Apri il menu principale

Trattato di Aquisgrana (1748)

Trattato di Aquisgrana
RoyalFireworks.jpg
Londra, fuochi d'artificio per celebrare la gioia inglese per la fine della guerra di successione austriaca.
Tipotrattato di pace
ContestoGuerra di successione austriaca
Firma18 ottobre 1748
LuogoAquisgrana
FirmatariBanner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Arciducato d'Austria
Flag of Great Britain (1707–1800).svg Gran Bretagna
Paesi Bassi Province Unite
e alleati (Lega Prammatica)
Flag of the Kingdom of Prussia (1701-1750).svg Regno di Prussia
Royal Standard of the King of France.svg Regno di Francia
Flag of the Kingdom of the Two Sicilies (1816).svg Regno di Napoli
Bandera de España 1760-1785.svg Regno di Spagna
e alleati
voci di trattati presenti su Wikipedia
L'Europa dopo il trattato di Aquisgrana

Il trattato di Aquisgrana del 1748 (detto anche Trattato di Aquisgrana o Trattato di Aachen) fu firmato ad Aquisgrana il 18 ottobre 1748, al termine di negoziati iniziati il 24 aprile dello stesso anno, e pose fine alla guerra di successione austriaca.

La guerra di successione austriacaModifica

La guerra di successione austriaca era motivata da una complessa situazione successoria: l'imperatore germanico Carlo VI d'Asburgo, essendo privo di figli maschi, con la Prammatica Sanzione del 1713 regolava la successione imperiale a vantaggio della figlia Maria Teresa. Nonostante la precedente approvazione delle potenze europee, alla morte di Carlo VI (19 ottobre 1740), nacque un conflitto europeo scatenato dai disegni annessionistici di Federico II di Prussia, della Spagna, del Regno di Sardegna e dalle aspirazioni alla corona imperiale dell'elettore di Baviera, Carlo VII, e di Augusto III di Sassonia; il conflitto coinvolse anche la Francia e le colonie spagnole, aggredite dalla Gran Bretagna.

Il trattato di paceModifica

In base al trattato di Aquisgrana, che pose fine al conflitto, venne confermata la Prammatica Sanzione del 1713 e riconosciuta la coppia imperiale formata da Maria Teresa e Francesco Stefano di Lorena. La Francia restituì i Paesi Bassi Meridionali (cioè l'odierno Belgio) all'Austria e accettò il ristabilimento dello status quo nei territori d'Oltremare (scambio di Madras con la Fortezza di Louisbourg; proroga per quattro anni dell'asiento in favore della Gran Bretagna). Lo Stato che ottenne il maggior vantaggio fu la Prussia, che annesse definitivamente la ricca regione della Slesia, strappata all'Austria. Il trattato attribuì inoltre:

BibliografiaModifica

  • Paolo Alatri, L'Europa delle successioni, 1731-1748, Palermo: Sellerio, 1989

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN219967087 · LCCN (ENno90024158 · GND (DE4538495-2 · BNF (FRcb33705660q (data) · WorldCat Identities (ENno90-024158
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia