Tutto è bene quel che finisce bene

dramma di William Shakespeare
Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Tutto è bene quel che finisce bene (disambigua).

Tutto è bene quello che finisce bene (All's well that ends well) è una commedia in cinque atti di William Shakespeare, scritta fra il 1602 e il 1603 e ispirata alla novella di Giovanni Boccaccio Giletta di Narbona.[1]

Tutto è bene quel che finisce bene
Commedia in cinque atti
La prima edizione in-folio del 1623
AutoreWilliam Shakespeare
Titolo originaleAll's well that ends well
Lingua originaleInglese
GenereCommedia
Composto nel1602-1603
Personaggi
  • Re di Francia
  • Duca di Firenze
  • Bertram, Conte di Rossiglione
  • Lafeu
  • Parolles
  • Steward, Clown, servi della Contessa di Rossiglione
  • un Paggio
  • Contessa di Rossiglione, madre di Bertram
  • Elena, gentildonna
  • una vedova
  • Diana, figlia della vedova
  • Violenta, Mariana, amiche della vedova
 

A volte quest'opera, che ha in sé elementi sia di commedia sia di tragedia, viene catalogata come parte dei problem plays ("drammi problematici").

Trama modifica

Elena, orfana del famoso medico Gerardo di Narbona, è stata allevata dalla Contessa di Rossiglione e da anni è segretamente innamorata del figlio di lei, Bertram. Quando Bertram lascia la casa natale per recarsi alla corte del re di Francia, Elena rivela alla Contessa l'amore finora celato e ottiene da lei il permesso di seguirlo a Parigi.

Grazie a una pozione lasciatale dal padre, Elena riesce a guarire da grave malattia il re il quale, in cambio del beneficio ricevuto, la dà in moglie a Bertram. Questi, pur non ricambiando il suo amore, obbedisce agli ordini reali ma allorché — istigato dal ribaldo Parolles — parte per la guerra, rende noto a Elena che potrà ritenersi davvero sua moglie soltanto se riuscirà a impadronirsi di un anello che lui non sfila mai dal dito e qualora dimostrerà di aspettare un figlio da lui.

Elena decide così di seguire di nascosto Bertram a Firenze, dove scopre che si è invaghito della locandiera Diana, che però lo respinge. Dopo aver convinto Diana ad accettare un appuntamento con Bertram, Elena si sostituisce a lei e riesce così a scambiare un anello regalatole dal padre con quello di Bertram nonché a fare l'amore con lui. Incinta di Bertam e in possesso del suo anello, Elena riesce quindi nel suo scopo.

Note modifica

  1. ^ Decameron III giornata, 9 novella.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN185768601 · LCCN (ENno2008026693 · GND (DE4349552-7 · BNF (FRcb11950459n (data) · J9U (ENHE987007595000005171