Apri il menu principale

Strada provinciale 134 Tunnel Schio Valdagno

(Reindirizzamento da Traforo dello Zovo)
Strada provinciale 134 Tunnel Schio Valdagno
Strada Provinciale 134 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniVeneto Veneto
ProvinceVicenza Vicenza
Dati
ClassificazioneStrada provinciale
InizioStrada statale 46 del Pasubio
FineStrada statale 246 di Recoaro
Lunghezza9,648 km
Data apertura2001

La strada provinciale 134 Tunnel Schio Valdagno (SP 134)[1] è una strada provinciale della provincia di Vicenza che collega Schio a Valdagno attraverso il traforo dello Zovo, tunnel stradale a pedaggio chiamato ufficialmente Schio Valdagno Pass.

Indice

Tabella percorsoModifica

Strada provinciale 134
Tunnel Schio Valdagno
Tipo Indicazione ↓km↓ ↑km↑!
    Strada statale 46 del Pasubio
 Schio
    Strada provinciale 45 Passo Zovo
Schio
  Galleria Castellon
  Monte Magrè
  Stazione di pagamento Schio Valdagno Pass
  Schio Valdagno Pass
    DIR   Valdagno Nord
  Recoaro Terme
    Ospedale di Valdagno
  Galleria Valle Miara
  Torrente Agno
  Valdagno Sud
  Strada statale 246 di Recoaro
Montecchio Maggiore
  A4

Galleria Schio Valdagno PassModifica

Schio Valdagno Pass
Stato  Italia
Localizzazione  Veneto
GestoreVi.abilità S.p.A.
PortaliSchio - Valdagno
Lunghezza4,690 km
AttraversaMonte Civillina, passo dello Zovo
N° di canne1
N° di corsieUna per senso di marcia
Inizio dei lavori15 luglio 1991
Apertura3 luglio 1999

Lo Schio Valdagno Pass è una galleria stradale, inaugurata nel 1999 e lunga 4.690 m[2], che permette il collegamento tra le città di Schio e Valdagno attraversando le Prealpi Venete.

L'opera è costata all'epoca circa 82 milioni di euro; poi, non riuscendo a generare profitto, è stata ceduta dalla società Veneta Traforo, del gruppo Fintecnica, a una società costituita dagli enti locali a un importo di 17 milioni di euro. In seguito a successivi riassetti societari la gestione del traforo, e di tutta la strada provinciale, è attualmente curata dalla provincia attraverso la società ViAbilità. Negli ultimi anni i passaggi registrati attraverso il tunnel sono aumentati costantemente, al 2014 si sono conteggiati circa 1.700.000 transiti[3].

L'opera ha consentito la diminuzione del tempo necessario a mettere in comunicazione i due centri abitati, ora non più di cinque minuti, ma in contropartita è stato previsto il pagamento del pedaggio, il quale può essere attualmente effettuato unicamente con il bancomat, viacard e telepass (non in contanti).

Prima della sua apertura la principale via di collegamento fra i due comuni era il passo dello Zovo.

Non sono ammessi al transito: i veicoli che trasportano merci pericolose, i veicoli che trasportano esplosivi o prodotti facilmente infiammabili, i motocicli con cilindrata inferiore ai 124 cc, le motocarozzelle con cilindrata inferiore ai 249 cc, i veicoli di cilindrata uguale o inferiore a 50 cc o non in grado di raggiungere la velocità minima obbligatoria di 50 km/h, le biciclette e i pedoni.

NoteModifica

  1. ^ Vi.abilità: Elenco strade Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive.
  2. ^ Tunnel Schio Valdagno Pass - Dati tecnici, su schiovaldagnopass.it. URL consultato il 16 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  3. ^ Il Giornale di Vicenza - Territori - Valdagno

Collegamenti esterniModifica

Galleria Schio Valdagno Pass