Apri il menu principale

UEFA Champions League 2004-2005 (videogioco)

videogioco
UEFA Champions League 2004-2005
videogioco
UEFA Champions League 2000px.png
PiattaformaNintendo Gamecube, PlayStation 2, Microsoft Windows, Xbox
Data di pubblicazioneZona PAL 4 febbraio 2005
GenereCalcio
OrigineStati Uniti
SviluppoEA Sports
PubblicazioneElectronic Arts
SerieFIFA
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputGameCube Controller, DualShock 2, gamepad, tastiera
SupportoNintendo Optical Disc, DVD
Fascia di etàPEGI: 3+
Seguito daUEFA Champions League 2006-2007

UEFA Champions League 2004-2005 è un videogioco a tema calcistico, sviluppato e distribuito da Electronic Arts nel 2005.[1]

Indice

CopertinaModifica

La copertina del videogioco reca il logo ufficiale della manifestazione.[2]

CaratteristicheModifica

Il gioco riprende - sostanzialmente - le caratteristiche di FIFA Football 2005, con alcune aggiunte:

  • La sconfitta a tavolino (limitatamente alle partite ufficiali), causata dall'abbandono del gioco a partita in corso: il risultato per forfait è di 2-0, mentre se viene abbandonata una sfida di coppa (andata e ritorno) si perde il confronto totale;
  • Nell'eseguire un calcio di punizione o d'angolo, il giocatore seleziona dal menù quale effetto imprimere alla palla: nel dettaglio i tasti del passaggio, cross e tiro corrispondono rispettivamente a "passaggio corto", "pallone ad effetto" e "palla tesa".
  • L'aggiunta dei falli di mano e la norma del vantaggio.

Inoltre, è stata inserita una maggior casualità nella direzione di gara da parte dell'arbitro che può commettere errori (segnalazioni del fuorigioco, assegnazione di calci di rigore e di rimesse laterali).[3][4]

Campionati e squadreModifica

Modalità di giocoModifica

[7]

  • Gioca: un'amichevole con squadre selezionate dai giocatori oppure casualmente, nelle quali è possibile impiegare gli elementi sbloccabili.
  • Andata - ritorno: un confronto in due partite, nelle quali è possibile far valere discriminanti come la regola dei gol in trasferta, i tempi supplementari e i tiri di rigore.
  • Torneo: il giocatore partecipa alla Champions League (partendo dalla fase a gironi) oppure ad un torneo personalizzato.
  • Stagione: la modalità principale del gioco, descritta ampiamente nella sezione sottostante.
  • Allenamento: il giocatore può allenarsi liberamente, in partite senza limiti di tempo oppure sui calci piazzati.

StagioneModifica

Costituisce la modalità centrale del titolo, con il giocatore che - dopo aver selezionato una squadra europea - impersona un allenatore con l'obiettivo di portare la formazione sul tetto d'Europa.[1][3] In tale modalità, prima e dopo le partite, è presente un talk show radiofonico condotto da Linus nel quale intervengono i tifosi.[1][3] La stagione si articola su più capitoli, di seguito descritti: ciascun capitolo è diviso in scenari, che riguardano sia gli incontri che il calciomercato, prima dei quali l'allenatore riceve istruzioni (in forma di posta elettronica) dal presidente.[8]

  • L'esordio avviene nel maggio 2004, all'ultima partita di campionato (la cui classifica non è mostrata): alla squadra è necessaria la vittoria per qualificarsi, chiudendo il torneo in una posizione (non specificata) che garantisce l'accesso ai preliminari di Champions League.
  • Capitolo 1 - Le basi (luglio - agosto 2004): dopo un test interno contro le riserve, la squadra sostiene un totale di 5 amichevoli precampionato. All'allenatore è richiesto un doppio intervento sul mercato, per operazioni che si traducono in 7 acquisti ed altrettante cessioni.[9]
  • Capitolo 2 - La stagione ha inizio (agosto - ottobre 2004): la stagione ufficiale (2004-05) prende il via con il preliminare di Champions League, dove l'andata e il ritorno sono inframmezzate da due partite di campionato. Qualificatosi per la fase a gironi, il giocatore disputa le prime tre gare: al termine di ogni sfida europea, compaiono i risultati del girone e la classifica (vengono mostrati solo i punti). In Campionato, vengono sostenuti altri tre incontri.
  • Capitolo 3 - Fase invernale (ottobre 2004 - gennaio 2005): viene completata la fase a gruppi della Champions, con altre 6 partite di Campionato. Durante la finestra invernale, il giocatore interviene per l'ultima volta sul mercato (due acquisti e due cessioni).
  • Capitolo 4 - Pressione elevata (febbraio - aprile 2005): la manifestazione europea inaugura la knock-out phase, con gli ottavi e quarti di finale.[10] Per quanto attiene al Campionato, sono 7 le partite in calendario.
  • Capitolo 5 - Grossi rischi (aprile - 25 maggio 2005): il rush finale prevede la semifinale di coppa, le cinque giornate conclusive del Campionato (per aggiudicarsi il titolo è necessario vincere l'ultima sfida) e la finale europea. Quest'ultima, come nella realtà, viene ospitata dall'Atatürk.

Note:

  • Il computo delle statistiche include anche il primo scenario (appartenente alla stagione 2003-04) e le amichevoli, oltre all'annata 2004-05. In totale sono 44 le gare, di cui 24 relative al Campionato e 15 alla Champions League.
  • In caso di risultati negativi, l'allenatore può venire esonerato in ogni momento; il licenziamento è invece automatico per l'eliminazione dal torneo, anche qualora il giocatore perda la finale.
  • Dopo ogni scenario, le notizie salienti vengono riportate in una pagina di giornale (con la relativa data); non sono però assenti bug.[11]
  • Negli scenari in cui è richiesto di usare un determinato modulo (4-3-3 nel primo caso, 5-4-1 in due occasioni) esso non può venire modificato dal giocatore. Lo stesso avviene quando il presidente ordina sul mercato la cessione di un calciatore, solitamente in seguito a prestazioni insufficienti.
  • Le squadre da affrontare nel precampionato e in Europa variano in base alla formazione scelta, mentre in Campionato (dove il calendario non segue un ordine preciso) alcune avversarie non vengono incontrate.[12]

Elementi sbloccabiliModifica

Al completamento di ogni scenario, il giocatore riceve un bonus partita che consiste nella differenza tra voci positive (adempimento agli obiettivi, vittoria, tiri, angoli, reti segnate) e negative (sconfitta, gol subìti, falli, ammonizioni, espulsioni): il netto accumulato dopo ogni scenario concorre alla possibilità di sbloccare nuovi elementi (in base al livello di difficoltà selezionato), disponibili nella modalità Gioca. Essi sono:

  • Campo da calcio in cemento
  • Mura invisibili
  • Arbitro assente
  • Divise alternative
  • Palloni speciali
  • Effetti sonori
  • Velocità turbo
  • Modalità soggettiva (visuale in prima persona)
  • Partite in 7 contro 7
  • Creazione di giocatori personalizzati (aspetto fisico, età, abilità)

SequelModifica

L'unico sequel del titolo fu diffuso nel 2007, con il nome di UEFA Champions League 2006-2007 ed alcune innovazioni.[13]

NoteModifica

  1. ^ a b c d Alessio Balbi, Champions League per tutti e il ritorno di Donkey Kong, su repubblica.it, 13 febbraio 2005.
  2. ^ Copertina del gioco (versione PlayStation 2) (JPG), su gamestorm.it. URL consultato il 12 giugno 2018.
  3. ^ a b c Recensione del titolo, su everyeye.it, 5 marzo 2005.
  4. ^ Uefa Champions League 2004-2005, su gamestorm.it, 3 febbraio 2005.
  5. ^ A causa di problemi nella concessione della licenza, i nomi di Fiorentina e Sampdoria sono Firenze e Doria (situazione già verificatasi in FIFA Football 2005).
  6. ^ La categoria include squadre di campionati minori europei (Grecia, Repubblica Ceca, Turchia, Israele, Russia, Polonia, Ucraina) e formazioni sudamericane.
  7. ^ (EN) UEFA Champions League 2004-2005, su mobygames.com, 3 febbraio 2005.
  8. ^ Gli obiettivi (visualizzabili anche durante la partita, mettendo in pausa il gioco) riguardano per esempio: il numero di gol da segnare, l'evitare ammonizioni o espulsioni, praticare il turnover.
  9. ^ In ogni sessione di mercato, il numero di acquisti e cessioni equivale; per quanto attiene all'acquisto, il giocatore deve raggiungere il livello di abilità richiesto senza sforare il budget societario. Il valore dei calciatori è espresso in milioni generici, con la valuta non specificata.
  10. ^ In questo turno l'avversario, di default, è il Porto (compagine che nel 2004 vinse realmente la Champions League).
  11. ^ Per esempio, dopo lo scenario "Aria di tempesta" - a meno di una sconfitta - il risultato mostrato è lo 0-0 sebbene la gara inizi con il punteggio di 2-2.
  12. ^ Ad esempio, selezionando l'Inter (club della Serie A italiana) il giocatore affronta nell'ordine: Siena, Atalanta, Udinese, Palermo, Chievo, Roma, Milan, Lazio, Livorno, Bologna, Brescia, Lecce, Parma (avversario nel primo scenario), Fiorentina, Reggina, Messina, Juventus e Sampdoria; nel corso del campionato Udinese, Palermo, Chievo, Roma e Milan vengono sfidate per due volte.
  13. ^ Andrea Moi, Uefa Champions League 2006-2007 - Recensione, su multiplayer.it, 29 marzo 2007.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica