Apri il menu principale

Ufficiale medico

medico che lavoro nell'esercito

L'ufficiale medico è un ufficiale delle forze armate italiane, laureato in Medicina e Chirurgia, abilitato all'esercizio della professione e inquadrato nella sanità militare. Oltre a occuparsi della salute del personale militare, prevenendo, diagnosticando e curando le malattie, gli ufficiali medici ricevono l'addestramento militare di base di un Ufficiale d'arma.

Scudetto identificativo

Gli ufficiali iscritti all'ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri ed abilitati alla professione sono definiti medici militari al pari dell'ufficiale odontoiatra. Svolgono invece una professione sanitaria e quindi "non medica" le altre figure appartenenti ai corpi sanitari militari come i farmacisti, i biologi, gli psicologi gli infermieri e i tecnici sanitari laureati.

Indice

StoriaModifica

Il 4 giugno 1833 nel Regno di Sardegna venne riconosciuto tramite decreto regio del re Carlo Alberto il "Riordinamento del personale e del servizio militare in tempo di pace", che riguardava anche il servizio di sanità. Da quella data i medici del servizio sanitario militare ebbero un'uniforme.

Nelle forze armate italiane gli ufficiali medici furono nel tempo arruolati nel Servizio di sanità militare dopo l'abilitazione in medicina e chirurgia. Poi furono formati direttamente nelle accademie militari In Italia nel 1968 nacque a Firenze l'"Accademia di sanità militare interforze", che preparava anche gli Ufficiali veterinari e i chimici[1]. Chiusa nel 1997, da quella data gli Ufficiali della sanità militare tornarono a essere formati nelle Accademie del corpo per i primi tre anni e i successivi tre nelle Facoltà di Medicina e Chirurgia in accordo con le accademie.

 
Fregio per berretto - Ufficiale Medico dell'esercito

FormazioneModifica

Gli Ufficiali medici dei corpi sanitari provengono dai corsi normali dell'Accademie militari. La laurea prevista per gli Ufficiali dei ruoli normali in Accademia è quella in Medicina e Chirurgia (6 anni) svolta in parte presso le Facoltà di Medicina e Chirurgia correlate. Ufficiali medici in SPE vengono arruolati anche tramite concorso a nomina diretta dopo la laurea in medicina e chirurgia.

Per tutti gli Ufficiali del corpo sanitario, oltre alla preparazione di base è obbligatorio il conseguimento durante l'iter formativo dei seguenti corsi e brevetti:

  • CMC (Corso teorico-pratico di Medicina Campale di Combattimento)
  • HELO DUNKER (Evacuazione elicottero sommerso)
  • BLS (Basic Life Support)
  • DP (Defibrillazione Precoce)
  • ATLS (Advanced Trauma Life Support)
  • ACLS (Advanced Cardiac Life Support)
  • BTLS (Basic Trauma Life Support)
  • Force health protection

GradiModifica

 
Uniforme da Ufficiale Medico dell'Esercito in camice sanitario

Al grado degli Ufficiali medici solitamente viene aggiunto il suffisso "c.SA" / "SAN":

Gradi degli Ufficiali Medici
 
Corpo sanitario (EI)
 
Corpo sanitario militare marittimo (MM)
 
Corpo sanitario aeronautico (AM)
Ufficiali generali   Tenente generale   Ammiraglio ispettore capo   Generale ispettore capo
  Maggior generale   Ammiraglio ispettore   Generale ispettore
  Brigadier generale   Contrammiraglio   Brigadier generale
Ufficiali superiori   Colonnello   Capitano di vascello   Colonnello
  Tenente colonnello   Capitano di fregata   Tenente colonnello
  Maggiore   Capitano di corvetta   Maggiore
Ufficiali inferiori  Capitano   Tenente di vascello   Capitano
  Tenente   Sottotenente di vascello   Tenente
  Sottotenente   Guardiamarina   Sottotenente
Allievi Ufficiali   Aspirante guardiamarina[2]

Distintivi di meritoModifica

I distintivi di merito sono dei particolari distintivi conseguiti in seguito alla frequentazione di determinati corsi o mediante la partecipazione ad alcune attività organizzate dalla sanità militare. Essi sono posti tutti sul taschino destro o, se a nastro, in fondo al medagliere. Il distintivo da Ufficiale medico può essere utilizzato esclusivamente da militari in possesso della laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, specializzati o meno, purché non specializzato in Odontoiatria. Il distintivo per Ufficiali medici veterinari è utilizzabile esclusivamente da personale militare laureato in Medicina Veterinaria; il distintivo da Ufficiale Veterinario si distingue nettamente per i colori da quello da Ufficiale Medico chirurgo (medicina umana), il quale non può essere indossato da Ufficiali Veterinari. Il distintivo per Ufficiali odontoiatri è utilizzabile da personale militare laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria; tale distintivo può sostituire quello da Ufficiale medico se il militare, laureato in Medicina e Chirurgia, è specializzato in Odontostomatologia.

  Ufficiali medici chirurghi
  Ufficiali medici veterinari
  Ufficiali odontoiatri
Gli Ufficiali Medici ed Odontoiatri della Marina Militare Italiana pongono sul taschino sinistro della divisa un caduceo dorato, simbolo del Corpo Sanitario Militare Marittimo.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica