Apri il menu principale

Gli Uberi erano un antico popolo alpino.

Secondo lo storico Plinio il Vecchio essi dovevano essere una comunità nella quale si dividevano i Leponzi, situata presso il Rodano[1].

Gli Uberi vennero sottomessi a Roma nel contesto delle campagne di conquista di Augusto di Rezia e arco alpino, condotte dai suoi generali Druso maggiore e Tiberio (il futuro imperatore) contro i popoli alpini tra il 16 e il 15 a.C.

Il nome degli Uberi è ricordato nel Trofeo delle Alpi ("Tropaeum Alpium"), monumento romano eretto nel 7-6 a.C. per celebrare la sottomissione delle popolazioni alpine e situato presso la città francese di La Turbie:

(LA)

«GENTES ALPINAE DEVICTAE [...] COSUANETES · BRIXENETES · LEPONTI · UBERI [...].»

(IT)

«Popoli alpini sottomessi: [...] Caluconi · Brixeneti · Leponzi · Uberi [...].»

(Trofeo delle Alpi, Iscrizione frontale)

NoteModifica

  1. ^ Giovanni Oberziner, "I Reti", 1883, su "Archive.org" (TXT), su archive.org. URL consultato il 2009-10-6.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica