Apri il menu principale
Giuseppe Ardizzone vincitore del Trofeo Sant'Agata del 1972

«Più corrida che mai la corsa della Patrona di Catania. Tutta la gara si è svolta sfidando la legge dell’impenetrabilità dei corpi, tanta era la calca in corso Sicilia, rigorosamente privo di transenne. I vigili urbani motociclisti sfrecciavano davanti agli atleti, così la gente si scansava.»

(Alfredo Berra «La Gazzetta dello Sport» 4 febbraio 1969)

Il Trofeo Sant'Agata è una gara podistica internazionale che ha luogo a Catania nel corso dei festeggiamenti annuali alla santa patrona[1]. Si svolge su di un circuito ricavato nelle strade del centro storico il pomeriggio del 3 febbraio.

Indice

StoriaModifica

Anche se la gara attuale iniziò ad essere disputata con continuità soltanto dal 1960, la prima corsa podistica su strada ad essere organizzata a Catania fu il Giro di Catania nel 1908[1]. Nei primi due anni questa manifestazione venne vinta da Giovanni Blanchet di Palermo.

La terza edizione si disputò nel 1925 e la quarta nel 1951 con il nome di Coppa Sant'Agata[1]. Soltanto nel 1960, per merito di Marco Mannisi e Ignazio Marcoccio, quest'ultimo allora presidente del Catania, si ebbe il decollo definitivo della corsa. Il quotidiano «La Sicilia» di Catania il 4 febbraio 1960 pubblicò questo trafiletto: «Il giro podistico di Catania per l'assegnazione della 1ª Coppa S. Agata, disputatosi ieri sera, è stato vinto con netto distacco da Tommaso Assi dell'Assicurazioni Generali Palermo».

Nel 1966 sbarcarono a Catania gli stranieri e da allora il Trofeo Sant'Agata assunse un ruolo di rilievo nelle gare podistiche internazionali su strada divenendo una tappa fissa per gli atleti di rilevanza mondiale[1]. Nel corso degli anni ha visto l'affermazione dei maggiori mezzofondisti italiani come il catanese Elio Sicari nel 1963, Antonio Ambu nel 1964, 1965 e 1967, Franco Arese nel 1971, l'altro catanese Giuseppe Ardizzone nel 1972, Franco Fava nel 1976, Salvatore Antibo nel 1985, 1988 e 1989, Stefano Baldini nel 2008 e Daniele Meucci nel 2010. Fra gli stranieri hanno vinto il trofeo Paul Tergat nel 1999 e 2001, David Chelule nel 2000, Benson Barus nel 2005 e Wilson Kiprop nel 2009[1].

Non sono state disputate le edizioni del 1968, a seguito del terremoto del Belice, del 1991 per la prima guerra del Golfo, del 1993 per mancanza di fondi, del 2007 per l'uccisione dell'ispettore di polizia Filippo Raciti, caduto il 2 febbraio, a causa dei tumulti avvenuti in piazza Spedini dopo la partita di calcio Catania-Palermo[1] e del 2012 sempre per l'assenza di contributi.

Nel 1975 la gara si svolse il 5 febbraio, giorno della festa di Sant'Agata, nel 2010 il 31 gennaio, la domenica precedente la solennità religiosa e nel 2011 slittò al 17 agosto per «Sant'Aita di menzaustu», ricorrenza dell'885º anniversario del ritorno a Catania, da Costantinopoli, delle reliquie di S. Agata.

Albo d'oroModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera