Tour de France 1929

Edizione numero 023 della corsa ciclistica a tappe francese
Francia Tour de France 1929
Tour de France 1929.png
Il percorso
Edizione23ª
Data30 giugno - 28 luglio
PartenzaParigi
ArrivoParigi
Percorso5 286 km, 22 tappe
Tempo186h39'16"
Media28,320 km/h
Classifica finale
PrimoBelgio Maurice Dewaele
SecondoItalia Giuseppe Pancera
TerzoBelgio Joseph Demuysere
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Tour de France 1928Tour de France 1930

Il Tour de France 1929, ventitreesima edizione della Grande Boucle, si svolse in ventidue tappe tra il 30 giugno e il 28 luglio 1929, per un percorso totale di 5 286 km.

Fu vinto per la prima ed unica volta dal passista-scalatore belga Maurice Dewaele (al terzo e ultimo podio del Tour, peraltro consecutivo, dopo la piazza d'onore del 1927 e la terza posizione del 1928).

Si trattò della nona edizione vittoriosa per un corridore del Belgio nella Grande Boucle, tre anni dopo l'affermazione di Lucien Buysse.

Dewaele, sesto belga vincente al Tour, terminò le proprie fatiche sulle strade transalpine con il tempo di 186h39'16".

Il passista italiano Giuseppe Pancera (al suo unico podio della corsa a tappe francese), detto "il mangiachilometri" per la sua particolare resistenza nelle corse in linea di lunga durata, si piazzò in seconda posizione nella classifica generale.

Il passista-cronoman e scalatore belga Jef Demuysere (per la prima volta sul podio di Parigi) si classificò al terzo posto della classifica generale.

TappeModifica

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
30 giugno Parigi > Caen 206   Aimé Dossche   Aimé Dossche
1º luglio Caen > Cherbourg 140   André Leducq   Aimé Dossche
2 luglio Cherbourg > Dinan 199   Omer Taverne   Aimé Dossche
3 luglio Dinan > Brest 206   Louis Delannoy   Maurice Dewaele
4 luglio Brest > Vannes 208   Gustave Van Slembrouck   Maurice Dewaele
5 luglio Vannes > Les Sables-d'Olonne 204   Paul le Drogo   Maurice Dewaele
6 luglio Les Sables-d'Olonne > Bordeaux 285   Nicolas Frantz   Nicolas Frantz
7 luglio Bordeaux > Bayonne 182   Julien Moineau   Gaston Rebry
8 luglio giorno di riposo
9 luglio Bayonne > Luchon 363   Salvador Cardona   Victor Fontan
10 luglio giorno di riposo
10ª 11 luglio Luchon > Perpignano 323   Jef Demuysere   Maurice Dewaele
12 luglio giorno di riposo
11ª 13 luglio Perpignano > Marsiglia 366   André Leducq   Maurice Dewaele
14 luglio giorno di riposo
12ª 15 luglio Marsiglia > Cannes 191   Marcel Bidot   Maurice Dewaele
13ª 16 luglio Cannes > Nizza 133   Benoit Faure   Maurice Dewaele
17 luglio giorno di riposo
14ª 18 luglio Nizza > Grenoble 333   Gaston Rebry   Maurice Dewaele
19 luglio giorno di riposo
15ª 20 luglio Grenoble > Évian-les-Bains 329   Julien Vervaecke   Maurice Dewaele
21 luglio giorno di riposo
16ª 22 luglio Évian-les-Bains > Belfort 283   Charles Pélissier   Maurice Dewaele
17ª 23 luglio Belfort > Strasburgo 145   André Leducq   Maurice Dewaele
18ª 24 luglio Strasburgo > Metz 165   André Leducq   Maurice Dewaele
19ª 25 luglio Metz > Charleville 159   Bernard Van Rysselberghe   Maurice Dewaele
20ª 26 luglio Charleville > Malo-les-Bains 270   Maurice Dewaele   Maurice Dewaele
21ª 27 luglio Malo-les-Bains > Dieppe 234   André Leducq   Maurice Dewaele
22ª 28 luglio Dieppe > Parigi 332   Nicolas Frantz   Maurice Dewaele
Totale 5 377

Resoconto degli eventiModifica

Victor Fontan, primo nella classifica generale, durante la decima tappa cadde rompendo la sua bicicletta. Quell'anno fu stabilita una regola secondo cui un corridore doveva finire la tappa con la bicicletta con cui l'aveva iniziata. Fontan dovette quindi andare di casa in casa per trovare una bicicletta da prendere in prestito. Trovatala, dovette percorrere i 145 chilometri che lo separavano dal traguardo trascinando la sua bicicletta originale dietro quella che gli era stata prestata. Arrivò al traguardo in lacrime. La regola fu eliminata l'anno successivo, nel Tour de France 1930.

Malato e vicino all'abbandono, Maurice Dewaele fu salvato dagli uomini della sua squadra che lo portarono alla volata finale permettendogli di vincere nonostante le sue condizioni fisiche. Questo avvenimento fu in seguito causa di polemiche verso il gioco di squadra del team di Deweale. Lo stesso Dewaele, come il suo predecessore Nicolas Frantz, giunse sempre al traguardo di Parigi in tutte le sue partecipazioni (quattro) alla Grande Boucle ed entrò sempre nella top-five (oltre ai tre podi consecutivi, si classificherà al quinto posto nel 1931 dopo aver saltato l'edizione del 1930).

Dewaele nelle prime fasi della corsa fu maglia gialla dal termine della quarta frazione fino alla fine della sesta. Dalla fine della decima tappa tornò leader, portando la maglia gialla fino a Parigi. Fu quindi a capo della classifica generale al termine di sedici tappe sulle ventidue previste.

Giuseppe Pancera e Jef Demuysere raggiunsero il podio di Parigi al loro esordio al Tour.

Al Tour de France 1929 parteciparono 155 corridori, divisi in due categorie assi e cicloturisti, dei quali 60 giunsero a Parigi. Gli "assi" erano suddivisi in dieci squadre mentre una parte dei cicloturisti era suddivisa in selezioni regionali. Il corridore che vinse più tappe in questa edizione fu il francese André Leducq, classificatosi poi undicesimo nella classifica finale, che riuscì ad arrivare primo in cinque occasioni su un totale di ventidue tappe.

Classifiche finaliModifica

Classifica generale - Maglia giallaModifica

Pos. Corridore Squadra Tempo
1   Maurice Dewaele Alcyon-Dunlop 186.39'16"
2   Giuseppe Pancera La Rafale a 44'23"
3   Jef Demuysere Lucifer a 57'10"
4   Salvador Cardona Fontan-Wolber a 57'46"
5   Nicolas Frantz Alcyon-Dunlop a 58'00"
6   Louis Delannoy La Française a 1h06'09"
7   Antonin Magne Alleluia a 1h08'00"
8   Julien Vervaecke Alcyon-Dunlop a 2h01'37"
9   Pierre Magne Alleluia a 2.03'00"
10   Gaston Rebry Alcyon-Dunlop a 2h17'49"

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo