Turbativa violenta del possesso di cose immobili

Delitto di
Turbativa violenta del possesso di cose immobili
Fonte Codice penale italiano
Libro II, Titolo XIII, Capo I
Disposizioni art. 634
Competenza tribunale monocratico;
Procedibilità d'ufficio
Arresto non consentito
Fermo non consentito
Pena reclusione fino a 2 anni e multa da 103 a 309 euro

La turbativa del possesso (più precisamente turbativa violenta del possesso di cose immobili) è il reato previsto dall'art. 634 del codice penale italiano, per il quale chi turba con violenza o minaccia l'altrui pacifico possesso di cose immobili, è punito con la reclusione fino a due anni, oltre al pagamento di una multa.

Il fatto commesso da più di dieci persone è considerato compiuto con violenza o minaccia.

La Corte di Cassazione[1] ha riconosciuto rientrare nella previsione della norma anche situazioni possessorie riferibili alle servitù[2].

In mancanza della violenza o della minaccia, può sussistere il reato di cui all'art. 633 C.P. invasione di terreni o edifici.

NoteModifica

  1. ^ Sez. II, sent. n. 2308 dell'8 marzo 1997.
  2. ^ apparenti o non apparenti
  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto