Apri il menu principale

Ugo Amaldi

matematico italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo fisico e nipote, vedi Ugo Amaldi (fisico).
Ugo Amaldi

Ugo Amaldi (Verona, 18 aprile 1875Roma, 11 novembre 1957) è stato un matematico e accademico italiano.

BiografiaModifica

Laureatosi ventitreenne in Matematica all'Università di Bologna sotto la guida di Salvatore Pincherle, fu nominato cinque anni più tardi, nel 1903, professore di Algebra e Geometria analitica presso l'Università degli Studi di Cagliari.

Si trasferì poi all'Università degli Studi di Modena (1906-19), a quella di Padova (1919-24) e infine alla Sapienza-Università di Roma, dapprima nella Facoltà di Architettura (1924-42) e in seguito in quella di Scienze (1942-44). Lavorò principalmente sulla teoria dei gruppi continui di trasformazioni: di ciò trattano, tra l'altro, due corpose memorie (1912-13 e 1918) e un volume di lezioni (Roma, 1942-44).

Apprezzato trattatista, collaborò con i matematici Tullio Levi-Civita e Federigo Enriques, dando un contributo originale e sostanziale alla pubblicazione di numerose opere e trattati scientifici. Socio dell'Accademia dei Lincei e di altre istituzioni scientifiche, era considerato persona di indole pacata e imparziale, di sincera e non ostentata religiosità.

Fratello dello psichiatra Paolo, sposò la signorina Luisa Basini da cui ebbe tre figli: Adalgisa, Mercede ed Edoardo, fisico. Era nonno di molti nipoti fra cui il fisico Ugo Amaldi.

OpereModifica

BibliografiaModifica

  • Tullio Viola (1957): Necrologio, Boll. UMI (3) 12, pp. 726–730.
  • Alessandro Terracini (1957-1958): "Necrologio", Atti Acc. Scienze Torino, 92, pp. 687–695
  • Francesco Tricomi (1962): Matematici italiani del primo secolo dello stato unitario, Memorie dell'Accademia delle Scienze di Torino. Classe di Scienze fisiche matematiche e naturali, serie IV tomo

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN100288042 · ISNI (EN0000 0001 0928 8459 · SBN IT\ICCU\CFIV\016876 · GND (DE1055117016 · BNF (FRcb12340253x (data) · WorldCat Identities (EN100288042