Apri il menu principale
Ulisse. Il mio nome è Nessuno
serie TV d'animazione
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
AutoreMassimo Rotundo
Dir. artisticaGiuseppe Laganà
MusicheVanni Boccuzzi
StudioThe Animation Band
1ª TV8 luglio 2012 – 2012
Episodi26 (completa)
Durata ep.26 min
Rete it.Rai 2, Rai Gulp
1ª TV it.8 luglio 2012
Genereavventura

Ulisse. Il mio nome è Nessuno è un cartone animato firmato dal fumettista Massimo Rotundo e diretto da Giuseppe Laganà, musiche di Vanni Boccuzzi. Ha ventisei episodi della durata di ventisei minuti ed è stato adattato, attraverso l'animazione, per un target di bambini dai cinque ai dodici anni. È stato trasmesso da Rai Due a partire dall'8 luglio 2012. Curiosamente, l'ordine di alcuni episodi è stato alterato, rispetto all'effettiva trama. La serie fa ampio uso della tecnica della computer grafica, mantenendo però la colorazione il più uniforme possibile, in modo da rendere l'aspetto simile a un cartone animato tradizionale.

Indice

TramaModifica

Ulisse, re di Itaca, è impegnato assieme agli altri re ed eroi della Grecia nella decennale Guerra di Troia, di cui non si riesce a vedere la fine. Quando il suo grande amico Achille viene ucciso dal principe troiano Paride grazie all'aiuto di Poseidone (violando così la regola celeste secondo cui gli dèi non possono interferire nelle vicende degli umani), Atena, su autorizzazione di Zeus, ispira all'eroe lo stratagemma del cavallo di legno, permettendogli di soggiogare Troia una volta per tutte.

Terminata la guerra, Ulisse e i suoi uomini si preparano a fare ritorno ad Itaca, ma per loro sarà l'inizio di un'avventura irta di pericoli: Poseidone, infatti, era un alleato dei Troiani, e aver visto la sua città ridotta in cenere dall'astuzia di un mortale fa nascere in lui un insanabile desiderio di vendetta.

PersonaggiModifica

  • Ulisse: è il protagonista della vicenda che, durante il ritorno dalla guerra di Troia, per scampare alla morte, acceca Polifemo, il figlio di Poseidone.
  • Leocrito di Itaca o Leo: personaggio di fantasia, è un ragazzino di 14 anni, il più giovane dell'equipaggio di Ulisse e figlio di uno dei suoi uomini morto durante la guerra.
  • Filò: personaggio di fantasia, è la protagonista femminile della vicenda, una ragazzina di 12 anni, che si aggiungerà alla ciurma in modo rocambolesco, solo grazie all'intervento della dea Atena. Tra lei e Leo sembra esserci una intesa che non andrà mai a sfociare in un esplicito sentimento reciproco.
  • Poseidone: è il principale antagonista della storia. Dio del mare, offeso perché Ulisse gli ha accecato il figlio (che in realtà gli serviva solo come pretesto per giustificare la sua vendetta rendendola più spietata anche a causa della distruzione di Troia, città che egli proteggeva), ne ostacola il viaggio, scatenandogli contro maremoti, tempeste, mostri marini e creature di ogni genere. Alla fine verrà esiliato temporaneamente da Zeus a causa della sua smodata voglia di uccidere Ulisse.
  • Atena: dea della ragione, della virtù e della giustizia, ammira Ulisse per la sua astuzia ed intelligenza, ed è per questo la sua più grande alleata sull'Olimpo fin dai tempi della Guerra di Troia. Dopo avergli ispirato la creazione del cavallo di legno per sottomettere Troia, cerca come può di proteggere Ulisse e i suoi compagni dalla sete di vendetta di Poseidone, a volte intervenendo personalmente altre chiedendo aiuto agli altri dèi.
  • Zeus: è il saggio re degli dei, contrario all'uccisione di Ulisse. Sostiene che gli dèi non debbano intromettersi nel destino dei mortali, e per questo proibisce alla figlia Atena e al fratello Poseidone di aiutare o contrastare direttamente Ulisse; tuttavia, se Atena si mostra il più delle volte obbediente al volere del padre, Poseidone al contrario cerca ogni modo possibile per aggirare il volere di Zeus, condotta che alla fine gli costerà l'allontanamento dall'Olimpo.
  • Eolo: Dio dei Venti, amico di Atena e alleato di Ulisse. Sobillato da Atena, salva l'eroe e la sua nave da morte sicura per mano di Poseidone, e quando Euriloco vince una gara di abbuffata con uno dei suoi monsoni dona all'eroe l'otre dei venti per permettergli di fare ritorno ad Itaca. Tale dono purtroppo andrà sprecato per colpa di un attentato alla sua vita da parte di Proteo, che costringe Ulisse ad aprirla per non far naufragare la nave.
  • Ermes: Messaggero degli Dèi, alleato di Atena e di Ulisse. Su richiesta di Atena, si avventura nell'oltretomba per salvare Leo, che vi era entrato per riportare alla vita Filò dopo che questa era stata uccisa da una freccia.
  • Ade e Persefone: sovrani dell'oltretomba, che governano con spietata freddezza. Quando Leo, seguendo l'esempio di Orfeo, si avventura nel loro regno per riportare alla vita Filò, questi si rivelano molto diversi da come il ragazzo si aspettava; infatti, rivelano di essere stati proprio loro a far fallire la prova ad Orfeo, invogliandolo a voltarsi verso Euridice e facendola così rimanere prigioniera dell'aldilà, il tutto per puro e semplice divertimento. Nel sentire ciò Leo gli rinfaccia la loro crudeltà, ma il ragazzo è salvato dalla loro ira dall'arrivo di Ermes, che li convince a sottoporre Leo alla stessa prova sostenuta da Orfeo. Non contenti, tenteranno ancora una volta di giocare sporco, ma Leo si rivelerà più furbo di loro riuscendo a salvare Filò.
  • Efesto: Dio della forgia del fuoco, ha un animo gentile ma un carattere irruento, amico di Atena, l'unica con cui si mostra gentile, e nemico acerrimo di Poseidone. Quando Ulisse si reca a Stromboli per farsi costruire delle nuove armi con cui rimpiazzare quelle perdute, Poseidone, che poco prima era stato offeso da Efesto durante un banchetto sull'Olimpo, adducendo il prestesto di dover rimediare all'umiliazione ricevuta scaglia sull'isola il suo esercito di creature marine. Ulisse e i suoi compagni saranno però salvati dall'armata di robot al servizio di Efesto, che respingeranno in mare l'invasore provocando a Poseidone l'ennesima sconfitta.
  • Ebe: Coppiera degli dèi, mette alla prova Ulisse nella Sala delle Cinque Porte offrendogli l'ambrosia, il nettare divino, che però Ulisse rifiuterà superando la prima sfida.
  • Era: Moglie di Zeus e regina dell'Olimpo, sfida Ulisse nella Sala delle Cinque Porte invitandolo a scegliere tra Atena, Afrodite e lei stessa la più bella tra le dee, rievocando il Giudizio di Paride che fu all'origine della Guerra di Troia, e quindi anche della sua stessa sventura. Non scegliendo nessuna di loro, Ulisse supera la prova.
  • Afrodite: Dèa dell'Amore e della Bellezza, sfida Ulisse nella Sala delle Cinque Porte assieme ad Atena ed Era. Pur essendo stata alleata dei troiani, sembra provare una certa simpatia per il re greco.
  • Apollo e Artemide: Dio delle Arti e Dèa della Caccia, nonché fratelli, sottopongono Ulisse alla prova della Sala delle Cinque Porte. La sfida consiste nel riuscire a far suonare di nuovo la gigantesca arpa di Apollo, rimasta muta da quando Eolo ha smesso di inviare i suoi monsoni a pizzicarne le corde. Ulisse riesce nell'impresa sostituendo ai monsoni i falchi di Artemide, superando così la terza prova.
  • Ares: Dio della Guerra, sorveglia l'ultima delle Cinque Porte. Odia Ulisse per aver distrutto Troia, città di cui era alleato, e su consiglio di Poseidone cerca di costringere l'eroe ad uccidere dei mortali colpevoli di essere fuggiti dal campo di battaglia. Rifiutandosi di farlo fallisce nella prova, e per aver suscitato le ire del dio viene chiuso in un'alta torre senza soffitto da cui è a prima vista impossibile uscire. L'eroe, però, riesce ad evedere grazie ad alcuni semi magici offertigli dal dio Pan, guadagnandosi la stima di Zeus, che lo ritiene meritevole di giungere al suo cospetto.
  • Pan:
  • Proteo: è una creatura marina che ha la possibilità di prendere sembianze umane. Si allea con Poseidone e contrasta Ulisse, ostacolandone il ritorno a Itaca. Viene ucciso da Ulisse nell'episodio 24, trafitto dall'eroe che lo getta anche da una scogliera.
  • Elpenore: è uno dei fedeli compagni di Ulisse.
  • Perimede: è uno dei fedeli compagni di Ulisse.
  • Euriloco: è uno dei fedeli compagni di Ulisse.
  • Zoth:
  • Aliterse: è uno dei fedeli compagni di Ulisse. Alla fine non viene rivelato, ma si capisce subito che ha dovuto fare compagnia al vecchio Orea, ormai prossimo alla morte, poiché Elpenore ha dovuto lasciarlo per avvertire il suo re del rapimento di Telemaco. I suoi compagni torneranno a riprenderlo molto presto.
  • Penelope: è la moglie di Ulisse e lo attende ad Itaca.
  • Telemaco: è il figlio di Ulisse, anch'esso rimasto ad Itaca. Verrà imprigionato dai Proci per convincere la madre Penelope a sposare uno di loro. Costretto ad indossare una maschera di legno per non vedere il luogo dove si trova, verrà liberato dal padre che aiuterà nell'eliminazione diretta degli usurpatori.
  • Talassarre:
  • Calipso: ninfa dell'isola di Ogigia e sua unica abitante, costringe Ulisse ed i suoi compagni a rimanere sull'isola anche grazie ad un complesso sistema di macchinari che rende di fatto la sua isola un luogo inespugnabile e quasi impossibile da lasciare.
  • Circe: strega dell'isola di Eea, trasformerà gli uomini di Ulisse in porci. Solo l'intervento dell'eroe aiutato da Atena riuscirà a spezzare l'incantesimo. Sembra soffrire di errata identificazione allo specchio, rendendo la sua personalità distinta in tre figure, e a differenza di quanto avviene nel poema omerico il protagonista non sarà costretto a giacere con lei per far tornare i suoi uomini umani.
  • Sirene: creature marine dall'aspetto incantevole, il loro canto attira le vittime verso gli scogli per sbranarle. In questa serie il loro canto può far cadere in coma la vittima se non più ascoltato. Esiste tuttavia un antidoto che si trova dentro una balena.
  • Nausicaa: è la figlia di Alcinoo, il re dei Feaci.
  • Alcinoo: è il re dei Feaci.
  • Polifemo: è un crudele ciclope, amato figlio di Poseidone. Verrà accecato da Ulisse e chiederà vendetta al padre.
  • Eumeo:
  • Agamennone:
  • Menelao:
  • Tiresia:
  • Paride: è il principe troiano.
  • Priamo: è il re di Troia.
  • Patroclo:
  • Icaro:
  • Scilla e Cariddi:
  • Amazzoni:
  • Antinoo: è il capo dei Proci.
  • Toante: è il re dei Giganti.
  • Clizio: è il figlio di Toante.
  • Lasso: è un centauro.
  • Leda: è la sorella di Aliterse.
  • Oreste: è il comandante della flotta di Itaca.
  • Lestrigoni:
  • Orea: è un anziano che vive da solo su un'isola, dove ha addestrato tutti i granchi. Aiuta Ulisse e i suoi compagni per sfuggire alla trappola di Proteo. Siccome è ormai prossimo alla morte, vuole trascorrere gli ultimi istanti della sua vita in compagnia di qualcuno, così Ulisse decide di ricambiarlo facendo restare Aliterse, poiché Elpenore ha dovuto lasciarlo per avvertire il suo re del rapimento di Telemaco.
  • Laoconte:
  • Dejana:
  • Lisandro: è uno dei Proci.
  • Medusa:
  • Levantino:
  • Argo:

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV
Stagione unica 26 2012

ErroriModifica

  • Per tutto il corso della vicenda, e soprattutto nei primi episodi, Poseidone appare come un alleato dei Troiani. In realtà i racconti, e in special modo l'Iliade, affermano che invece fu alleato dei greci, eccezion fatta per quando impedì ad Achille di uccidere Enea.

Voci correlateModifica