Apri il menu principale

Torre del Gardello

torre medievale di Verona
Torre del Gardello
Madonna Verona bis.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
LocalitàVerona
IndirizzoPiazza Erbe, 40
Coordinate45°26′37.16″N 10°59′47.48″E / 45.443656°N 10.996522°E45.443656; 10.996522Coordinate: 45°26′37.16″N 10°59′47.48″E / 45.443656°N 10.996522°E45.443656; 10.996522
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXIII secolo
Usocivile
Altezza44 m

La torre del Gardello si trova a Verona, presso piazza Erbe.

Storia e descrizioneModifica

La torre venne costruita prima dell'avvento della signoria scaligera, ma nel 1363 Cansignorio della Scala la fece restaurare, forse ad opera di Giovanni da Ferrara[1] e nel 1370 venne collocata una campana, che rintoccava ogni ora: andava a battere le ore un orologio a campana, posto internamente. Nel 1421 iniziò la costruzione del quadrante esterno e di tutto il meccanismo per il movimento delle sfere. La campana emette la nota Mi3, pesa 1800 kg ed è conservata al museo di Castelvecchio, venne fusa da un importante veronese, Maestro Jacopo, nel 1370. La campana del Gardello ha avuto un posto importante nella vita della città, inoltre è una delle prime conquiste del progresso tecnologico meccanico: quello della torre fu infatti il primo orologio pubblico, consultabile da tutti.

Nel 1932 la torre fu liberata da una casetta che era stata addossata e che n'occultava la porzione inferiore: nella casetta aveva sede la farmacia all'insegna della "gabbia". Storicamente l'insegna derivava dalla tradizione di una gabbia di ferro, probabilmente aderente al muro della torre. Il toponimo "alla gabbia" è sopravvissuto per tradizione orale, ad indicare questo primo tratto corso ed è stato assunto da alcune aziende commerciali del sito.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica