Apri il menu principale
Torre della Tromba
Trento-Torre della Tromba 2.jpg
La Torre della Tromba vista via Cavour
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige
LocalitàTrento
IndirizzoVia Cavour
Coordinate46°04′05.52″N 11°07′14.3″E / 46.0682°N 11.12064°E46.0682; 11.12064Coordinate: 46°04′05.52″N 11°07′14.3″E / 46.0682°N 11.12064°E46.0682; 11.12064
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXII fino XX secolo
Altezza33,15 m
Realizzazione
ProprietarioComune di Trento
CommittenteFamiglia Buonmartino

La Torre della Tromba è una torre storica della città di Trento.

Indice

StoriaModifica

La torre fu eretta nel XII secolo dalla famiglia Buonmartino che all'inizio del XIII secolo fece edificare un palazzo adiacente alla torre. Nel 1481 fu menzionata per la prima volta nell'atto di vendita al magistrato della città di Trento. In seguito venne ulteriormente rialzata con mattoni.[1]

Il nome Torre della Tromba è attestato a partire dal 1683. Dalla fine del XVIII secolo e fino al 1860 circa fu utilizzata come prigione. Nel 2000 il comune eseguì alcuni lavori di ristrutturazione all'esterno ed interno ma non è più possibile accedervi per problemi di sicurezza.[2][3]

DescrizioneModifica

La torre ha una pianta a forma di trapezio di 7,70 × 5,50 m e misura all'incirca 33,15 m in altezza con la merlatura. Nella sua storia fu rialzata più volte, ben riconoscibile anche nel materiale utilizzato.

La prima fase di costruzione risale al XII secolo e si distingue dagli altri periodi dal bugnato di rosso ammonitico utilizzato. In una seconda fase fu rialzata di un metro e mezzo circa.

Nel XIII secolo il lato settentrionale e orientale fu inglobato in un palazzo con il quale faceva angolo. Di quest'opera rimangono poche tracce. Ben visibile sono invece i conci bianchi del rialzamento eseguito nello stesso periodo. Probabilmente nel XIV secolo furono eseguiti altri lavori, durante i quali furono utilizzati mattoni e ghiaia dal fiume Adige. In questo periodo furono eretti anche i merli.

Altri lavori furono eseguiti tra il XVII e il XVIII secolo nei quali la torre raggiunse l'altezza attuale. Nel 1914 fu sostituita la merlatura originale con quella a coda di rondine ancora presente.[4]

NoteModifica

  1. ^ Aldo Gorfer: Trento città del Concilio p. 370
  2. ^ Torre della Tromba, su comune.trento.it. URL consultato il 16 febbraio 2018.
  3. ^ Moira Pederzolli: Torre della Tromba p. 244
  4. ^ Moira Pederzolli: Torre della Tromba pp. 244–246

BibliografiaModifica

  • Aldo Gorfer: Trento città del Concilio, Arca, Lavis 2003, ISBN 978-88-88203-10-2
  • Moira Pederzolli: Torre della Tromba. in: Elisa Possenti, Giorgia Gentilini, Walter Landi, Michela Cunaccia (a.c.): APSAT 5. Castra, castelli e domus murate. Corpus dei siti fortificati trentini tra tardo antico e basso medioevo. Schede 2. SAP Società Archeologica srl., Mantova 2013, ISBN 978-88-87115-80-2

Altri progettiModifica