Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Trautmannsdorf.
Trauttmansdorff
Trauttmansdorff-St-Wappen.png
StatoS.R.I., Impero austriaco, Impero austro-ungarico
Titoliconti e marchesi e principi
FondatoreTrutman von Trauttmansdorff
Attuale capoFerdinando Von Trauttmansdorff
Data di fondazioneXI secolo (Circa)
Etniaitaliana

La famiglia Trauttman(n)sdorff appartiene all'alta nobiltà austriaca e boema, e discende dall'antica nobiltà stiriana.

StoriaModifica

La famiglia già dal XII secolo si era stabilita nel castello Trautmannsdorf di Trautmannsdorf an der Leitha, il cui nome derivava da un Trutman, che intorno al 1100 serviva sotto i Babenberg[1].

L'effettivo ed omonimo luogo d'origine della famiglia si trova nella Stiria orientale, a Trautmannsdorf vicino a Feldbach.[2].

 
Maximilian von und zu Trauttmansdorff

La stirpe inizia con Herrand von Trautmansdorf, la cui esistenza è documentata dal 1308 al 1325[3], che era inizialmente al servizio della famiglia ministeriale dei signori di Wildon, e passò poi a quello dei signori di Walsee[4].

I Trauttmansdorff divennero una delle principali famiglie di ministeriales dell'Austria e nel 1598 ottennero il titolo di baroni ereditari austriaci[2].

I Trauttsmandorff erano sia in Stiria che in Tirolo[1], e dal 1513, con l'acquisto del castello di Totzenbach, erano residenti anche in Bassa Austria[5].

Nel 1623 furono creati conti del Sacro Romano Impero; nel 1625 ottennero il riconoscimento di indigenato in Boemia e Ungheria; nel 1667 ebbero anche l'incolato di Boemia. Furono creati principi del Sacro Romano Impero nel 1805 e contemporaneamente divennero principi boemi[1][2].

In Boemia, dove i Trauttsmansdorff avevano dei possedimenti, come anche in Ungheria, sin dal 1625[5], le signorie di Teinitz e Gitschin costituivano dei fedecommessi familiari. Il consigliere intimo imperiale Maximilian von und zu Trauttmansdorff provocò la caduta del generalissimo imperiale Albrecht von Wallenstein, conoscendone i progetti ambiziosi[6].

Il secondo nome Weinsberg deriva dalla signoria di Weinsberg nel Württemberg, che i Trauttmansdorff ebbero in possesso come donazione imperiale durante la Guerra dei Trent'Anni dal 1635 al 1648[5], ma che dopo la Pace di Vestfalia restituirono al Württemberg[7]. Il nome venne tuttavia conservato, cosicché nel 1639 il cognome fu esteso in Trauttmansdorff-Weinsberg per concessione imperiale[5].

Nel 1861 alla famiglia Trauttmansdorff fu assegnato un seggio ereditario nella Camera dei signori d'Austria della Dieta imperiale[2].

StemmaModifica

Blasonatura dello stemma di famiglia:

  • partito di rosso e d'argento alla rosa a sei petali dall'uno all'altro.
  • svolazzi: di rosso e d'argento; cimiero: un pennacchio di penne di gallo partito di rosso e d'argento, sopra il tutto una rosa a sei petali dall'uno all'altro.

Personaggi illustriModifica

ResidenzeModifica

 
Castel Trauttmansdorff, vicino a Merano, già sede della famiglia

NoteModifica

  1. ^ a b c Meyers Großes Konversations-Lexikon (Digitalisat)
  2. ^ a b c d Genealogisches Handbuch des Adels, Fürstliche Häuser vol. XV, 114 dell'opera completa, Limburg an der Lahn 1997, pag. 486
  3. ^ Landesarchiv Graz
  4. ^ Bernhard Peter Galerie: Photos schöner alter Wappen Nr. 1680, Graz, Trauttmansdorff-Komplex Archiviato il 20 marzo 2013 in Internet Archive. (consultato l'11 gennaio 2015)
  5. ^ a b c d Wien Geschichte Wiki -Ein Service der Stadt Wien: Trauttmansdorff Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive. (consultato il 12 gennaio 2015)
  6. ^ Pierer's Universal-Lexikon (Digitalisat)
  7. ^ Trauttmansdorff-Weinsberg sul sito Austria-Forum

BibliografiaModifica

  • Genealogisches Handbuch des Adels in Adelslexikon, vol. XIV, 131 dell'opera completa, C. A. Starke Verlag, Limburg (Lahn) 2003, ISSN 0435-2408 (WC · ACNP), pagg. 509–513.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN48151049896133410288 · GND (DE1143726227 · WorldCat Identities (EN48151049896133410288
  Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia