Torta in faccia

atto di gettare una torta in faccia a qualcuno
Disambiguazione – "Torte in faccia" rimanda qui. Se stai cercando il programma televisivo, vedi Torte in faccia (programma televisivo).

La torta in faccia è un gesto che consiste nel colpire qualcuno sul viso con una torta per scherzo, derisione, e/o protesta.[1] Al fine di non ledere la vittima, le torte destinate al "lancio" sono soffici (vengono spesso preparate usando creme o panna montata, sono prive di uno strato di crosta superiore) e non vengono riscaldate. In alcuni casi, le torte usate per colpire qualcuno possono essere sostituite da semplici teglie di alluminio cosparse di panna montata o schiuma da barba.

StoriaModifica

La pratica di schiacciare delle torte in faccia ha origine nei numeri di varietà di Fred Karno e nelle commedie slapstick del primo Novecento. Il primo film in cui capita ciò è Mr. Flip, realizzato nel 1909 dalla Essanay.[2] Nel corso della pellicola, Ben Turpin, che interpreta il protagonista, viene colpito da una torta in faccia dopo aver tentato di corteggiare una donna. Il regista di corti comici Mack Sennett iniziò a girare film con torte in faccia dal 1913, anno in cui uscirono That Ragtime Band e A Noise from the Deep. Stando alle parole di Sennett, "una madre non può mai essere colpita da una torta alla crema, ma le suocere sì".[3]

Il primo film dove compare una vera e propria battaglia con lanci di torte è Charlot macchinista, diretto da Charlie Chaplin nel 1916. Ne La battaglia del secolo del 1927, il duo Stanlio e Ollio prende parte a una sorta di "guerra" ove vengono lanciate tremila torte. La tradizione delle torte in faccia nel cinema hollywoodiano venne consolidata ulteriormente grazie ai film Shivering Shakespeare (1930), Keystone Hotel (1941) e In the Sweet Pie and Pie (1941).[4][5][6]

Diversi corti animati dei Looney Tunes usciti tra gli anni quaranta e sessanta presentano scene in cui i vari personaggi vengono colpiti da torte in faccia.[7]

 
Frank Sinatra e Soupy Sales vengono colpiti da torte in faccia durante una puntata del Soupy Sales Show (1965)

La canzone Make 'Em Laugh (1952), che venne usata nel film Cantando sotto la pioggia, si conclude con la frase and then you get a great big custard pie in the face! ("e alla fine ti prendi una grossa torta in faccia!")

Una delle più famose sequenze con torte in faccia della storia del cinema è quella de La grande corsa del 1965, nel corso della quale vengono lanciati quattromila dolci e utilizzata una torta di più grandi dimensioni. La scena venne girata in cinque giorni e costò 200.000 dollari.[8]

I primissimi casi in cui delle persone vennero colpite da torte in faccia per protesta e/o attivismo risalgono a cavallo tra gli anni sessanta e settanta. Il 14 ottobre del 1969, l'editore e ghostwriter Jim Retherford lanciò una torta in faccia al presidente dell'Università della California, Berkeley, Clark Kerr, mentre si trovava a Bloomington. L'anno seguente il sociologo e presidente della President's Commission on Obscenity and Pornography Otto Larsen venne colpito da una torta lanciatagli da Tom Forçade, yippie e fondatore della rivista High Times.[9] Un altro yippie di nome Aron Kay colpì con delle torte William F. Buckley, Phyllis Schlafly, G. Gordon Liddy, E. Howard Hunt e Andy Warhol.[10] Thom Higgins, un discepolo di Kay, fece lo stesso con la controversa attivista Anita Bryant.[11][12]

Fece scalpore il caso di Bill Gates che, nel 1998, venne colpito da una torta alla panna mentre era in visita a Bruxelles per incontrare i funzionari dell'Unione Europea. L'autore del fatto, un anarchico umorista di nome Noël Godin, fece gesti analoghi con altri noti personaggi, come Jean-Luc Godard e Bernard-Henri Lévy.[13]

Nel corso del 2014 alcuni proposero una variante del fenomeno virale Ice Bucket Challenge, intitolata Pie In The Eye Challenge, in cui il protagonista del video viene colpito da una torta in faccia.[14][15]

NoteModifica

  1. ^ (EN) The Medium Is the Meringue, su books.google.ca. URL consultato il 10 giugno 2022.
  2. ^ (EN) A Very Brief History of Slapstick, su splat-tv.artshtick.com. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2009).
  3. ^ (EN) Mack Sennett – The Father of Slapstick Comedy, su legacy.com. URL consultato il 10 giugno 2022.
  4. ^ (EN) The Art of Pieing. Nothing cuts through the veneer of the powerful like a banana cream", su nowtoronto.com. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2006).
  5. ^ (EN) A Long Career of Pitching Pastries, su aspin.asu.edu. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2005).
  6. ^ (EN) William K. Everson, The complete films of Laurel & Hardy, Citadel, 1967, p. 55.
  7. ^ (EN) Case of the Missing Hare, su bcdb.com. URL consultato il 10 giugno 2022.
  8. ^ (EN) Sam Wasson, A splurch in the kisser: the movies of Blake Edwards, Wesleyan University, 2009, p. 98.
  9. ^ (EN) Take Sugar, Eggs, Beliefs . . . And Aim, su query.nytimes.com. URL consultato il 10 giugno 2022.
  10. ^ (EN) Aron Kay: Un-American as Apple Pie, su news.google.com. URL consultato il 10 giugno 2022.
  11. ^ (EN) Murdoch, the Pie Man, and Baked Goods as Political Theatre, su huffingtonpost.com. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2012).
  12. ^ (EN) Pie-Faced: Why throwing a pie at someone who deserves it is one of the most celebrated traditions in our so-called culture (DOC), su gershkuntzman.homestead.com. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2009).
  13. ^ Storie di torte in faccia, su ilpost.it. URL consultato il 10 giugno 2022.
  14. ^ (EN) MSP Hugh is hap-pie to help charity's challenge, su dailyrecord.co.uk. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2014).
  15. ^ (EN) Shelbyville Times-Gazette: Local News: New fundraiser: Here's pie in your eye (08/31/14), su t-g.com. URL consultato il 10 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2014).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica