Trivellazione in mare aperto

processo meccanico di estrazione di idrocarburi dai fondali marini

La trivellazione in mare aperto è un processo meccanico in cui viene praticato un pozzo attraverso il fondale marino. Viene in genere effettuato per esplorare e successivamente estrarre petrolio o gas naturale che si trova in formazioni rocciose sotto il fondo del mare. Più comunemente, il termine è usato per descrivere le attività di perforazione sulla piattaforma continentale, sebbene il termine possa essere applicato anche alla perforazione in laghi, acque costiere e mari interni.

Una piattaforma petrolifera al largo delle coste di Santa Barbara, California
Piattaforma di produzione di gas naturale « Annamaria B » nel mare Adriatico al largo di Ravenna

La trivellazione in mare aperto presenta sfide ambientali, sia in alto mare, sia sulla terraferma a causa degli idrocarburi prodotti e dei materiali utilizzati durante l'operazione di perforazione. Le controversie hanno condotto, in Italia, alla celebrazione di un referendum abrogativo diretto ad abolire la disposizione di legge che estendeva la durata delle concessioni.

Esistono molte diverse tipologie di strutture con le quali vengono effettuate le operazioni di trivellazione in alto mare. Queste includono impianti di trivellazione del fondale (chiatte autosollevanti), strutture di perforazione e produzione combinate, piattaforme fisse o ancorate al fondale oppure galleggianti e unità mobili di trivellazione alturiera in acque profonde (MODU), tra le quali tipologie semisommergibili e navi per trivellazioni sottomarine in grado di funzionare fino a una profondità di 3.000 metri. In acque poco profonde le unità mobili sono ancorate al fondo del mare, tuttavia in acque più profonde (oltre 1.500 metri) quelle semisommergibili o le navi per trivellazioni vengono mantenute nella posizione richiesta mediante la tecnica del posizionamento dinamico.

BibliografiaModifica

  • AA. VV. Il petrolio in Italia, parte 1, su geologia.com. URL consultato il 23 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2010).
  • AA. VV. Il petrolio in Italia, parte 2, su geologia.com. URL consultato il 23 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2010).
  • AA. VV. Il petrolio in Italia, parte 3, su geologia.com. URL consultato il 23 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2010).
  • AA. VV. Gas metano (PDF), su miservi.it.
  • Pier Federico Barnaba, Cenni Storici Sull'Esplorazione Petrolifera In Italia, in Ispra, Roma: Convegno Geoitalia 2011 “Uomini e ragioni: i 150 anni della geologia dell'Italia unitaria”, giugno 2011
  • Marcello Boldrini, Prospettive e problemi della produzione degli idrocarburi in Italia, Giornale degli Economisti e Annali di Economia, Nuova Serie, Anno 9, No. 5/6 (Maggio-Giugno 1950), pp. 258–267
  • Enrico Mattei, Scritti e discorsi: 1945-1962 raccolta integrale dell'archivio storico ENI, Rizzoli, 2012.
  • Enrico Mattei, L'utilisation du gaz naturel en Italie, Proceedings Fourth World Petroleum Congress - General Volume, pp. 153–157, 1955.
  • Ministero dello sviluppo economico - Dipartimento per l'energia, direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche, Il mare - supplemento al bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle georisorse. Anno LVII N.2 - 28 febbraio 2013

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica