Il twirling è una disciplina ginnico-sportiva e uno sport individuale, di coppia e di squadra, maschile e femminile, caratterizzato dall'uso di un attrezzo denominato bastone e da movimenti del corpo che seguono con armonia una base musicale.

DescrizioneModifica

 
Movimenti di twirling. Manzanar War Relocation Center, 1943. Foto di Ansel Adams.

Il bastone è un'asta metallica a sezione circolare di lunghezza variabile tra i 50 e i 75 cm, alle cui estremità vi sono due pomelli in gomma: uno piccolo ("tip") ed uno grande ("ball").

Il termine twirling deriva dal verbo inglese "to twirl" ovvero roteare, riferito al movimento del bastone che è coordinato con movimenti del corpo. La base musicale implica delle componenti ritmiche ed espressive che integrano gli elementi tecnici.

I movimenti del bastone e del corpo sono giudicati in base a regolamenti nazionali e internazionali. Infatti, analogamente ad altri sport (come la ginnastica ritmica), le classifiche sono determinate da una giuria che valuta il merito tecnico e l'espressione artistica.

Alcuni elementi tecnici fondamentali sono:

  • lanci: due o più rotazioni aeree dell'attrezzo precedute da una fase di lancio e precedenti una fase di ripresa che possono essere svolte con svariate tecniche; durante la fase aerea l'atleta può eseguire dei movimenti ginnici come giri, salti, ruote, capovolte, e rovesciate;
  • rolls: rotazione del bastone sul corpo senza l'utilizzo delle mani;
  • materiale di contatto: movimenti eseguiti vicino al corpo che servono da collegamento in un esercizio.

La preparazione atletica consiste inizialmente nella ginnastica formativa, per poi approfondire gli elementi fondamentali tipici di altre discipline quali la danza, la ginnastica ritmica e la ginnastica artistica: scioltezza, equilibrio, coordinazione, armonia nei movimenti ed elementi di acrobatica.

StoriaModifica

Il twirling nasce nelle isole Samoa nell'Oceano Pacifico, dove sembra che alcune danzatrici usassero esibirsi con bastoni colorati.
Negli Stati Uniti d'America, durante gli anni venti, davanti ai musicisti delle bande musicali si esibiva un mazziere che manovrava un bastone lungo circa 80 cm. Nel tempo le mazze furono modificate diventando più leggere e maneggevoli.
Dopo gli anni trenta nacquero le majorette a scopo folkloristico.
Parallelamente alla diffusione delle majorettes, si è sviluppata anche una vera e propria disciplina sportiva che ha abbandonato lo scopo dell'intrattenimento.

Nel mondoModifica

La World Baton Twirling Federation (WBTF) nasce a Londra nell'ottobre del 1977 grazie all'impegno della federazione italiana e di quella americana. Nell'aprile del 1978 vengono approvati Statuto e Atto costitutivo a Las Palmas nelle Isole Canarie. Il primo meeting mondiale si tenne a Venezia in Piazza San Marco fra il 31 marzo e il 1º aprile del 1979.[1]
Oltre all'Italia e agli Stati Uniti d'America, attualmente fanno parte della WBTF: Australia, Belgio, Brasile, Canada, Spagna, Croazia, Inghilterra, Francia, Germania, Ungheria, Irlanda, Giappone, Paesi Bassi, Norvegia, Scozia, Seychelles, Slovenia, Sudafrica, Svezia e Svizzera.[2].
Inoltre, 15 di questi Paesi fanno parte anche della federazione europea di twirling denominata CETB, Confédération Européenne de Twirling Bâton. Viene fondata nel 1978 dalle federazioni nazionali di Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Lussemburgo e Svizzera, con l'obiettivo di diffondere il twirling nel Continente. Attualmente la CETB rappresenta un punto di riferimento per 650 società, 18000 atleti, 300 allenatori e 200 giudici[3].
Attualmente sono due le federazioni mondiali che organizzano competizioni di twirling:

  • World Baton Twirling Federation, riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale;
  • National Baton Twirling Association, non riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale.

In ItaliaModifica

La Federazione Italiana Twirling, fondata nel 1974 a Robbio, è riconosciuta dal CONI e prende parte ai Campionati Mondiali ed Europei organizzati rispettivamente dalla WBTF e dalla CETB.
Sul territorio nazionale la FITw è suddivisa in Comitati Regionali che rappresentano il punto di riferimento per le singole società sportive. I Comitati Regionali svolgono il ruolo di tramite tra la FITw e le società, si occupano dell'amministrazione, dei contatti con le sedi regionali del CONI, dell'organizzazione dei campionati regionali e di corsi per atleti e tecnici.[4]. Esistono 8 comitati regionali (Piemonte, Lombardia, Sicilia, Triveneto, Lazio, Marche, Liguria e Toscana) per un totale di 63 società.
Ogni anno la FITw, sulla base dei risultati dei campionati, stila una classifica delle società. Nel 2009 le prime dieci posizioni erano le seguenti:

  1. Collegno (TO, Piemonte)
  2. Santa Cristina (NO, Piemonte)
  3. Oleggio (NO, Piemonte)
  4. Carrù (CN, Piemonte)
  5. Terme Euganee (PD, Triveneto)
  6. Sacconago (VA, Lombardia)
  7. Alveria Noto (SR, Sicilia)
  8. Mathi (TO, Piemonte)
  9. Sangano (TO, Piemonte)
  10. Rivolta d'Adda (CR, Lombardia)[5].

Le gare sono strutturate, a seconda del livello degli atleti, in serie A, B, C, D, Preagonismo e Propaganda. Nell'agonismo le specialità sono individuali (freestyle, solo, 2 bastoni), duo, team (da 5 a 9 elementi) e gruppo (oltre i 10 elementi). Vi è inoltre una suddivisione per fasce di età:

  • preagonismo (dai 5 ai 7 anni)
  • cadetti (dagli 8 ai 10)
  • junior (dagli 11 ai 17)
  • senior (oltre i 18).

I campionati di serie D prevedono esercizi individuali obbligatori (identici per tutti i partecipanti) a corpo libero o di tecnica twirling.
Ai campionati di serie B e C (suddiviso in C1 e C2) partecipano atleti individuali, duo e squadre. Sono organizzati in tre gare regionali che assegnano i titoli regionali e inoltre fungono da selezione per la finale nazionale (rispettivamente il "Campionato nazionale di Serie B" e il "Trofeo delle Regioni").
Il campionato di serie A (suddiviso in A1 e A2) prevede la partecipazione di atleti individuali, duo, e squadre. Si svolge su tre fasi nazionali e assegna i titoli di campioni italiani. Dalla classifica finale della categoria A1 la Federazione seleziona le atlete che partecipano alle competizioni internazionali.

Il 26 gennaio 2010 presso il salone d'Onore del CONI si sono svolti i festeggiamenti per i 35 anni d'attività della FITw, presenti il Presidente della FITw Peppino Giamminola, il Presidente del CONI Gianni Petrucci e il Presidente della CEBT Jean Claude Stainer. In occasione di questo riconoscimento Petrucci ha premiato ufficialmente l'atleta Chiara Stefanazzi per i suoi meriti sportivi (2 titoli Mondiali 1993 e 1996, 4 titoli europei 1994-1996-1998-2000 e i titoli italiani dal 1994 al 2002).

Competizioni internazionaliModifica

L'Italia partecipa a tre diversi tipi di competizioni internazionali:

  1. Campionato europeo: organizzato dalla CETB, assegna i titoli di campione europeo nelle diverse specialità. La nazionale italiana partecipa con 4 individuali junior, 4 senior, 1 duo junior, 1 duo senior, 1 team e 1 gruppo.
  2. Campionato mondiale: organizzato dalla WBTF, assegna i titoli di campione mondiale nelle diverse specialità. La nazionale italiana partecipa con 3 individuali junior, 3 individuali senior, 1 duo junior, 1 duo senior e 1 team.
  3. Grand Prix: una competizione a livello europeo, per la quale vengono selezionate 3 individuali e 1 duo, con la condizione che durante l'anno agonistico precedente le atlete non abbiano partecipato a competizioni internazionali nella categoria per cui sono state scelte.

Esistono anche due competizioni internazionali per società:

  • Coppa Europa
  • International Cup[6].

Campionati mondialiModifica

La principale competizione a livello internazionale, organizzata dalla WBTF, è il Campionato mondiale di Twirling. La prima edizione si tenne a Seattle nel 1980 e assegnava i soli titoli del freestyle maschile (senior) e femminile (junior e senior). Sono state introdotte solo successivamente le categorie team (1981) e duo (1993). Fino al 2008 i Campionati mondiali si sono svolti annualmente; la WBTF ha deciso, a partire dal 2010, di organizzarli ogni due anni (venendo incontro alle federazioni europee che negli anni in cui si disputavano i Campionati europei non sempre partecipavano alle competizioni mondiali).

Città organizzatrici e titoli assegnati:

Anno Città Senior femminile Senior maschile Junior femminile Junior maschile Team Duo senior Duo junior
1980 Seattle Pam Harris
 
Michael Cruz
 
Bonnie Palacious
 
- - - -
1981 Nizza Marci Papadopoulos
 
Michael Cruz
 
Bonnie Palacious
 
- USA
 
- -
1982 Tokio Yolanda Castellanos
 
Glenn Bittenbender
 
Bonnie Palacious
 
- Italia
 
- -
1983 Milano Annetta Lucero
 
Glenn Bittenbender
 
Bonnie Palacious
 
- USA
 
- -
1984 Calgary Merrilee Meredith
 
Mark Nash
 
Bonnie Palacious
 
- USA
 
- -
1985 Francoforte Monique Frey
 
Mark Nash
 
Stacy Singer
 
- USA
 
- -
1986 Torino Annetta Lucero
 
Glenn Bittenbender
 
Janae Dorn
 
Tomokune Kojima
 
Italia
 
- -
1987 Parigi Bonnie Palacious
 
Mark Nash
 
Janae Dorn
 
Mauro Ceolin
 
Italia
 
- -
1988 Nagoya Janae Dorn
 
Mark Nash
 
Stacy Singer
 
Christian DeBacker
 
Italia
 
- -
1989 Losanna Lucinda McMaster
 
Mark Nash
 
Stacy Singer
 
Seishi Inagaki
 
Italia
 
- -
1990 San Antonio Carolyn Day
 
Kevan Latrace
 
Stacy Singer
 
Seishi Inagaki
 
Italia
 
- -
1991 Padova Noriko Takahashi
 
Mark Nash
 
Stacy Singer
 
Seishi Inagaki
 
Italia
 
- -
1992 Parigi Noriko Takahashi
 
Mark Nash
 
Stacy Singer
 
Seishi Inagaki
 
Giappone
 
- -
1993 Den Bosch Stacy Singer
 
Kevan Latrace
 
Chiara Stefanazzi
 
Seishi Inagaki
 
USA
 
Giappone
 
Giappone
 
1994 Newmarket Noriko Takahaski
 
Mark Nash
 
Alysha Depp
 
Toshimichi Sasaki
 
Giappone
 
Francia
 
Giappone
 
1995 Ginevra Noriko Takahaski
 
Seishi Inagaki
 
Aiko Hamada
 
Gregory Thinet
 
Giappone
 
Giappone
 
Giappone
 
1996 Genova Chiara Stefanazzi
 
Seishi Inagaki
 
Akemi Kimura
 
Gregory Thinet
 
Francia
 
Giappone
 
Giappone
 
1997 Honolulu Annetta Lucero
 
Seishi Inagaki
 
Akemi Kimura
 
Jason Lee
 
Giappone
 
Giappone
 
Giappone
 
1998 Villeurbanne Noriko Takahashi
 
Seishi Inagaki
 
Hollie Neilson
 
Shuichi Kawazu
 
Giappone
 
Giappone
 
Giappone
 
1999 Daytona Beach Noriko Takahashi
 
Seishi Inagaki
 
Hollie Neilson
 
Shuichi Kawazu
 
Giappone
 
Canada
 
Canada
 
2000 Den Bosch Hollie Neilson
 
Seishi Inagaki
 
Yumi Ijima
 
Shuichi Kawazu
 
Giappone
 
Francia
 
Giappone
 
2001 Villebon/Parigi Hollie Neilson
 
Seishi Inagaki
 
Yumi Ijima
 
Manabu Kawaguchi
 
Giappone
 
Francia
 
Giappone
 
2002 Saskatoon Hollie Neilson
 
Seishi Inagaki
 
Haruka Izumi
 
Keisuke Komada
 
USA
 
Giappone
 
Giappone
 
2003 Badalona Chiharu Tachibana
 
Seishi Inagaki
 
Haruka Izumi
 
Keisuke Komada
 
USA
 
Giappone
 
Giappone
 
2004 Osaka Chiho Honjo
 
Seishi Inagaki
 
Tomoe Nishigaki
 
Keisuke Komada
 
Giappone
 
Giappone
 
Francia
 
2005 Saint Paul Chiharu Tachibana
 
Seishi Inagaki
 
Tomoe Nishigaki
 
Keisuke Komada
 
- - Giappone
 
2006 Roma Chiho Honjo
 
Toshimichi Sasaki
 
Tomoe Nishigaki
 
Keisuke Komada
 
Francia
 
Giappone
 
Giappone
 
2007 Hamilton Yumi Ijima
 
Toshimichi Sasaki
 
Mizuki Sako
 
Yuki Aikawa
 
Giappone
 
Giappone
 
Giappone
 
2008 Limerick Yumi Ijima
 
Toshimichi Sasaki
 
Sayaka Hongoh
 
Yuki Aikawa
 
Giappone
 
Francia
 
Giappone
 
2010 Bergen Tomoe Nishigaki
 
Shuichi Kawazu
 
Sayaka Hongoh
 
Naoya Moro
 
Giappone
 
Giappone
 
Giappone
 
2012 Villebon Tomoe Nishigaki
 
Keisuke Komada
 
Sayumi Yamamoto
 
Daichi Fujiwara
 
Francia
 
Francia
 
Giappone
 

International CupModifica

Dal 2005, la WBTF ha introdotto l'International Cup di Twirling, una competizione a livello internazionale destinata alle singole società. Fino al 2008, l'International Cup si teneva in concomitanza con i Campionati Mondiali. Dal 2009 si svolge invece ogni due anni.

Campionati europeiModifica

La più prestigiosa competizione per nazioni europee, organizzata dalla CETB, è il Campionato europeo di Twirling. La prima edizione si tenne ad Annecy, in Francia, nel 1980 e assegnava i titoli del freestyle maschile (senior), femminile (junior e senior) e team. Solo successivamente sono state introdotte le categorie gruppo (1985) e duo (1996). Negli anni in cui non si svolgono i Campionati europei di norma la CETB organizza la Coppa Europa per clubs.

Città organizzatrici e titoli assegnati:

Anno Città Senior femminile Senior maschile Junior femminile Junior maschile Team Gruppo Duo senior Duo junior
1980 Annecy Brigitte Chenavard
 
Pascal Dumas
 
Yannick Emery
 
- Francia
 
- - -
1981 Ginevra Michèle Carne
 
Pascal Dumas
 
Valérie Perego
 
- Italia
 
- - -
1984 Novara Barbara Airoldi
 
Pascal Dumas
 
Martina Libero
 
David Cole
 
Italia
 
Italia
 
- -
1985 Lokeren Roberta Bailo
 
Pascal Dumas
 
Martina Libero
 
Mauro Ceolin
 
Italia
 
Italia
 
- -
1986 Besançon Sandrine Courat
 
Pascal Dumas
 
Véronique Roujan
 
Bertrand Royer
 
Francia
 
Francia
 
- -
1987 Vevey Martina Libero
 
Pascal Dumas
 
Ombretta Busetti
 
Mauro Ceolin
 
Italia
 
Italia
 
- -
1988 Perth Martina Libero
 
Paolo Taborelli
 
Valentina Sempio
 
Bertrand Royer
 
Francia
 
Italia
 
- -
1990 Francoforte Laětitia Patouillard
 
Bertrand Royer
 
Guiléne Bolnet
 
Yannick Gaillard
 
Italia
 
Italia
 
- -
1992 Sheffield Laětitia Patouillard
 
Bertrand Royer
 
Agnes Giraud
 
Guillaume Lebret
 
Italia
 
Francia
 
- -
1994 Barcellona Chiara Stefanazzi
 
Bertrand Royer
 
Angélique Lambert
 
Grégory Thinet
 
Italia
 
Francia
 
- -
1996 Verona Chiara Stefanazzi
 
Bertrand Royer
 
Natascia Annaloro
 
Grégory Thinet
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
1998 Portsmouth Chiara Stefanazzi
 
Sebastien Dubois
 
Vanessa Matéi
 
Thomas Gogendeau
 
Francia
 
Italia
 
Francia
 
Francia
 
2000 Rüsselsheim Chiara Stefanazzi
 
Sebastien Dubois
 
Sophie Aime
 
Francois Leboucher
 
Francia
 
Francia
 
Italia
 
Italia
 
2002 Illkirch Vanessa Matéi
 
Sebastien Dubois
 
Alysson Vilaca
 
Franck Proust
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
2004 Ginevra Géraldine Lebret
 
Thomas Gogendeau
 
Alysson Vilaca
 
Alexandre Haslin
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
2005 Maribor Catherine Moua
 
Francois Leboucher
 
Marina Bernard
 
Luc Oeuvrard
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
2007 Den Bosch Catherine Moua
 
Arnaud Lemazurier
 
Elodie Kupke
 
Virgile Laberthe
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Italia
 
2009 Strasburgo Marina Bernard
 
Adrien Sellier
 
Elodie Kupke
 
Joffrey Cappi
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
2011 Torino Margherita Rocchetti
 
Daniele Zambito
 
Alexia Dessy
 
Raphael Hercouet
 
Italia
 
Italia
 
Italia
 
Italia
 
2013 Helsingborg Laurie Menvielle
 
Jason Travers
 
Maylis Camus
 
Raphael Hercouet
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 
Francia
 

NoteModifica

  1. ^ Federazione Italiana Twirling - Progetto scuola, su twirlingitalia.it. URL consultato il 7 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2009).
  2. ^ WBTF Member Country, su wbtf.org.
  3. ^ CETB History, su cetb.org (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  4. ^ Comitato Regione Lombardia, su twirlinglombardia.it (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2010).
  5. ^ Federazione Italiana Twirling, su twirlingitalia.it. URL consultato il 29 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2010).
  6. ^ Twirling Piemonte, su twirlingpiemonte.it (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2011).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4766798-9 · NDL (ENJA00575939
  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport