Apri il menu principale
Trattato di Kalisz
Polska 1333 - 1370.png
Mappa della Corona del Regno di Polonia e suoi confini durante il regno di Casimiro III
Tipotrattato di pace
Contestoil re Casimiro III concesse la Pomerelia, la terra di Chełmno e la terra di Michałów, e in cambio riprese la Cuavia e la terra di Dobrin, dallo stato teutonico
Parti
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il trattato di Kalisz (in tedesco Vertrag von Kalisch; in polacco Pokój kaliski) fu un trattato di pace firmato l'8 luglio 1343 dal Re Casimiro III il Grande del Regno di Polonia e dall'Ordine teutonico. La Polonia riconquistò la Cuiavia e la Terra di Dobrin, ma in cambio perse la Terra di Chełmno e altri territori a favore dei Cavalieri.

Indice

ContestoModifica

Il trattato concluse formalmente la guerra polacco-teutonica cominciata nel 1326. Pose fine agli annosi scontri diplomatici sulla Pomerelia compresa Gdańsk (Danzica) che portarono alla guerra. Quest'area era in possesso dell'Ordine teutonico dal 1308, che la vedeva propria di diritto dal trattato di Soldin (1309) insieme alla marca di Brandeburgo. Nel trattato di Kalisz, il re Casimiro III, giurò di non rivendicare la Pomerelia, la terra di Chełmno e la terra di Michałów. In cambio, Casimir III riottenne la Cuavia e la terra di Dobrin, che fu conquistata dall'Ordine teutonico tra il 1329 e il 1332. L'accordo confermò anche sette città: Poznań e Kalisz nella Grande Polonia, Włocławek e Brześć Kujawski nella Cuavia, nonché Kraków, Sandomierz e Nowy Sącz nella Piccola Polonia.

Il trattato prevedeva concessioni territoriali da parte della Polonia, ma andava firmato dal punto di vista della ragion di stato polacca. Nonostante il verdetto della Curia romana di Avignone nel processo di Varsavia del 1339, il quale affermava che alla Polonia appartenevano, non solo la Cuavia e la terra di Dobrin, ma anche la Pomerelia compresa Gdańsk, la terra di Chełmno e la terra di Michałów,[1] lo stato dell'ordine teutonico decise di non cedere quei territori.

RetroscenaModifica

LascitoModifica

Dopo il trattato, sebbene la Pomerelia rimase contesa, seguirono 66 anni di pace tra il Regno di Polonia e l'Ordine teutonico, fino a quando il conflitto scoppiò nuovamente nella guerra polacco-lituano-teutonica del 1409. Con il trattato di Toruń del 1466, la Corona del Regno di Polonia riprese le terre della Pomerelia, che furono allora incorporate nella Prussia reale.

NoteModifica

  1. ^ W. F. Reddaway, J. H. Penson, O. Halecki e R. Dyboski, The Cambridge History of Poland, Cambridge University Press, 1950, pp. 170-172.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Polonia