Apri il menu principale
Torre Hadid
Torre Hadid.png
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
LocalitàMilano
Coordinate45°28′41.95″N 9°09′18.76″E / 45.47832°N 9.15521°E45.47832; 9.15521Coordinate: 45°28′41.95″N 9°09′18.76″E / 45.47832°N 9.15521°E45.47832; 9.15521
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione2014-2017
Inaugurazione9 aprile 2019
Stileneo-futuristico
UsoUffici Assicurazioni Generali
Altezza192 m
Antenna/guglia: 192 m
Tetto: 177 m
Piani44
Realizzazione
ArchitettoZaha Hadid
IngegnereMauro Eugenio Giuliani - Redesco
ProprietarioGenerali

La torre Hadid o torre Generali (soprannominata lo Storto) è uno dei tre grattacieli, il secondo per altezza, previsti nel progetto CityLife, il cui scopo è la riqualificazione della zona dell'ex Fiera di Milano e prende il nome dalla sua progettista, l'architetta anglo-irachena Zaha Hadid. L'edificio ospita la sede degli uffici di Milano del Gruppo Generali ed è stato nominato da Emporis il secondo grattacielo più bello del 2016.[1][2]

ProgettoModifica

 
La torre Hadid in fase di realizzazione nel 2016

La torre, progettata dall'architetto e designer Zaha Hadid, si sviluppa per 44 piani e ha un'altezza complessiva di 177 metri[3] che salgono a 192 metri se si considerano i 15 metri aggiuntivi dell'insegna Generali. Dei 44 piani, 39 saranno destinati ad uffici e saranno in grado di accogliere circa 3.200 persone. L'edificio disporrà, anche, di un parcheggio riservato e interrato per circa 380 posti auto.[4]

Caratteristica distintiva dell'edificio, da cui deriva anche il soprannome lo Storto, è la torsione dell'edificio che viene attenuata sempre più con l'aumentare dell'altezza, fino a raggiungere la verticalità; la lobby alta due piani, che fungerà da ingresso per la piazza e la sottostante stazione della metropolitana, sarà contraddistinta anch'essa dalle linee sinuose della facciata. Infine, ai piedi della torre, sarà situata una galleria commerciale.[4]

L'edificio si distingue, anche, per un'elevata efficienza e per una forte attenzione al contenimento dei costi energetici.[4]

Il progetto strutturale presenta aspetti innovativi e rappresenta uno dei primi progetti ad affrontare il tema di una torre in torsione interamente in calcestruzzo.

La costruzioneModifica

La costruzione dell'edificio è iniziata il 25 agosto 2014. Dalle ore 20 di venerdì 5 dicembre, sino alle prime ore del mattino di domenica 7, è stato eseguito il getto delle fondazioni, per un volume di calcestruzzo pari a 7500 m³. Il 5 ottobre 2017 la costruzione ha raggiunto il quarantaduesimo piano.[5] La torre è stata aperta al pubblico il 15 ottobre 2017 durante una giornata organizzata dal FAI[6].

L'inaugurazione ufficiale è avvenuta il 9 aprile 2019 alla presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al Sindaco di Milano Giuseppe Sala e al Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, oltre al Presidente del Gruppo Generali, Gabriele Galateri, e al Group Ceo, Philippe Donnet[7]..

TrasportiModifica

La torre è servita dalla linea 5 della metropolitana di Milano, la lilla, che è stata aperta il 14 novembre 2015.

NoteModifica

  1. ^ Milano: al via lavori per fondamenta secondo grattacielo CityLife, in ANSA, 4 dicembre 2014. URL consultato il 5 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2014).
  2. ^ Emporis Skyscraper Award 2017, su emporis.com.
  3. ^ CTBUH, su skyscrapercenter.com.
  4. ^ a b c Copia archiviata, su city-life.it. URL consultato il 3 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2011).
  5. ^ Citylife, entro novembre inaugurerà il «podium». E un grande parco, in Corriere della Sera. URL consultato il 30 marzo 2017.
  6. ^ Torre Hadid, migliaia per visitarla: fila di oltre un km, ore di coda, in MilanoToday. URL consultato il 21 ottobre 2017.
  7. ^ Conte: «Generali, orgoglio italiano» Il premier inaugura la torre Hadid, in Corriere.it. URL consultato il 9 aprile 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica