Apri il menu principale

Top of the Pops

programma televisivo musicale britannico
Top of the Pops
TOTP Logo.png
PaeseRegno Unito
Anno19642006
Generemusicale
Durata90 min
Lingua originaleinglese

Top of the Pops è un famoso programma musicale originario nel Regno Unito e trasmesso sulla BBC dal 1964 al 2006.

Indice

FormatModifica

 
David Bowie e Mick Ronson nell'edizione britannica, 1972

Il format di Top of the Pops consiste nel presentare la classifica dei dischi più venduti della settimana facendone ascoltare le canzoni eseguite dagli artisti stessi, in playback o dal vivo, nello studio del programma. I musicisti soliti a esibirsi sono dunque quelli più in voga nel momento e sui piani alti delle classifiche discografiche.

Il programma nel Regno Unito ha superato la soglia delle 2200 puntate, e dopo aver avuto il suo momento di maggior successo negli anni novanta, il 30 luglio 2006 ha cessato le sue trasmissioni in patria; seppur sopravvive ancora sulla BBC sotto forma di uno special annuale trasmesso in occasione del Natale intitolato "TOTP2" (che sta per Top of the Pops 2). Numerose furono le critiche per la cancellazione del programma: fra le tante note si può citare quella di Neil Tennant (cantante dei Pet Shop Boys), che nel luglio 2009 affermò che "si perdono molte stelle e performance per l'assenza di quello che era il grande momento in cui venivano incoronati i Re del Pop settimanali"[1]. Seppur in madrepatria il programma non esiste più, in alcuni paesi del mondo viene ancora trasmesso.

La sigla storica del programma è una cover strumentale di Whole Lotta Love dei Led Zeppelin, eseguita dai CCS.

Versione italianaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Top of the Pops (Italia).

In Italia venne creata una versione trasmessa da Rai 2 ogni sabato a partire dal 16 settembre 2000[2] al 20 settembre 2003, quando il 27 settembre dello stesso anno traslocò su Italia 1, rimanendovi in programmazione fino al 2 settembre 2006. Infine tornò su Rai 2 dal 27 febbraio 2010 al 14 maggio 2011.

NoteModifica

  1. ^ Tennant contro la BBC
  2. ^ pag.61 de la Repubblica del 13/9/2000, vd. Archivio la Repubblica.it [1].

BibliografiaModifica

  • Joseph Baroni. Dizionario della Televisione, pagg 502-503. Raffaello Cortina Editore. ISBN 88-7078-972-1.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica