Apri il menu principale

Torneo misto abruzzese 1944-1945

Torneo misto abruzzese 1944-1945
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione unica
Organizzatore Comitato Regionale Abruzzese[1]
Date dal 24 dicembre 1944
al 20 giugno 1945
Paese organizz. Italia Italia
Luogo Abruzzo
Partecipanti 14
Formula girone all'italiana
Risultati
Vincitore Pescara
(unico titolo)
Secondo Chieti
Terzo Bianco e Verde.svg Forza e Coraggio
Quarto L'Aquila

Il Torneo misto abruzzese 1944-1945 fu una competizione calcistica disputatasi nella regione Abruzzo in un'unica edizione, fra il dicembre del 1944 ed il giugno del 1945, durante gli ultimi mesi della Seconda guerra mondiale. Lo stesso conflitto bellico in parte ne influenzò il corretto svolgimento. La formazione vincitrice del torneo fu il Pescara.

AvvenimentiModifica

Dopo che la FIGC aveva interrotto le attività sportive ufficiali nella stagione 1943-1944, il Comitato istituì, su modello di altre regioni, un campionato misto — aperto, cioè, alle società abruzzesi di tutte le categorie — con l'obiettivo di tenere impegnati i calciatori durante l'ultima fase della Seconda guerra mondiale[2].

Il torneo vedeva ai nastri di partenza un'unica formazione cadetta, vale a dire il Pescara, e due squadre provenienti dalla Serie C, Chieti e L'Aquila (anche se la formazione rossoblù si presentò come unione di vari club cittadini sotto il nome di S.S. L'Aquila 1944)[2]. Le squadre rimanenti erano o provenienti dai campionati regionali, o erano rimaste inattive nella precedente stagione, o addirittura erano appena state fondate, come nel caso della S.S. Vastese, sorta dalle ceneri della scomparsa U.S. Vastese. È documentata la presenza di 13 formazioni, ridotte poi a 10 ed infine a 9 con l'esclusione — a campionato iniziato — del Sulmona; altre fonti citano la presenza di 14 squadre.

La prima giornata ebbe luogo la vigilia di Natale del 1944. Il campionato si concluse a luglio con la vittoria del Pescara dopo numerose partite annullate e rinviate con formazioni ritiratesi e punti di penalizzazione inflitti[3]. Tra le partite disputate è da segnalare il derby tra Chieti e Pescara terminato con la vittoria di misura dei nero-verdi (1-0 con rete di Giunghi): gli adriatici, infatti, non perdevano un incontro da quasi 2 anni (30 maggio 1943)[4].

Squadre partecipantiModifica

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Pescara 32 18 15 2 1 77 7 +70
2. Chieti 30 18 14 2 2 47 16 +31
3.   Forza e Coraggio (-1)[11] 22 18 10 3 5 31 24 +7
4. L'Aquila 20 18 8 4 6 27 24 +3
5. Vastese (-2)[12] 18 18 9 2 7 19 18 +1
6.   Casauriense (-1)[11] 14 18 6 3 9 27 40 -13
7.   Pennese 13 18 6 1 11 21 34 -13
8.   Frentana (-3)[13] 12 18 7 1 10 21 42 -21
9.   Sagittario Pratola (-1)[11] 5 18 3 0 15 15 61 -46
--   Sulmona Esclusa
-- Giulianova Ritirata
--   Interamnia Ritirata
--   Popoli Ritirata

Legenda:

      Campione abruzzese.
      Esclusa dal torneo.[14]
      Ritirata dal torneo.[14]

Note:

Due punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per la sconfitta.

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Associazione Sportiva Pescara 1944-1945.

Il Pescara presentava un'intelaiatura simile a quella schierata in Serie B nel 1942-1943.

Pescara 1944-1945
P   Pietro Miglio
D   Alfredo Romagnoli
D   Ostavo Mincarelli
C   Bruno Ventura
C   Alfredo De Angelis
C   Riccardo Di Santo
C   Edmondo Maturo
C   Armando Creziato
A   Berardo Lanciaprima
A   Mario Tontodonati
A   Carlo Guarnieri
  • Allenatore: Edmondo De Amicis

RisultatiModifica

CalendarioModifica

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (10ª)
24 dic. 1-4 Sulmona-Chieti 0-6 4 mar.
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (11ª)
31 dic. 1-0 Chieti-Forza e Coraggio 0-1 22 apr.


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (12ª)
14 gen. 3-0 Chieti-L'Aquila 2-2 6 mag.
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (13ª)
28 gen. 0-2 Vastese-Chieti 0-1 29 apr.


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (14ª)
11 feb. 4-0 Pescara-Chieti 0-1 27 mag.
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (15ª)
18 feb. 6-0 Chieti-Pratola 2-3 3 lug.


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (16ª)
25 feb. 1-1 Vis Penne-Chieti 1-4 13 mag.
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (17ª)
4 mar. 0-0 Frentana-Chieti 1-6 17 mag.


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (18ª)
8 apr. 5-0 Chieti-Casauriense 5-1 20 mag.

NoteModifica

  1. ^ I nomi degli enti FIGC imposti dal regime fascista, gli ex "Direttori di Zona", furono tutti aboliti adottando la vecchia denominazione in vigore ante 1926 per ordine del CONI di Roma all'atto della liberazione da parte delle truppe alleate. Corriere dello Sport, visionato presso la Biblioteca Alessandrina di Roma.
  2. ^ a b Dante Capaldi, Periodo bellico e volontà di fare calcio, in La storia dell'Aquila Calcio, L'Aquila, Editpress, 2012, pp. 59-60.
  3. ^ solopescara.com, Pescara Calcio Storia - Stagione 1944 1945, su solopescara.com. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  4. ^ tifochieti.com, Campionato misto abruzzese del 1944-1945, su tifochieti.com. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  5. ^ In alcuni tabellini la squadra è citata come Tocco da Casauria.
  6. ^ In alcuni tabellini la squadra è citata come Lanciano.
  7. ^ Risultato acquisito come S.S. Virtus Lanciano.
  8. ^ I documenti FIGC pubblicati sul Corriere dello Sport (liste di trasferimento) trascrivono A.S. L'Aquila senza il 1944 (citato come data di ricostituzione sull'Annuario FIGC 1951-1952 a pag. 127).
  9. ^ Risultato acquisito come A.S. L'Aquila.
  10. ^ Risultato acquisito come G.I.L. Penne.
  11. ^ a b c 1 punto di penalizzazione per rinuncia.
  12. ^ 2 punti di penalizzazione per rinuncia.
  13. ^ 3 punti di penalizzazione per rinuncia e recidività.
  14. ^ a b Le squadre escluse e ritirate dal campionato non avevano posizione in classifica quale misura punitiva secondo il nuovo regolamento campionati approvato nel 1928 che introduceva anche l'esclusione automatica alla quarta rinuncia.

BibliografiaModifica

  • Braccili, L. (1993), Piccola storia del calcio abruzzese, Polla, Roma, ISBN 88-7407-052-7.
  • Del Gusto, F. (1995), Avezzano, un secolo di sport, Di Censo editore, Avezzano.
  • Capaldi, D. (2012), La storia dell'Aquila Calcio, Editpress, L'Aquila.
  • Rapino, A. (2014), Le radici e la passione. Il calcio a Lanciano tra gli anni trenta e il periodo bellico, Lancianoanoi, Lanciano.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica