termine tutte le gare senza ritiri, chiude al secondo posto finale in campionato.[8]

Risultati nel motomondiale

modifica
2017 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto3 Honda 24 14 20 23 22 21 24 Rit Rit 16 17 25 Rit 26 23 18 22 25 2 34º
2018 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto3 Honda 17 10 20 Rit 7 7 Rit 16 17 15 9 AN 11 16 14 6 Rit 8 Rit 57 18º
2019 Classe Moto                                       Punti Pos.
Moto3 Honda 16 3 6 17 Rit 1 Rit 1 15 3 2 2 3 10 10 Rit 9 9 Rit 175
2020 Classe Moto                               Punti Pos.
Moto3 Honda 15 3 10 8 7 2 6 11 2 2 [4] 10 4 1 5 170
2021 Classe Moto                                     Punti Pos.
Moto2 Kalex 16 11 16 21 4 7 13 16 Rit 17 13 18 9 15 6 Rit 20 23 51 14º
2022 Classe Moto                                         Punti Pos.
Moto2 Kalex 5 8 6 1 Rit 3 Rit 4 10 10 7 12 Rit 7 5 6 1 Rit 1 3 191,5[9]
2023 Classe Moto                                         Punti Pos.
Moto2 Kalex 3 1 2 4 1 2 2 7 10 6 17 4 2 11 6 1 4 10 10 16 249,5[10]
2024 Classe Moto                                         Punti Pos.
Moto2 Kalex 20 12 11 7 8 9 16 33
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato '-' Dato non disp.
  1. ^ Moto3 Argentina, pole Arbolino: è la prima in carriera. Moto2, colpo Vierge, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A.. URL consultato il 6 maggio 2018.
  2. ^ (EN) Moto3 2018 Valencia - Qualifying Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L.. URL consultato il 24 marzo 2019.
  3. ^ (EN) Moto3 2020 Qatar - Entry List (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L.. URL consultato il 13 marzo 2020.
  4. ^ a b Serena Zunino, Moto3, Arbolino costretto a saltare il GP di Aragon, su motosprint.corrieredellosport.it, Conti Editore S.r.l.. URL consultato il 29 novembre 2020.
  5. ^ (EN) Moto2 2021 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 14 novembre 2021. URL consultato il 19 dicembre 2021.
  6. ^ René Pierotti, MotoGP 2022. GP delle Americhe ad Austin, in Moto2 vince Tony Arbolino!, su moto.it, CRM S.r.l., 10 aprile 2022. URL consultato il 9 giugno 2022.
  7. ^ a b (EN) Moto2 2022 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 6 novembre 2022. URL consultato il 16 novembre 2022.
  8. ^ (EN) Moto2 2023 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 26 novembre 2023. URL consultato il 30 novembre 2023.
  9. ^ Non essendo stati percorsi i due terzi dei giri previsti, per il Gran Premio di Thailandia è stata assegnata ai piloti la metà dei punti in palio.
  10. ^ Non essendo stati percorsi i due terzi dei giri previsti, per il Gran Premio d'Australia è stata assegnata ai piloti la metà dei punti in palio.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica