Apri il menu principale

Tormento (film 1950)

film del 1950 diretto da Raffaello Matarazzo
Tormento
Tormento1.jpg
Yvonne Sanson ed Amedeo Nazzari in una foto di scena del film
Titolo originaleTormento
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1950
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.37:1
Generedrammatico, sentimentale
RegiaRaffaello Matarazzo
SoggettoLibero Bovio, Gaspare Di Maio
SceneggiaturaAldo De Benedetti
ProduttoreGoffredo Lombardo, Raffaello Matarazzo
Casa di produzioneLabor Film, Titanus
Distribuzione in italianoTitanus
FotografiaTino Santoni
MontaggioMario Serandrei
MusicheGino Campese
ScenografiaOttavio Scotti
TruccoAnacleto Giustini
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Tormento è un film del 1950 diretto da Raffaello Matarazzo, con Amedeo Nazzari ed Yvonne Sanson.

Fu distribuito nelle sale l'11 febbraio 1950.

Il film fu il secondo maggior incasso della stagione cinematografica 1949-50, preceduto dall'analogo Catene, sempre diretto da Matarazzo ed interpretato dalla coppia Nazzari-Sanson.

TramaModifica

Anna vive infelice con il padre e la matrigna, dopo l'ennesima lite il fidanzato Carlo la porta via di casa. Per sposarsi chiede la liquidazione al suo socio d'affari, un mezzo delinquente che il giorno dopo viene trovato morto. Carlo viene arrestato e condannato per omicidio e in carcere sposa Anna che nel frattempo è rimasta incinta. La donna fa fatica a trovare lavoro e dopo tanti tentativi viene assunta come lavapiatti in un locale notturno. Per caso incontra Enzo un vecchio amico di gioventù che lavora come cantante. Enzo chiede al direttore del locale di cambiarle mansione e di darle un extra che lui è disposto a rimborsare. Il proprietario però pensa di sedurre Anna che lo rifiuta e per questo perde il lavoro.

A causa della malattia della figlia la donna è costretta a tornare dalla matrigna che accetta di prendersi cura della bimba ma Anna deve scomparire dalla sua vita. Per amore della figlia Anna accetta ma Enzo tornato nel locale e parlando con la domestica della matrigna scopre la verità e decide di organizzare un incontro tra Anna e figlia. Anna ha uno scontro con la madre superiora che però le permette di uscire, ma la donna crolla svenuta lungo la strada.

Nel frattempo Carlo viene riconosciuto innocente e scarcerato. Torna a trovare la bimba e scopre anche lui tutti gli inganni della matrigna, prende la bimba e si reca nell'istituto dove è ricoverata Anna che rivedendo marito e figlia ritrova la salute.

IncassiModifica

Incasso accertato sino a tutto il 30 giugno 1965: 726.868.584 lire dell'epoca.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema