Apri il menu principale
Isola di Man Tourist Trophy 1962
102º GP della storia del Motomondiale
3ª prova su 11 del 1962
Isle of Man TT Course (OpenStreetMap).png
Data 4 giugno 1962
Nome ufficiale 44º Tourist Trophy
Luogo Circuito del Mountain
Percorso 60,721 km
Circuito stradale ricavato dalla viabilità ordinaria
Risultati
Classe 500
96º GP nella storia della classe
Distanza 6 giri, totale 364,326 km
Pole position Giro veloce
Rhodesia Gary Hocking
MV Agusta in 21'24.4
Podio
1. Rhodesia Gary Hocking
MV Agusta
2. Regno Unito Ellis Boyce
Norton
3. Regno Unito Fred Stevens
Norton
Classe 350
87º GP nella storia della classe
Distanza 6 giri, totale 364,326 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Mike Hailwood
MV Agusta
Podio
1. Regno Unito Mike Hailwood
MV Agusta
2. Rhodesia Gary Hocking
MV Agusta
3. Cecoslovacchia František Št'astný
Jawa
Classe 250
82º GP nella storia della classe
Distanza 6 giri, totale 364,326 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Bob McIntyre
Honda in 22' 51.2
(nel giro 1 di 6)
Podio
1. Regno Unito Derek Minter
Honda
2. Rhodesia Jim Redman
Honda
3. Australia Tom Phillis
Honda
Classe 125
79º GP nella storia della classe
Distanza 3 giri, totale 181,920 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Luigi Taveri
Honda
Podio
1. Svizzera Luigi Taveri
Honda
2. Irlanda del Nord Tommy Robb
Honda
3. Australia Tom Phillis
Honda
Classe 50
3º GP nella storia della classe
Distanza 2 giri, totale 121,446 km
Pole position Giro veloce
Germania Ernst Degner
Suzuki
Podio
1. Germania Ernst Degner
Suzuki
2. Svizzera Luigi Taveri
Honda
3. Irlanda del Nord Tommy Robb
Honda

Il Tourist Trophy fu la terza prova del motomondiale 1962, nonché la 44ª edizione della prova.

Si svolse il 4, il 6 e l'8 giugno 1962 e vi corsero tutte le classe disputate in singolo (per le due classi maggiori si trattò della prima prova stagionale), nonché i sidecar. Gareggiarono per prime il 4 giugno la 250 e i sidecar, il 6 si svolsero le gare della 125 e della 350, l'8 giugno quelle della 50 e della 500; tutte le prove si svolsero sul Circuito del Mountain.

I vincitori furono tutti diversi: Gary Hocking si impose nella classe 500, Mike Hailwood nella 350 (entrambi in sella a MV Agusta), Derek Minter in 250, Luigi Taveri in 125 (entrambi su Honda), Ernst Degner nella 50 su Suzuki; l'equipaggio britannico Chris Vincent/Eric Bliss si impose tra i sidecar guidando una BSA.

Dopo essere finito in classifica a punti sia in 50 che in 125, il pilota australiano Tom Phillis trovò la morte in un incidente nella gara delle 350; nella stessa gara perì anche il pilota neozelandese Colin Meehan[1].

La morte di Phillis fu anche una delle cause che portarono alla decisione da parte del pilota rhodesiano Gary Hocking (vincitore della classe regina in questa occasione) di ritirarsi dalle gare motociclistiche.

Classe 500Modifica

Al Senior TT, gara conclusiva del gran premio disputata venerdì 8 giugno, furono 64 i piloti alla partenza e 29 vennero classificati al termine della gara. Tra i piloti ritirati vi furono Alan Shepherd, Jack Findlay, Phil Read, Arthur Wheeler, Jack Ahearn, Derek Minter, Hugh Anderson e Mike Duff[2][3].

Arrivati al traguardo (prime 20 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Gary Hocking MV Agusta 2h 11:13.4 8
2   Ellis Boyce Norton +9:52.8 6
3   Fred Stevens Norton +9:56.0 4
4   Bert Schneider Norton +10:30.4 3
5   Roy Ingram Norton +11:07.4 2
6   Brian Setchell Norton +12:19.2 1
7   Tom Thorp Norton +15:12.6
8   Chris Conn Norton +15:27.0
9   Derek Powell Matchless +15:32.6
10   Derek Woodman Matchless +15:35.8
11   William McCosh Matchless +15:55.0
12   Mike Hailwood MV Agusta +16:14.0
13   Peter R. Evans Matchless +19:04.0
14   George Purvis Matchless +19:21.4
15   John Simmonds Matchless +19:34.2
16   Brian Hornby Norton +20:27.8
17   Sven-Olov Gunnarsson Norton +20:37.0
18   Roland Föll Matchless +20:51.6
19   Louis Carr Matchless +21:26.4
20   Derek Lee Matchless +23:02.4

Classe 350Modifica

La gara si è disputata il 6 giugno; allo Junior TT furono 73 i piloti alla partenza e 45 quelli classificati al termine della corsa. Tra i ritirati vi furono Derek Minter, Gyula Marsovszky, Bob McIntyre, Ralph Bryans e Jack Findlay[4].

Arrivati al traguardo (prime 10 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Mike Hailwood MV Agusta 2h 16:24.2 8
2   Gary Hocking MV Agusta 6
3   František Št'astný Jawa 4
4   Roy Ingram Norton 3
5   Mike Duff AJS 2
6   Hugh Anderson AJS 1
7   Jim Redman Norton
8   Fred Stevens Norton
9   Ellis Boyce AJS
10   Derek Woodman AJS

Classe 250Modifica

Nel Lightweight TT, in programma il 4 giugno, furono 25 i piloti alla partenza e solo 7 quelli classificati al termine della prova. Tra i ritirati vi furono Bob McIntyre, Mike Hailwood, Gilberto Milani e Alan Shepherd[5].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Derek Minter Honda 2h 20:30.0 8
2   Jim Redman Honda 6
3   Tom Phillis Honda 4
4   Arthur Wheeler Moto Guzzi 3
5   Alberto Pagani Aermacchi 2
6   Dan Shorey Bultaco 1
7   Fred Hardy REG

Classe 125Modifica

Nell'Ultra-Lightweight TT, disputato il 6 giugno, furono 38 i piloti alla partenza e 20 classificati al traguardo. Tra i ritirati Mike Hailwood, Hugh Anderson, Kunimitsu Takahashi (vincitore delle prime due prove della stagione ma che, a causa dei danni subiti nell'incidente occorso, dovette essere assente dalle gare per tutto il resto della stagione), Frank Perris e Paddy Driver[6].

Arrivati al traguardo (prime 10 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Luigi Taveri Honda 1h 15:34.2 8
2   Tommy Robb Honda 6
3   Tom Phillis Honda 4
4   Derek Minter Honda 3
5   Jim Redman Honda 2
6   Rex Avery EMC 1
7   Stanislav Malina ČZ
8   Ernst Degner Suzuki
9   Fred Stevens Bultaco
10   Michael O Rourke Bultaco

Classe 50Modifica

Nella prima volta della classe di nuova istituzione al Tourist Trophy furono 33 i piloti alla partenza e 25 risulta abbiano passato la linea del traguardo. Tra i ritirati Bill Ivy[7].

Fu questa la prima vittoria di Ernst Degner per i colori della Germania Occidentale dopo il suo passaggio della Cortina di ferro e la prima assoluta per la casa motociclistica giapponese Suzuki. Fu anche questa l'occasione per vedere per la prima volta in una competizione iridata una donna pilota: l'onore toccò alla britannica Beryl Swain, classificatasi ventiduesima; per consentire la sua presenza in gara gli organizzatori avevano introdotto una modifica ai regolamenti vigenti, tale comportamento venne però sconfessato dalla FIM a fine anno, reintroducendo il divieto di partecipazione femminile alle gare in singolo.

Arrivati al traguardo (prime 10 posizioni)Modifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Ernst Degner Suzuki 1h 00:16.4 8
2   Luigi Taveri Honda 6
3   Tommy Robb Honda 4
4   Hans-Georg Anscheidt Kreidler 3
5   Mitsuo Itoh Suzuki 2
6   Michio Ichino Suzuki 1
7   Jan Huberts Kreidler
8   Seiichi Suzuki Suzuki
9   Derek Minter Honda
10   Sadao Shimazaki Honda

Sidecar TTModifica

Si trattò della 67ª prova disputata per le motocarrozzette dall'istituzione del motomondiale. Disputata il 4 giugno sulla distanza di 3 giri, furono 24 equipaggi alla partenza e 13 al traguardo[8]. Con la vittoria della BSA si interruppe la serie di 22 vittorie consecutive della BMW. Il giro più veloce in gara fu dell'equipaggio Max Deubel/Emil Hörner su BMW che fu poi costretto al ritiro.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)Modifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Chris Vincent   Eric Bliss BSA 1h 21:16.4 8
2   Otto Kölle   Dieter Hess BMW 6
3   Colin Seeley   Wally Rawlings Matchless 4
4   Claude Lambert   Alfred Herzig BMW 3
5   Heinz Luthringshauser   Horst Knopp BMW 2
6   Georg Auerbacher   Josef Zach BMW 1

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1962
                     
   

Edizione precedente:
1961
Tourist Trophy
Altre edizioni
Edizione successiva:
1963