Torneo Interbritannico 1984

Torneo Interbritannico 1984
1984 British Home Championship
Competizione Torneo Interbritannico
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 89ª
Organizzatore FAFAWIFASFA
Date dal 13 dicembre 1983
al 26 maggio 1984
Luogo Regno Unito Regno Unito
Partecipanti 4
Nazioni Galles Galles
Inghilterra Inghilterra
Irlanda del Nord Irlanda del Nord
Scozia Scozia
Formula Round robin sola andata
Risultati
Vincitore Irlanda del Nord Irlanda del Nord
(8º titolo)
Secondo Galles Galles
Terzo Inghilterra Inghilterra
Quarto Scozia Scozia
Statistiche
Miglior marcatore Galles Mark Hughes
Inghilterra Tony Woodcock (2)
Incontri disputati 6
Gol segnati 11 (1,83 per incontro)
Pubblico 152 611
(25 435 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1983 Right arrow.svg

Il Torneo Interbritannico 1984 (in inglese 1984 British Home Championship) fu l'89ª e ultima edizione del Torneo Interbritannico, competizione internazionale contesa dalle quattro rappresentative calcistiche delle Home Nations del Regno Unito.

Già prima dell'inizio della competizione, nel 1983, le Federazioni di Inghilterra e Scozia avevano manifestato la perdita d'interesse a continuare a disputare un torneo annuale con le altre due formazioni britanniche, non considerando tali incontri sufficientemente attraenti per mantenere un alto livello della competizione[1]; singolarmente, tuttavia, la prima partita del torneo vide proprio la Scozia cadere a Belfast per mano dell'Irlanda del Nord 0-2[1].

Ogni squadra vinse, pareggiò e perse un incontro e quindi ad assegnare il torneo fu la differenza reti; all'ultima giornata del torneo a Glasgow la Scozia e l'Inghilterra pareggiarono 1-1[2] e quindi fu l'Irlanda del Nord ad aggiudicarsi il torneo avendo una differenza reti di +1[3].

A titolo statistico fu un arbitro italiano a dirigere l'ultimo incontro in assoluto del torneo, il veneziano (ma iscritto alla sezione di Milano) Paolo Casarin[2], e l'ultimo marcatore della storia del torneo fu l'inglese Tony Woodcock[3].

Il trofeo fu consegnato alla Federazione nordirlandese che lo tenne in custodia come detentore definitivo. Nel 2015 il trofeo fu donato al National Football Museum di Manchester per essere posto in esposizione permanente[4].

RisultatiModifica

Belfast
13 dicembre 1983
Irlanda del Nord  2 – 0  ScoziaWindsor Park (12 000 spett.)
Arbitro:   Neil Midgley

Glasgow
28 febbraio 1984
Scozia  2 – 1  GallesHampden Park (21 542 spett.)
Arbitro:   Jack Poucher

Londra
4 aprile 1984, ore 19:45 BST
Inghilterra  1 – 0  Irlanda del NordWembley (24 000 spett.)
Arbitro:   Ronald Bridges

Wrexham
2 maggio 1984, ore 19:30 BST
Galles  1 – 0  InghilterraRacecourse Ground (14 250 spett.)
Arbitro:   William Syme

Swansea
22 maggio 1984
Galles  1 – 1  Irlanda del NordVetch Field (7 845 spett.)
Arbitro:   Brian McGinley

Glasgow
26 maggio 1984
Scozia  1 – 1  InghilterraHampden Park (73 064 spett.)
Arbitro:   Paolo Casarin

ClassificaModifica

Squadra G V N P G+ G- PT
  Irlanda del Nord 3 1 1 1 3 2 +1 3
  Galles 3 1 1 1 3 3 0 3
  Inghilterra 3 1 1 1 2 2 0 3
  Scozia 3 1 1 1 3 4 -1 3

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Jim Reynolds, Windsor fairytale a nightmare for Scots, in The Glasgow Herald, 14 dicembre 1983, p. 22. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  2. ^ a b (EN) Jim Reynolds, Fitting finale despite shortage of stars, in The Glasgow Herald, 28 maggio 1984, p. 15. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  3. ^ a b Donnelley, p. 1986 (edizione on-line).
  4. ^ (EN) British Home Championship Trophy Goes On Display, su nationalfootballmuseum.com, National Football Museum, 6 maggio 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015 (archiviato il 14 dicembre 2015).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio