Ultramaratona

gare di corsa a piedi che hanno una distanza superiore a 42,195 chilometri
Ultramaratona
FederazioneIAAF
ContattoNo
GenereMaschile e femminile
Indoor/outdoorOutdoor e indoor
Campo di giocoStrada e pista
OlimpicoNo
Detentore titolo mondiale100 km maschile:
Giappone Hideaki Yamauchi (2016)
100 km femminile:
Australia Kirstin Bull (2016)

Con il termine di ultramaratona si identificano gare di corsa a piedi che hanno una distanza superiore a 42,195 chilometri, distanza ufficiale, dal 1924, della maratona.

Indice

Storia e leggendaModifica

La prima descrizione di una ultramaratona è dovuta allo storico greco Erodoto che rievoca le gesta dell'emerodromo Filippide nell'antica Grecia. Erodoto racconta come Philippides (o Pheidippidas in dialetto spartano antico) percorse il tragitto da Atene a Sparta con una richiesta di aiuto per fronteggiare l'invasione persiana. Gli spartani rifiutarono l'aiuto e tale messaggio fu riportato ad Atene da Philippides pochi giorni dopo.

Anche senza l'aiuto degli Spartani gli Ateniesi sconfissero i Persiani nella battaglia di Maratona. La tradizione vuole che lo stesso Philippides abbia poi corso da Maratona ad Atene per annunciare agli ateniesi la vittoria, ma ciò non è confermato dai racconti degli storici dell'epoca.

Ai giorni nostri, la "Spartathlon historic race" di 246 km che ricalca il percorso che congiunge Atene con Sparta intende celebrare l'impresa di Philippides, proprio sul percorso che attraversa l'istmo di Corinto, la piana di Argo e i monti dell'Arcadia.

Ultramaratona oggiModifica

Una delle ultramaratone più celebri in ambito internazionale è la Spartathlon. Sui 246 km in linea che portano dall'Acropoli alla statua di Re Leonida si possono cimentare solo concorrenti in possesso di requisiti piuttosto selettivi ottenuti in gare di ultramaratona. Gli arrivati vengono premiati al traguardo con una corona di ulivo mentre il vincitore vede impresso il proprio nome in un apposito monumento di marmo bianco rappresentante la figura di Leonida.

A New York si svolge annualmente la "Sri Chinmoy Self-Transcendence 3100 Mile Race", 3 100 miglia su di un circuito di 883 metri, da completare entro i 51 giorni concessi di una gara, riservata a 15 selezionati adepti, che rappresenta l'attuale competizione no-stop di maggior distanza.

L'aspetto qualificante delle competizioni di ultramaratona è la distanza percorsa, tuttavia nella valutazione della difficoltà della singola competizione intervengono anche elementi legati al particolare contesto in cui essa si svolge. Di conseguenza, per quanto concerne invece il riconoscimento di "primati" o di "migliori prestazioni", con gli anni sono andate codificandosi distanze ben distinte per lunghezza/tempo e per luogo/ambito di svolgimento.

Ecco pertanto che i termini di confronto tra performance di atleti attengono le migliori risultati certificati, territorialmente o globalmente, relativi alle distanze di 30 miglia, 50 km, 40 e 50 miglia, 100 km, 100 miglia, 1 000 km e 1 000 miglia; non solo: ognuna di queste "specialità" si distingue tra outdoor pista, outdoor strada, trail, indoor.

Altro criterio per definire competizioni di ultramaratona, prescindendo dalla lunghezza del percorso, è il tempo predeterminato di durata delle gare medesime. Anche qui, generalmente, si tratta di misure "codificate" quali la 6, 12, 24 ore, oppure "multiday" come la 48 ore, 6, 10 giorni.

Tra le competizioni più famose di ultramaratona su strada che si disputano in Italia ci sono la 100 km del Passatore, con partenza da Piazza della Signoria a Firenze e arrivo a Piazza del Popolo a Faenza, e la Pistoia-Abetone Ultramarathon, gara di 50 chilometri di cui 31 di salita impegnativa. Altre gare su strada di rilievo sono la 50 km di Romagna e la Strasimeno.

100 km su stradaModifica

La 100 km su strada è l'unica specialità di ultramaratona che prevede i cosiddetti primati, come deliberato dalla IAAF dal 1º gennaio 2004, quando istituì i record mondiali di alcune specialità di corsa su strada (10-15-20 km, mezza maratona, 25-30 km, maratona e 100 km).

RecordModifica

MaschiliModifica

Statistiche aggiornate al 27 novembre 2016.[1]

Tempo Atleta Luogo Data
  6h13'33"   Takahiro Sunada   Tokoro 21 giugno 1998
  6h24'06"   Bongmusa Mthembu   Los Alcázares 27 novembre 2016
  6h13'33"   Takahiro Sunada   Tokoro 21 giugno 1998
  6h18'24"   Mario Ardemagni   Winschoten 11 settembre 2004
  6h27'43"   Max King   Doha 21 novembre 2014
  6h18'09"   Valmir Nunes   Winschoten 16 settembre 1995
  6h29'26"   Tim Sloane   Richmon 23 aprile 1995

FemminiliModifica

Statistiche aggiornate al 27 novembre 2016.[2]

Tempo Atleta Luogo Data
  6h33'11"   Tomoe Abe   Yūbetsu 25 giugno 2000
  7h42'05"   Lindsay van Aswegen   Winschoten 10 settembre 2011
  6h33'11"   Tomoe Abe   Yūbetsu 25 giugno 2000
  7h10'32"   Tatjana Žyrkova   Winschoten 11 settembre 2004
  7h00'48"   Ann Trason   Winschoten 16 settembre 1995
  7h20'22"   Maria Venâncio   Cubatão 8 agosto 1998
  7h34'25"   Kirstin Bull   Los Alcázares 27 novembre 2016

Legenda:

 : record mondiale
 : record africano
 : record asiatico
 : record europeo
 : record nord-centroamericano e caraibico
 : record sudamericano
 : record oceaniano

Migliori prestazioni mondialiModifica

Oltre alla 100 km su strada, unica distanza dell'ultramaratona ratificata dalla IAAF, ci sono altre specialità le cui migliori prestazioni a livello mondiale vengono ratificate unicamente dalla IAU (International Association of Ultrarunners). Fino al 2014 le prestazioni delle varie specialità erano suddivise in base alla superficie di corsa utilizzata (strada, pista o indoor); dal 1º gennaio 2015 la IAU ha unificato le prestazioni.[3]

Statistiche aggiornate al 2 luglio 2017.[4]

50 km
Tempo Atleta Luogo Data
M 2h43'38"   Thompson Magawana   Claremont 12 aprile 1988
F 3h08'39"   Frith van der Merwe   Claremont 25 marzo 1989
100 km
Tempo Atleta Luogo Data
M 6h10'20"   Donald Ritchie   Londra 28 ottobre 1978
F 6h33'11"   Tomoe Abe   Yūbetsu 25 giugno 2000
100 miglia
Tempo Atleta Luogo Data
M 11h28'03"   Oleg Kharitonov   Londra 20 ottobre 2002
F 13h45'49"   Gina Slaby   Phoenix 10-11 dicembre 2016
1 000 km
Tempo Atleta Luogo Data
M 5 giorni 16h17'00"   Yiannis Kouros   Colac 26 novembre -
2 dicembre 1984
F 7 giorni 1h28'29"   Eleanor Robinson   Nanango 11-18 marzo 1998
1 000 miglia
Tempo Atleta Luogo Data
M 10 giorni 10h30'36"   Yiannis Kouros   New York 20-30 maggio 1988
F 12 giorni 14h38'40"   Sandra Barwick   New York 16-28 ottobre 1991
6 ore
Misura Atleta Luogo Data
M 97,200 km   Donald Ritchie   Londra 28 ottobre 1978
F 83,275 km   Nele Alder-Baerens   Norimberga 2 aprile 2016
12 ore
Misura Atleta Luogo Data
M 163,785 km   Zach Bitter   Phoenix 14 dicembre 2013
F 149,130 km   Camille Herron   Phoenix 9-10 dicembre 2016
24 ore
Misura Atleta Luogo Data
M 303,506 km   Yiannis Kouros   Adelaide 4-5 ottobre 1997
F 259,990 km   Patrycja Bereznowska   Belfast 1-2 luglio 2017
48 ore
Misura Atleta Luogo Data
M 473,495 km   Yiannis Kouros   Surgères 3-5 maggio 1996
F 397,103 km   Sumie Inagaki   Surgères 21-23 maggio 2010
6 giorni
Misura Atleta Luogo Data
M 1 036,800 km   Yiannis Kouros   Colac 20-26 novembre 2005
F 883,631 km   Sandra Barwick   Campbelltown 18-24 novembre 1990

NoteModifica

  1. ^ (EN) Records - 100 kilometres men, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  2. ^ (EN) Records - 100 kilometres women, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) Rationale for combining IAU world best performances into one list (PDF), su iau-ultramarathon.org, International Association of Ultrarunners. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  4. ^ (EN) IAU Records (PDF), su iau-ultramarathon.org, International Association of Ultrarunners. URL consultato il 3 febbraio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera