Apri il menu principale

Tram STEL serie 85-92

Elettromotrici interurbane milanesi
STEL 85 ÷ 92
poi ATM 85 ÷ 92
"tipo Reggio Emilia"
Motrice tranviaria interurbana
Vettura tranviaria 89 in sosta al deposito di Desio
Vettura tranviaria 89 in sosta al deposito di Desio
Anni di costruzione 1928
Anni di esercizio 1928-2010
Quantità prodotta 8
Costruttore Reggiane
Lunghezza 13.560 mm
Capacità 36 posti a sedere
50 posti in piedi
Scartamento 1.445 mm
Interperno 5.800 mm
Passo dei carrelli 2.000 mm
Massa vuoto 28 t
Diametro ruote motrici 854 mm
Velocità massima omologata 60 km/h
Dati tratti da:
Cornolò, op. cit., p. 175

Le vetture serie 85 ÷ 92 della STEL, poi dell'ATM, sono una serie di elettromotrici progettate per l'utilizzo sulle tranvie interurbane milanesi.

Vennero costruite nel 1928 dalle Officine Meccaniche Reggiane, ed ebbero quindi il soprannome di "Reggio Emilia"[1]; avevano cassa in legno, identica a quella delle motrici "Desio" realizzate pochi anni prima, ed equipaggiamento bitensione, per operare sotto i 1200 V delle tranvie dell'Adda, e i 600 V del resto della rete[2].

Le unità bitensioni, che all'epoca della costruzione costituivano le motrici più potenti in Italia[3], furono in servizio sulle linee Milano-Vimercate e Milano-Vaprio. Nel 1968, con l'attivazione della "linea celere" Milano-Gorgonzola, servita esclusivamente dai treni bloccati serie 500 e serie 800, furono concentrate sulla linea di Vimercate[4].

Quattro anni dopo, con l'assegnazione dei bloccati alla linea di Vimercate, le "Reggio Emilia" passarono alle linee della Brianza (Milano-Carate e Milano-Limbiate)[5], fino all'uscita di scena dell'ultima unità in servizio nell'estate 2010[6]. Dal 2010 le unità supersisti del deposito di Varedo (unita 90 e 92) vengono usate per manovre interne al deposito e servizi speciali (spazzaneve, rompighiaccio).

Nel giugno 2017, l'unità 92 assegnata al deposito di Varedo e opportunamente dotata di sagome d'ingombro è stata utilizzata dal personale ATM per effettuare rilievi tecnici sulla tranvia Milano-Limbiate, finalizzate all'acquisto di nuove vetture tranviarie bidirezionali. Al termine di tale impiego, la vettura è stata sottoposta a un intervento di restauro conservativo, prima di essere inviata temporaneamente a Gorgonzola, in occasione di un evento rievocativo dedicato alla tranvia Milano-Vaprio, fra il 7 e il 27 dicembre dello stesso anno[7].

NoteModifica

  1. ^ Cornolò, op. cit., p. 173.
  2. ^ Una sola unità, la 88, aveva il solo equipaggiamento a 600 V.
  3. ^ Cornolò, op. cit., p. 177.
  4. ^ Cornolò, op. cit., p. 310.
  5. ^ Cornolò, op. cit., p. 322.
  6. ^ Stagniweb.
  7. ^ La Reggio Emilia 92 torna a Gorgonzola, Web Site: "Act Notizie", 7-12-2017.

BibliografiaModifica

  • Giovanni Cornolò, Fuori porta in tram. Le tranvie extraurbane milanesi, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1980.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica