Apri il menu principale

Tuba (strumento musicale)

strumento musicale appartenente alla famiglia degli ottoni
Tuba
Two F tubas.jpg
Due tube in Fa
Informazioni generali
Invenzione 1830
Inventore Friedrich Wilhelm Wieprecht
Classificazione 423.232
Aerofoni a bocchino
Famiglia Flicorni
Uso
Musica europea dell'Ottocento
Bande musicali
Musica jazz e black music
Musica contemporanea
Estensione
Tuba – estensione dello strumento

«Quel diavolo di bombardone!»

(Giuseppe Verdi a proposito della tuba)

La tuba è uno strumento musicale appartenenti alla classe degli ottoni e alla famiglia dei corni a pistoni (all'interno della quale ci sono anche i flicorni, di cui le tube costituiscono le varianti più perfezionate e notevolmente voluminose nelle dimensioni).

Le tube non sono altro che le taglie più basse e più gravi dei flicorni normalmente utilizzati per i complessi cameristici o per le bande militari; le tube infatti costituiscono i modelli maggiormente conosciuti dei flicorni voluminosi, e la loro nomenclatura nel passaggio da una denominazione all'altra, soprattutto dal punto di vista internazionale, genera non poche imprecisioni di definizione. Rispetto ai membri della famiglia dei flicorni, per quel che concerne la loro tessitura ed estensione si dividono convenzionalmente in tube basse e tube contrabbasse, possono essere costruite a pistoni di tipo verticale o a tipo cilindro rotante. Tra i membri della famiglia dei flicorni sono quelli dal suono più grave, concepiti appositamente soprattutto per l'utilizzo in organici orchestrali.

La prima tuba (intonata in Fa), suggerita dal supervisore musicale dell'esercito prussiano Friedrich Wilhelm Wieprecht, venne costruita a Berlino da Johann Moritz nel 1835. Essa è stata utilizzata nelle orchestre a partire dal 1836. Dieci anni dopo il noto fabbricante di strumenti a fiato Cerveny inventò la prima tuba contrabbassa. La tuba ha avuto una propria letteratura solistica (con Ralph Vaughan Williams, Gordon Jacob, Alexej Lebedjew e altri) ed è entrata a far parte delle brass band (come i quintetti di ottoni) e jazz (prima che entrasse il contrabbasso). La scoperta delle altre tube in Italia è dovuta molto al virtuoso statunitense Roger Bobo, che ha tenuto numerosi corsi nella penisola.

Tipi di tubeModifica

Esistono quattro tipi di tube: in fa o mi♭ (tuba bassa) e in do o si♭ (tuba contrabbassa). In generale sono strumenti con canneggio conico avvolto in volute ellittiche, bocchino emisferico a tazza, con da tre a sei pistoni (o cilindri) e un ampio padiglione. Le tube con il registro più alto sono accordate in Fa o in Mi♭ e sono di comune utilizzo sia nelle bande musicali sia nelle orchestre, e sono più comunemente utilizzate per eseguire brani da solista o in formazioni jazz. Esistono anche due forme particolari da parata: l'Helicon e il Sousaphone. Nel primo caso abbiamo uno strumento di forma circolare che permette all'esecutore di poggiarlo sulla spalla, facendovi passare dentro il braccio; mentre nel secondo ne abbiamo una sempre circolare, ma caratterizzato da un gigantesco padiglione mobile. Talvolta è chiamato impropriamente tuba tenore anche l'Euphonium, intonato in si♭ all'ottava alta del flicorno contrabbasso.

UtilizzoModifica

OrchestraModifica

Il professore d'orchestra che suona la Tuba ha anche l'obbligo di suonare il Trombone Contrabbasso perché considerato strumento affine, come scritto nel CCNL. La Tuba svolge il ruolo di basso all'interno della sezione degli ottoni.

JazzModifica

La tuba è sempre stata presente nel jazz. In particolare la si usava nelle esibizioni all'aperto al posto del contrabbasso perché si riteneva che quest'ultimo potesse non avere un suono sufficientemente potente da superare i rumori ambientali. Lo strumento può anche eseguire assoli.

Banda militareModifica

 
Suonatori di tuba

Nelle bande militari si tende a preferire l'uso del sousafono a causa del suo suono "direzionato", ma non è impossibile trovare anche la versione classica. In una banda militare ci sono almeno due tube.

Quintetto di ottoniModifica

Nel quintetto di ottoni, la tuba svolge il ruolo di basso, ma può anche fare assoli. A volte può essere sostituita dal trombone basso.

Notazione musicaleModifica

La maggior parte del repertorio per tuba, ma sempre con le dovute riserve, è scritto in chiave di basso con note reali. In alcune tradizioni bandistiche (come quella britannica) le partiture per tuba sono scritte in chiave di violino: la tuba in Si♭ è scritta due ottave e un tono più alta mentre quella in Mi♭ una ottava e una sesta maggiore più in alto. In questo modo vengono utilizzati come strumenti traspositori e i musicisti possono passare da uno strumento basso a uno contrabbasso e viceversa senza dover cambiare la diteggiatura.

BibliografiaModifica

  • G. Cerasola, Dizionario illustrato di musica, De Agostini, 2003

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85138369 · GND (DE4061130-9 · NDL (ENJA00577671
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica