Tony Ferguson

artista marziale misto statunitense
Tony Ferguson
Tony Ferguson Mexico City.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 180 cm
Peso 70 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Lotta libera, 10-th Planet Jiu jitsu, Pugilato, Wing Chun
Categoria Pesi leggeri
Pesi welter
Squadra Stati Uniti Reign TC
Stati Uniti Knuckleheadz Boxing
Stati Uniti Reign Training Center
Carriera
Soprannome El Cucuy
Combatte da Stati Uniti Ventura, Stati Uniti
Vittorie 25
per knockout 12
per sottomissione 8
per decisione 5
Sconfitte 4
per knockout 1
per sottomissione 1
per decisione 2
 

Anthony Armand "Tony" Ferguson (Oxnard, 12 febbraio 1984) è un lottatore di arti marziali miste statunitense attualmente sotto contratto con la UFC.

Combatte nella divisione dei pesi leggeri, nella quale è stato campione ad interim nel 2017. È stato inoltre il vincitore della tredicesima stagione del reality show The Ultimate Fighter.

BiografiaModifica

Ferguson è cresciuto a Muskegon da genitori messicani; il padre lo incitò a praticare sport per socializzare e fin da subito ottenne degli ottimi risultati, tanto da ricevere ben dodici lettere per entrare nella squadra di football del liceo della sua città: qui divenne per tre volte All-State nella lotta, vincendo nella categoria delle 152 libbre nel 2002.

Come università frequentò la Grand Valley State University, dove si laureò All-American per due volte vincendo il torneo nazionale nella categoria delle 165 libbre; in seguito ritornò in California per aiutare la sua famiglia, lavorando in negozietti del paese. Poco dopo iniziò, sotto consiglio di un amico, ad allenarsi nelle arti marziali miste.

Carriera nelle arti marziali misteModifica

The Ultimate FighterModifica

Dopo un record di 10 vittorie e 2 sconfitte, Ferguson firmò per la UFC nel 2011 per poter competere nella tredicesima stagione del reality show The Ultimate Fighter.

Ferguson fu la terza scelta del Team Lesnar. Come match preliminare affrontò Justin Edwards; al primo round Ferguson venne mandato al tappeto dal suo avversario, ma incredibilmente andò a segno con up-kick che mise Edwards KO. Con questa vittoria passò ai quarti di finale.

Ai quarti affrontò Ryan McGillivray, vincendo velocemente per KO dopo aver colpito il suo avversario con un montante in pieno mento e aver chiuso il tutto con il ground and pound. Dopodiché passò alle semi finali dove dovette sfidare il suo compagno di squadra Chuck O'Neil; ancora una volta ottenne la vittoria per KO tecnico al terzo round.

Ultimate Fighting ChampionshipModifica

Ferguson debuttò ufficialmente nella UFC nell'evento finale della tredicesima stagione del reality The Ultimate Fighter, dove dovette affrontare Ramsey Nijem per decretare il vincitore della suddetta stagione. Ferguson sconfisse Nijem per KO al primo round, vincendo così il titolo di The Ultimate Fighter. Inoltre ottenne il premio Knockout of the Night.

A settembre del 2011 affrontò Aaron Riley all'evento UFC 135. Fin da subito, l'incontro divenne competitivo e proprio Ferguson andò a segno con un potente montante sinistro; successivamente dominò gli ultimi minuti del primo round. Nell'intervallo tra la prima e la seconda ripresa, Riley disse ai propri secondi di essersi rotto la mandibola. A seguito di ciò Ferguson ottenne la vittoria per KO tecnico.

Nell'incontro successivo affrontò il veterano delle MMA Yves Edwards, sconfiggendolo per decisione unanime. A maggio del 2012 avrebbe dovuto affrontare Dennis Hallman. Tuttavia, Hallman subì un infortunio e venne sostituito da Thiago Tavares; ma ancora una volta Tavares non poté prendere parte all'evento per infortunio e al suo posto venne inserito Michael Johnson. Ferguson venne sconfitto per decisione unanime.

A ottobre del 2013 affrontò Mike Rio all'evento UFC 166. Vinse l'incontro per sottomissione, applicando una D'arce choke nel primo round. Con questa vittoria ottenne il premio Submission of the Night.

A maggio del 2014 si scontrò con Katsunori Kikuno, sconfiggendo per KO alla prima ripresa. Mentre ad agosto avrebbe dovuto affrontare Danny Castillo; in seguito però l'evento UFC 176 venne totalmente cancellato, ed il match tra i due venne posticipato 28 giorni dopo per UFC 177. Ferguson vinse per decisione non unanime.

A dicembre dello stesso anno sconfigge Abel Trujillo per sottomissione nel secondo round. A febbraio del 2015 doveva vedersela con Yancy Medeiros, ma quest'ultimo subì un infortunio e venne rimpiazzato da Gleison Tibau. Ferguson vinse l'incontro al primo round sempre per sottomissione, ottenendo anche il premio Performance of the Night.

A luglio affrontò il veterano Josh Thomson, vincendo per decisione unanime in un match quasi totalmente dominato ed ottenendo il suo secondo premio Performance of the Night.

A dicembre avrebbe dovuto affrontare il talentuoso Khabib Nurmagomedov per l'evento finale della ventiduesima stagione del reality The Ultimate Fighter. Tuttavia, il russo subì un infortunio a fine ottobre e al suo posto venne inserito Edson Barboza. Il match fu molto combattuto ed entrambi i lottatori assunsero un atteggiamento molto aggressivo sia in piedi e sia al tappeto. Nel primo round, dopo aver tentato un sottomissione improvvisata, Ferguson si ritrovò al suolo assieme al suo avversario dove cominciò a scambiare alcuni colpi; durante questo frangente Ferguson colpì il volto di Barboza con un calcio mentre si trovavano ancora al tappeto, ciò portò l'arbitro a penalizzarlo con la detrazione di 1 punto. Nella seconda ripresa El Cucuy continuò imperterrito il suo attacco e dopo aver subito svariati calci sia al corpo e sia alla testa mise a segno una devastate gomitata che procurarono un taglio sulla fronte del brasiliano. Ferguson dopo aver stoppato un tentativo di takedown chiuse il suo avversario nella d'arce choke, ottenendo così la vittoria per sottomissione. Inoltre venne premiato con i riconoscimenti Fight of the Night e Performance of the Night.

Il rematch contro Michael Johnson doveva svolgersi il 5 marzo 2016, ma il 27 gennaio venne annunciato che Johnson non poteva prendere parte all'incontro per infortunio. Ad aprile venne riorganizzato il match contro Khabib Nurmagomedov all'evento UFC on Fox 19. Tuttavia, ancora una volta, il match saltò a causa di un problema al polmone da parte di Ferguson, che venne sostituito da Darrell Horcher.

A luglio avrebbe dovuto affrontare il vincitore della quindicesima stagione del reality show The Ultimate fighter Michael Chiesa, ma il 27 giugno Chiesa subì un infortunio e venne rimpiazzato da Landon Vannata. Dopo aver rischiato di perdere per KO al primo round, venendo colpito più volte dal suo avversario, Ferguson riuscì a riprendere in mano la situazione nel secondo round dove andò a segno con molti colpi significativi, sfruttando anche la bassa guardia del suo avversario. A 2 minuti dalla fine della seconda ripresa Ferguson riuscì a chiudere Vannata in una D'Arce choke, vincendo l'incontro per sottomissione. Entrambi vennero premiati con il riconoscimento Fight of the Night.

Il 5 novembre del 2016 affrontò l'ex campione dei pesi leggeri UFC Rafael dos Anjos. Dopo un match di 5 round molto combattuto, Ferguson riuscì ad ottenere la vittoria per decisione unanime sfruttando il suo allungo in piedi. Con questa vittoria, oltre ad ottenere il premio Fight of the Night, raggiunge una striscia vincente di nove incontri. Il 7 ottobre 2017 vince il titolo ad interim dei pesi leggeri battendo per sottomissione Kevin Lee nel main event di UFC 216, portando la sua striscia di vittorie consecutive a dieci.

Il 7 aprile 2018 avrebbe dovuto affrontare Khabib Nurmagomedov a UFC 223 per difendere il titolo, ma l'incontro salta per la quarta volta a causa di un infortunio al ginocchio per Tony: dopo un periodo di cinque mesi di stop dopo aver subito un'operazione al legamento fibulare, il 6 ottobre torna a combattere battendo l'ex campione Anthony Pettis per KO tecnico dovuto allo stop medico dell'avversario; entrambi vengono premiati con il riconoscimento Fight of the Night.

L'8 giugno 2019 affronta Donald Cerrone a UFC 238 vincendo ancora per KO tecnico dovuto allo stop dei medici e ottiene il riconoscimento Fight of the Night; la vittoria risulta comunque amara poiché El Cucuy viene aspramente contestato dal pubblico per aver colpito l'avversario subito dopo la campana.

Il 10 maggio avrebbe dovuto affrontare Khabib Nurmagomedov che però si rifiuta di combattere a causa della pandemia di COVID-19 del 2019-2021 e viene quindi sostituito da Justin Gaethje. L'incontro vede lo sfidante diventare il nuovo campione ad interim dei pesi leggeri trionfando per TKO al quinto round, in seguito a un match dominato dallo stesso Gaethje.

Risultati nelle arti marziali misteModifica

Gli incontri segnati su sfondo grigio si riferiscono ad incontri di esibizione non ufficiali o comunque non validi per essere integrati nel record da professionista

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Luogo Note
Sconfitta 25-5   Charles Oliveira Decisione (unanime) UFC 256: Figueiredo vs. Moreno 12 dicembre 2020 3 5:00   Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 25-4   Justin Gaethje TKO (pugni) UFC 249: Ferguson vs. Gaethje 9 maggio 2020 5 3:39   Jacksonville, Stati Uniti Per il titolo dei pesi leggeri UFC ad interim, Fight of the Night
Vittoria 25-3   Donald Cerrone KO tecnico (stop medico) UFC 238: Cejudo vs. Moraes 8 giugno 2019 2 5:00   Chicago, Stati Uniti Fight of the Night
Vittoria 24-3   Anthony Pettis KO tecnico (stop medico) UFC 229: Khabib vs. McGregor 6 ottobre 2018 2 5:00   Las Vegas, Stati Uniti Fight of the Night
Vittoria 23-3   Kevin Lee Sottomissione (triangolo) UFC 216: Ferguson vs. Lee 7 ottobre 2017 3 4:02   Paradise, Stati Uniti Vince il titolo ad interim dei pesi leggeri UFC. In seguito privato del titolo per infortunio
Vittoria 22-3   Rafael dos Anjos Decisione (unanime) The Ultimate Fighter Latin America 3 Finale 5 novembre 2016 5 5:00   Città del Messico, Messico Fight of the Night
Vittoria 21-3   Landon Vannata Sottomissione (D'Arce choke) UFC Fight Night: McDonald vs. Lineker 13 luglio 2016 2 2:22   Sioux Falls, Stati Uniti Fight of the Night
Vittoria 20-3   Edson Barboza Sottomissione (d'arce choke) The Ultimate Fighter: Team McGregor vs. Team Faber Finale 11 dicembre 2015 2 2:54   Las Vegas, Stati Uniti Fight of the Night, Performance of the Night
Vittoria 19-3   Josh Thomson Decisione (unanime) UFC Fight Night: Mir vs. Duffee 15 luglio 2015 3 5:00   San Diego, Stati Uniti Performance of the Night
Vittoria 18-3   Gleison Tibau Sottomissione (rear-naked choke) UFC 184: Rousey vs. Zingano 28 febbraio 2015 1 2:27   Las Vegas, Stati Uniti Performance of the Night
Vittoria 17-3   Abel Trujillo Sottomissione (rear-naked choke) UFC 181: Hendricks vs. Lawler 2 6 dicembre 2014 2 4:19   Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 16-3   Danny Castillo Decisione (non unanime) UFC 177: Dillashaw vs. Soto 30 agosto 2014 3 5:00   Sacramento, Stati Uniti
Vittoria 15-3   Katsunori Kikuno KO (pugno) UFC 173: Barão vs. Dillashaw 24 maggio 2014 1 4:06   Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 14-3   Mike Rio Sottomissione (D'Arce choke) UFC 166: Velasquez vs. dos Santos 3 19 ottobre 2013 1 1:52   Houston, Stati Uniti Submission of the Night
Sconfitta 13-3   Michael Johnson Decisione (unanime) UFC on Fox: Diaz vs. Miller 5 maggio 2012 3 5:00   East Rutherford, Stati Uniti
Vittoria 13-2   Yves Edwards Decisione (unanime) The Ultimate Fighter 14 Finale 3 dicembre 2011 3 5:00   Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 12-2   Aaron Riley KO Tecnico (stop medico) UFC 135: Jones vs. Rampage 24 settembre 2011 1 5:00   Denver, Stati Uniti Ritorna ai pesi leggeri
Vittoria 11-2   Ramsey Nijem KO (pugni) The Ultimate Fighter: Team Lesnar vs. Team dos Santos Finale 4 giugno 2011 1 3:54   Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC; vince il torneo dei pesi welter TUF 13; Knockout of the Night
Vittoria NU   Chuck O'Neil KO Tecnico (pugni) The Ultimate Fighter 13 1 giugno 2011 3 3:10   Las Vegas, Stati Uniti TUF 13, Semifinale
Vittoria NU   Ryan McGillivray KO Tecnico (pugni) The Ultimate Fighter 13 25 maggio 2011 1 0:46   Las Vegas, Stati Uniti TUF 13, quarti di finale
Vittoria NU   Justin Edwards KO (up-kick) The Ultimate Fighter 13 4 maggio 2011 1 3:56   Las Vegas, Stati Uniti TUF 13, Preliminari
Vittoria 10-2   Brock Jardine KO Tecnico (pugni) PureCombat 12: Champions for Children 25 settembre 2010 4 2:35   Clovis, Stati Uniti Vince il titolo dei pesi welter PureCombat
Vittoria 9-2   David Gardner KO Tecnico (pugni) CA Fight Syndicate: Battle of the 805 26 marzo 2010 2   Ventura, Stati Uniti Incontro catchweight (158 libbre)
Vittoria 8-2   Chris Kennedy KO Tecnico (stop medico) NFAMMA: Resurrection 18 dicembre 2009 1 2:29   Ventura, Stati Uniti
Sconfitta 7-2   Jamie Toney Sottomissione Tecnica (triangolo) NFAMMA: MMA at the Hyatt 3 16 ottobre 2009 1 2:15   Westlake Village, Stati Uniti
Vittoria 7-1   James Fanshier Decisione (unanime) Rebel Fighter 17 luglio 2009 3 5:00   Placerville, Stati Uniti
Vittoria 6-1   Devin Benjamin KO Tecnico (pugni e gomitate) NFAMMA: MMA at the Hyatt II 28 maggio 2009 1   Westlake Village, Stati Uniti
Vittoria 5-1   Daniel Hernandez KO Tecnico (pugni) NFAMMA: Riot at the Hyatt 5 marzo 2009 1 2:22   Westlake Village, Stati Uniti
Sconfitta 4-1   Karen Darabedyan Decisione (unanime) All Star Boxing: Caged in the Cannon 6 febbraio 2009 3 5:00   Montebello, Stati Uniti
Vittoria 4-0   Frank Park Sottomissione (triangolo) Long Beach Fight Night 3 4 gennaio 2009 1 2:34   Long Beach, Stati Uniti
Vittoria 3-0   Joe Schilling Sottomissione (rear-naked choke) Total Fighting Alliance 12 13 settembre 2008 2 2:12   Long Beach, Stati Uniti
Vittoria 2-0   Brandon Adams KO Tecnico (pugni) TFA 11: Pounding at the Pyramid 12 luglio 2008 2 2:18   Long Beach, Stati Uniti
Vittoria 1-0   Steve Avalos Sottomissione (pugni) CXF: Anarchy at the Arena 12 aprile 2008 2 1:25   Upland, Stati Uniti

NoteModifica


Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica