Apri il menu principale
Uberto Bonino
Uberto Bonino.jpg

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Unione Democratica Nazionale, Liberale
Collegio Catania
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I, II, III
Gruppo
parlamentare
Partito Nazionale Monarchico (I legislatura), Partito Nazionale Monarchico, Misto, Partito Monarchico Popolare (II legislatura), Partito Monarchico Popolare, Partito Democratico Italiano, Misto, Democratico Cristiano (III legislatura)
Collegio Catania (I legislatura), Collegio Unico Nazionale (II legislatura), Catania (III legislatura)
Incarichi parlamentari
  • Componente e Segretario della X Commissione (Industria e commercio)
  • Componente della IV Commissione (Finanze e Tesoro) - I legislatura
  • Componente della V Commissione (Difesa) - I legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame dei provvedimenti a favore delle zone e delle popolazioni colpite dalle alluvioni - I legislatura
  • Componente della Commissione parlamentare consultiva per l'esame di nuove norme sulle imposte di bollo e sulla pubblicità - I legislatura
  • Componente della Commissione d'indagine per giudicare sul fondamento delle accuse mosse dal deputato Nasi al deputato Ivan Matteo Lombardo nella seduta dell'11/07/1951 - I legislatura
  • Componente della Giunta per i trattati di commercio e la legislazione doganale - I legislatura
  • Componente e Vicepresidente della X Commissione (Industria e commercio) - II legislatura
  • Vicepresidente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 618: "Attuazione di iniziative intese ad incrementare la produttività" - II legislatura
  • Componente della Giunta del Regolamento - II e III legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame della proposta di legge Angelini Armando n. 427: "Dichiarazione di pubblica utilità e norme per l'espropriazione degli stabilimenti industriali inattivi" - II legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame del disegno di legge costituzionale n. 1942: "Facoltà di istituire, con legge ordinaria, giudici speciali in materia tributaria" e del disegno di legge n. 1944: "Riforma del contenzioso tributario" - II legislatura
  • Componente della Commissione speciale per l'esame dei disegni di legge nn. 2453 e 2454: "Provvedimenti per il Mezzogiorno" e "Disposizioni integrative della Legge 10 agosto 1950, n. 647, per l'esecuzione di opere straordinarie di pubblico interesse nell'Italia settentrionale e centrale" e di altre proposte di legge per il Mezzogiorno - II legislatura
  • Componente della Commissione parlamentare consultiva per la disciplina giuridica delle imprese artigiane - II legislatura
  • Componente della rappresentanza della Camera all'Assemblea unica delle Comunità Europee - II legislatura
  • Componente della Giunta per i trattati di commercio e la legislazione doganale - II legislatura

Componente della IX Commissione (Lavori pubblici) - III legislatura

  • Componente della XII Commissione (Industria e commercio) - III legislatura
  • Componente della rappresentanza della Camera nell'Assemblea parlamentare europea - III legislatura
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature VI-VII
Gruppo
parlamentare
MSI-DN
Circoscrizione Sicilia
Collegio Messina
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Unione Democratica Nazionale
Professione industriale, banchiere

Uberto Fulvio Bonino (La Spezia, 13 marzo 1901Messina, 9 giugno 1988) è stato un banchiere e politico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Figlio di Teofilo Bonino, ammiraglio della Regia Marina e di Luisa Vignolo Koller, si trasferì in giovane età dalla natìa La Spezia a Messina, dove il padre era destinato come comandante di Marisicilia.

Fu amministratore delegato della Molini Gazzi spa e presidente della Banca di Messina.

Attività politicaModifica

Nel 1946 fu eletto deputato all'Assemblea costituente con l'Unione Democratica Nazionale e, dal 1948, fu più volte eletto alla Camera dei deputati, prima sotto le insegne del Blocco Nazionale, poi del Partito Nazionale Monarchico (1953), cui aderì nel 1951, e poi del Partito Monarchico Popolare (1958), cui aderì nel 1956, e, passato nel dicembre 1962 alla Democrazia Cristiana restò a Montecitorio fino al 1963[1]. Fu vicepresidente della Commissione industria e commercio dal 1953 al 1958. Dal 1959 al 1963 fece parte della Rappresentanza della Camera nell'Assemblea parlamentare europea [2]

Nel 1972 tornò in parlamento, ma al Senato nelle liste del Movimento sociale italiano, nel collegio di Messina, ed è rieletto nel 1976. Nel 1977 lasciò il MSI per aderire al gruppo di Democrazia Nazionale, di cui fu vice presidente, fino al 1979.

Attività editorialeModifica

Fu inoltre editore del Notiziario di Messina. Nel 1951 fondò la Società Editrice Siciliana, che dal 13 aprile del 1952 iniziò a pubblicare una nuova testata, il quotidiano Gazzetta del Sud. Nel dicembre 1972, insieme alla moglie, donna Maria Sofia Pulejo, appartenente a una delle famiglie più agiate di Messina[3], dette vita a una fondazione con l'obiettivo di aiutare giovani neolaureati in Medicina e Giurisprudenza e di permettere loro, attraverso l'erogazione di borse di studio, di frequentare corsi e stage di perfezionamento[4].

Uberto Bonino morì nel 1988 e fu sepolto nella cappella di famiglia nel Gran Camposanto di Messina.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Storia Camera
  2. ^ Storia Camera
  3. ^ Maria Sofia Pulejo era figlia di Don Gian Silvestro Pulejo Ainis (1860-1945), sindaco e presidente della Camera di Commercio di Messina, e di Donna Marinette de Fernex.
  4. ^ Fondazione Bonino-Pulejo - La Fondazione[collegamento interrotto]
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Voci correlateModifica