Tri Nations 2008

13ª edizione del torneo internazionale di rugby a 15 dell’Emisfero Sud

Il Tri Nations 2008 (in inglese 2008 Tri Nations Series) fu la 13ª edizione del torneo annuale di rugby a 15 tra le squadre nazionali di Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica.

Tri Nations 2008
2008 Tri Nations
Logo della competizione
Logo della competizione
Competizione Tri Nations
Sport Rugby a 15
Edizione 13ª
Organizzatore SANZAAR[1]
Date dal 5 luglio 2008
al 13 settembre 2008
Luogo Australia, Nuova Zelanda e Sudafrica
Partecipanti 3
Formula girone unico
Risultati
Vincitore Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda
(9º titolo)
Secondo Bandiera dell'Australia Australia
Terzo Bandiera del Sudafrica Sudafrica
Bledisloe Cup Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Mandela Plate Bandiera dell'Australia Australia
Statistiche
Miglior marcatore Bandiera della Nuova Zelanda Dan Carter (82)
Record mete Bandiera del Sudafrica Jongi Nokwe (4)
Incontri disputati 9
Pubblico 435 789
(48 421 per incontro)
Cronologia della competizione

Si tenne dal 5 agosto al 13 settembre 2008 e fu vinto per la nona volta dalla Nuova Zelanda.

Tale edizione del torneo vide anche l'adozione sperimentale di alcune variazioni regolamentari note come Regole di Stellenbosch (in inglese Stellenbosch Laws) dal nome dell'università di Stellenbosch, in Sudafrica, dove furono collaudate nel 2006 dall'IRB[2]; per garantirne una corretta applicazione furono designati a dirigere incontri del torneo solo arbitri dell'Emisfero Sud, già formati alle nuove norme.

L'incontro decisivo fu quello di chiusura del torneo a Brisbane tra Australia e Nuova Zelanda: gli Wallabies, indietro di due punti in classifica, avrebbero dovuto vincere per sopravanzare gli All Blacks, ma l'incontro, combattuto e altalenante, vide questi ultimi vincere partita, torneo e anche la Bledisloe Cup[3]. Per la Nuova Zelanda si trattò della nona affermazione in tredici edizioni.

Il valore delle marcature, come stabilito dall’IRFB nel 1992, era: 5 punti per ciascuna meta (7 se trasformata), 3 punti per la realizzazione di ciascun calcio piazzato, idem per il drop[4].

Nazionali partecipanti e sedi

modifica
Squadra Città Impianto interno
  Australia Brisbane
Subiaco
Sydney
Lang Park
Subiaco Oval
Stadium Australia
  Nuova Zelanda Auckland
Dunedin
Wellington
Eden Park
Carisbrook
Regional Stadium
  Sudafrica Città del Capo
Durban
Johannesburg
Newlands Stadium
Kings Park Stadium
Ellis Park Stadium

Risultati

modifica
Wellington
5 luglio 2008, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda  19 – 8
referto
  SudafricaRegional Stadium (36568 spett.)
Arbitro:   Stuart Dickinson

Dunedin
12 luglio 2008, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda  28 – 30
referto
  SudafricaCarisbrook (29126 spett.)
Arbitro:   Matt Goddard

Subiaco
19 luglio 2008, ore 18:05 UTC+10
Australia  16 – 9
referto
  SudafricaSubiaco Oval (41828 spett.)
Arbitro:   Bryce Lawrence

Sydney
26 luglio 2008, ore 20:05 UTC+10
Australia  34 – 19
referto
  Nuova ZelandaStadium Australia (78944 spett.)
Arbitro:   Craig Joubert

Auckland
2 agosto 2008, ore 19:35 UTC+12
Nuova Zelanda  39 – 10
referto
  AustraliaEden Park (45000 spett.)
Arbitro:   Mark Lawrence

Città del Capo
16 agosto 2008, ore 15 UTC+2
Sudafrica  0 – 19
referto
  Nuova ZelandaNewlands Stadium (49653 spett.)
Arbitro:   Matt Goddard

Durban
23 agosto 2008, ore 15 UTC+2
Sudafrica  15 – 27
referto
  AustraliaKings Park (48123 spett.)
Arbitro:   Lyndon Bray

Johannesburg
30 agosto 2008, ore 15 UTC+2
Sudafrica  53 – 8
referto
  AustraliaEllis Park (54219 spett.)
Arbitro:   Bryce Lawrence

Brisbane
13 settembre 2008, ore 20:05 UTC+10
Australia  24 – 28
referto
  Nuova ZelandaLang Park (52328 spett.)
Arbitro:   Jonathan Kaplan

Classifica

modifica
Pos Squadra G V N P PF PS DP BMP Pt
1   Nuova Zelanda 6 4 0 2 152 106 +46 3 19
2   Australia 6 3 0 3 119 163 −44 2 14
3   Sudafrica 6 2 0 4 115 117 −2 2 10
  1. ^ All’epoca sotto il nome di SANZAR
  2. ^ (EN) Tri-Nations to trial law changes, in BBC, 2 giugno 2008. URL consultato il 2 giugno 2022.
  3. ^ (EN) Australia 24-28 New Zealand, in BBC, 13 settembre 2008. URL consultato il 3 giugno 2022.
  4. ^ (EN) Rugby Rules Changed for Faster Game, in The Canberra Times, 17 aprile 1992, p. 18. URL consultato il 15 dicembre 2021. Ospitato su Biblioteca nazionale australiana.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica


  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby