Apri il menu principale
Ultimo minuto
Ultimo minuto - Rai 3.png
PaeseItalia
Anno1993 - 1997
Generedocu-reality
Durata120 minuti
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreSimonetta Martone (1993-1997)
Maurizio Mannoni (1993-1996)
IdeatoreAngelo Guglielmi, Gregorio Paolini, Simonetta Martone
RegiaRanuccio Sodi (1993-1995)
Andrea Bevilacqua (1995-1997)
Casa di produzioneDomenico Puissa
Rete televisivaRai 3

Ultimo minuto è stato un programma televisivo andato in onda su Rai 3 dal 1993 al 1997 in cinque edizioni.

I conduttori del programma erano Maurizio Mannoni e Simonetta Martone nelle edizioni dal 1993 al 1996, mentre l'ultima stagione del programma, in onda nel 1997, venne condotta soltanto da Simonetta Martone (che fu anche una degli autori della trasmissione). La regia del programma in studio era affidata a Ranuccio Sodi ed in seguito ad Andrea Bevilacqua.

Era trasmesso il sabato, in prima serata, durante la stagione invernale-primaverile (da gennaio a maggio).

Indice

Il programmaModifica

La trasmissione trattava di storie di gente comune che si è trovata ad affrontare, per diversi motivi, varie situazioni di pericolo, in alcuni casi rischiando anche la morte, riuscendo sempre a salvarsi, grazie all'aiuto di altre persone od alla propria intraprendenza, all'ultimo momento (da qui il titolo del programma).

Tali storie venivano mostrate tramite delle ricostruzioni filmate interpretate da alcuni attori con l'aggiunta di testimonianze dei veri protagonisti delle vicende (qualche volta, ma molto raramente, i veri protagonisti delle vicende partecipavano anche come attori alle ricostruzioni); i filmati avevano una voce fuori campo che narrava l'intera vicenda e avevano anche dei sottofondi musicali (a volte anche molto inquietanti); tali componenti avevano la funzione di spettacolarizzare la storia tanto da fare di queste ricostruzioni dei veri e propri mini-film.

Tali filmati erano sia italiani che stranieri, prevalentemente statunitensi e francesi, realizzati per programmi esteri aventi lo stesso format di Ultimo minuto. Alcune ricostruzioni filmate italiane di Ultimo minuto furono realizzate da Gabriele Muccino, prima che questi divenisse un famoso regista cinematografico[1]. Anche Andrea Bevilacqua, regista del programma in studio, ha contribuito alla regia di diverse ricostruzioni.

In studio Simonetta Martone e Maurizio Mannoni, alla fine dei filmati, illustravano di volta in volta insieme a vari esperti tutti i possibili pericoli in cui ci si può imbattere in diversi ambienti come la casa, il tetto e le scale di un palazzo, la strada, una ferrovia, una montagna ecc. (di solito i luoghi presi in esame erano gli stessi in cui era ambientato il filmato appena concluso) oppure intervistavano delle persone che avevano vissuto un'esperienza simile a quella appena mostrata nella ricostruzione; inoltre venivano fatte delle simulazioni in studio in cui si spiegava come ci si dovesse comportare in caso di situazioni di pericolo come terremoti od incendi.

Altro ingrediente del programma erano dei brevi filmati commentati dai conduttori che mostravano inseguimenti della polizia, incidenti stradali, disastri naturali, alluvioni e così via ripresi da telecamere amatoriali (qualche volta si usavano anche i video realizzati dalle forze dell'ordine o dai vigili del fuoco) che fa di Ultimo minuto un antesignano di programmi come Real TV.

Venivano realizzate anche delle speciali candid camera in cui la gente veniva messa di fronte a situazioni particolari (uomini svenuti all'ingresso della metropolitana, persone con l'auto in panne che chiedono aiuto, una coppia che litigava ferocemente alla fermata del tram e così via) per testare le varie reazioni.

Nella terza edizione venne aggiunto anche un gioco a cui partecipava un personaggio famoso, diverso per ogni puntata, ideato dalla C.UnS.A. (Cooperativa Un Sacco Alternativa): un gruppo romano di autori ludici. Tale gioco consisteva in un racconto a bivi. Una voce fuori campo raccontava una situazione di pericolo in cui il VIP era coinvolto (nel caso di Pippo Baudo un bagnante sul punto di affogare davanti alla spiaggia ove era in vacanza, in quello di Alba Parietti del fumo sospetto che usciva da sotto la porta di casa della madre); l'ospite della puntata veniva a quel punto messo di fronte ad un bivio sul che cosa si dovesse fare ed a seconda della risposta data il racconto continuava in una maniera anziché in un'altra, sino a una scelta successiva. Dopo una serie di snodi si arrivava ad un finale ed a quel punto, con l'aiuto di esperti, veniva reso noto se le scelte fatte erano state quelle giuste e se il VIP in questione fosse dunque in grado di cavarsela in una situazione spiacevole.[2].

Una volta conclusasi la trasmissione, Simonetta Martone scrisse il libro Ultimo Minuto pubblicato dalla Eri edizioni Rai nel 1998 nel quale venivano raccontate le storie di salvataggio più famose tra tutte quelle narrate dal programma durante le sue cinque edizioni.

LibriModifica

AscoltiModifica

Programma di successo, divenuto anche un piccolo cult negli anni del boom della cosiddetta TV-verità, fu una delle ultime trasmissioni televisive ideate per Rai 3 da Angelo Guglielmi (direttore del canale dal 1987 al 1994); Ultimo minuto è stato per anni un appuntamento fisso per diversi milioni di telespettatori nonostante la forte contro-programmazione delle altre reti.

ParodiaModifica

Il programma venne anche parodiato, in una ipotetica ed improbabile versione elvetica, dal trio comico Aldo Giovanni e Giacomo negli sketch de gli svizzeri, trasmessi su Mai dire Gol e in uno spettacolo teatrale interamente dedicato, Potevo rimanere offeso!.

Programmi analoghiModifica

Il programma ha avuto diverse imitazioni (trasmesse tutte dopo la fine del programma di Rai 3):

Italia 1 nella primavera 1998 ha trasmesso Eroi per caso, un programma del tutto analogo ad Ultimo minuto, condotto da Marco Liorni che aveva anche la stessa collocazione nel palinsesto della trasmissione di Rai 3 ovvero la prima serata del sabato. Il programma, nonostante il buon successo, è andato in onda per una sola edizione in quanto la RAI e Simonetta Martone querelarono Mediaset per plagio, minacciando azioni legali se la trasmissione avesse continuato ad andare in onda.

Più recentemente anche LA7 ha proposto una trasmissione molto simile intitolata Vivo x miracolo condotta da Ugo Francica Nava in onda nella seconda serata del lunedì nel 2009 e riproposta in seguito nella seconda serata del martedì nel 2010. Il programma ha però registrato, in entrambe le stagioni, deludenti risultati d'ascolto e dunque non è stato più riproposto in seguito.

Nel 2013 viene proposto su Rai 1 il programma Eroi di tutti i giorni trasmesso il venerdì in prima serata e condotto da Paola Perego, anch'esso avente una formula simile a quella di Ultimo minuto. Sempre a partire da quell'anno, su Rete 4, è trasmessa una trasmissione simile ad Ultimo minuto, Alive - Storie di sopravvissuti,[3] rinominata nel 2015 in Alive - La forza della vita.

AnacronismiModifica

Una ricostruzione contiene un anacronismo: ambientata nel 1964, la madre canticchia al figlio Ninna nanna del chicco di caffè, brano dello Zecchino d'Oro 1970.

NoteModifica