Tweede Kamer

organismo politico olandese

La Seconda Camera degli Stati generali (in olandese: Tweede Kamer der Staten-Generaal), nota più comunemente come Tweede Kamer (Seconda Camera o impropriamente Camera dei rappresentanti), è la camera bassa degli Stati generali dei Paesi Bassi. La camera alta è, invece, la Eerste Kamer.

Tweede Kamer
Binnenhof, L'Aia
(nella foto, non in uso a causa di lavori di ristrutturazione in corso)
Bezuidenhoutseweg 67, L'Aia
(temporaneo)
StatoBandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi
TipoCamera bassa degli Stati generali dei Paesi Bassi
Istituito1815
PresidenteMartin Bosma (PVV)
(dal 14 dicembre 2023)
Vicepresidenti
Ultima elezione22 novembre 2023
Prossima elezione2027
Numero di membri150
Durata mandato4 anni
Gruppi politiciGoverno (41)
(dimissionario)
  •      VVD (24)
  •      D66 (9)
  •      CDA (5)
  •      CU (3)

Opposizione (109)

SedeBinnenhof, L'Aia
Sito webwww.tweedekamer.nl

Composta da 150 deputati, eletti normalmente ogni quattro anni, la sede si trova presso il Binnenhof, a L'Aia.

Il Presidente della Seconda Camera, dal 14 dicembre 2023, è Martin Bosma dei Partito per la Libertà.

Funzioni

modifica

La Camera dei Rappresentanti è la camera principale degli Stati Generali, dove si svolge la discussione sulla legislazione proposta e la revisione delle azioni del gabinetto. Sia il Gabinetto che la Camera dei rappresentanti hanno il diritto di proporre una legislazione; la Camera dei rappresentanti la discute e, se adottata a maggioranza, la invia al Senato. La revisione ed il controllo delle azioni del gabinetto assume la forma di interrogazioni formali, che possono portare a mozioni che sollecitano il governo a prendere o astenersi da determinate azioni. Nessun individuo può essere membro del parlamento e del gabinetto, tranne che in un gabinetto uscente che non ha avuto ancora un successore al momento dell’insediamento della nuova Camera (ex Art. 57, §2, 3 della Costituzione).

La Camera dei Rappresentanti è anche responsabile per il primo turno di selezione dei giudici presso la Corte Suprema dei Paesi Bassi. Sottopone al governo un elenco di tre nomi per ogni posizione vacante. Inoltre, elegge l'Ombudsman olandese e le sue organizzazioni sussidiarie.

Composizione e governo in carica

modifica

Fino al 1956 era composta da 100 seggi, poi è stata estesa fino agli attuali 150.

Le elezioni legislative nei Paesi Bassi del 2021 si sono svolte in tre giorni, dal 15 al 17 marzo 2021 (al fine di evitare assembramenti a causa della Pandemia di COVID-19), dopo che il Governo Rutte III si era dimesso a causa di scandali legati a errori dovuti a particolari sussidi economici, i quali hanno condannato innocenti cittadini. Subito dopo le elezioni, i nuovi membri della Tweede Kamer, e specialmente i quattro partiti che avevano formato il precedente governo, si sono messi al lavoro per trovare un accordo per un nuovo esecutivo, formando alla fine una coalizione di maggioranza assoluta (77 seggi). Dopo iniziali trattative con tutti i partiti infatti, il VVD di Mark Rutte, il CDA e D66 hanno dovuto confermare la loro coalizione di governo, sebbene i parlamentari di D66 faranno sì che questo nuovo governo risulti più progressista e meno frugale dei precedenti, anche grazie alla posizione di rilievo che hanno ottenuto in queste elezioni. In totale il Governo è rimasto dimissionario per 271 giorni, superando il precedente record di 208 giorni del Rutte III dopo le elezioni del 2017.

Elenco dei presidenti

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Presidenti della Tweede Kamer.
  1. ^ Comprende:
    •      GL (13);
    •      PvdA (12).

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN264703904 · ISNI (EN0000 0004 0395 4766 · WorldCat Identities (ENviaf-264703904